Le speranze di un taglio dei tassi di interesse su entrambe le sponde dell'Atlantico hanno portato il Dax in territorio positivo a metà settimana.

Dopo l'apertura di mercoledì, il principale indice tedesco era in rialzo di circa mezzo punto percentuale a 18.516 punti. Martedì aveva perso circa l'1 percento. Thomas Altmann, gestore di portafoglio presso l'asset manager QC Partners, ha sottolineato la presa di profitto.

Ad aprile, il numero di posti di lavoro vacanti negli Stati Uniti è sceso al livello più basso degli ultimi tre anni. Questo ha rafforzato le aspettative degli investitori che la Fed taglierà i tassi di interesse in autunno. Le autorità monetarie stanno cercando di tenere sotto controllo l'inflazione e di raffreddare il caldo mercato del lavoro con una politica monetaria restrittiva. "Quindi la fantasia sui tassi d'interesse è tornata negli Stati Uniti, mentre nella zona euro è probabilmente già un dato di fatto che la Banca Centrale Europea annuncerà una svolta nei tassi d'interesse domani", ha riassunto lo stratega Jürgen Molnar del broker RoboMarkets.

Bayer è stata sotto i riflettori tra i singoli titoli. Le azioni del gruppo farmaceutico e agricolo sono avanzate di circa il due percento, risultando le maggiori vincitrici del DAX. Un giudice dello Stato americano della Pennsylvania ha ridotto da 2,25 miliardi di dollari a 400 milioni di dollari la penalità prevista da una causa sul glifosato contro l'azienda.

(Relazione di Zuzanna Szymanska, a cura di Ralf Banser. Per qualsiasi domanda, la preghiamo di contattare la nostra redazione all'indirizzo berlin.newsroom@thomsonreuters.com (per la politica e l'economia) o frankfurt.newsroom@thomsonreuters.com (per le aziende e i mercati).