L'indice paneuropeo STOXX 600 scende dello 0,1%, guidato da una perdita dell'1,5% nell'indice delle risorse di base, a causa del calo dei prezzi del rame e di un taglio dei tassi ipotecari più profondo del previsto da parte della Cina, che si è sommato all'incertezza per il settore immobiliare.

Alle 11,45 i titoli del lusso esposti alla Cina perdono lo 0,04% e il settore tech, che ha registrato uno dei maggiori rialzi di quest'anno, è in ribasso dell'1%.

Air Liquide strappa e balza del 5,8% a un livello record, trainando un rialzo dell'1,7% nel più ampio settore dei prodotti chimici, dopo che l'azienda francese di gas industriali ha registrato un utile operativo migliore del previsto e ha detto di avere già raggiunto i suoi obiettivi di margine per il 2025.

Barclays guadagna il 5% dopo che l'istituto di credito britannico ha presentato una serie di piani, tra cui riacquisti, una revisione delle operazioni, tagli ai costi e vendite di asset, per migliorare la performance e risollevare le azioni.

Oc Oerlikon è in rialzo del 3,9% dopo che il gruppo industriale svizzero ha detto che sta valutando la possibilità di separare la propria attività di produzione di fibre polimeriche per concentrarsi sui rivestimenti metallici.

Sandoz Group, leader mondiale nel settore dei farmaci equivalenti e biosimilari, scivola del 3,4% dopo che Morgan Stanley ha declassato il titolo a "equal-weight" da "overweight".

Bayer Ag avanza dello 0,4% in un contesto di scambi volatili, dopo che il produttore tedesco di farmaci ha detto di voler tagliare il dividendo nei prossimi tre anni per ridurre il debito.

(Tradotto da Laura Contemori, editing Francesca Piscioneri)