(Reuters) - Le borse europee sono in calo dopo che il presidente francese Emmanuel Macron ha indetto elezioni anticipate in seguito alla pesante sconfitta rispetto all'estrema destra nel voto per il parlamento europeo, innervosendo gli investitori già preoccupati per le prospettive dei tassi di interesse.

Intorno alle 11,25, l'indice francese delle blue-chip CAC 40 cede l'1,9%, appesantito dalle banche, tra cui BNP PARIBAS, SOCIETE GENERALE e CREDIT AGRICOLE che perdono tra il 4,5% e il 7,5%.

Anche i prezzi delle obbligazioni francesi scivolano, spingendo i rendimenti ai massimi da due settimane, dopo che i nazionalisti euroscettici hanno guadagnato terreno nelle Europee di ieri.

Macron ha indetto le elezioni parlamentari con il primo turno il 30 giugno. Se il partito di estrema destra Rassemblement National dovesse ottenere la maggioranza, Macron rimarrebbe senza voce in capitolo negli affari interni.

Il paneuropeo STOXX 600 cede lo 0,7% e tra i mercati regionali il tedesco DAX e lo spagnolo IBEX scivolano entrambi dello 0,9%.

I mercati azionari sono stati messi sotto pressione venerdì dai dati sull'occupazione statunitense più elevati del previsto, che hanno alimentato i timori che la Federal Reserve non taglierà i tassi di interesse a breve.

Peter Kazimir della Bce ha detto che la banca centrale dovrebbe aspettare la fine dell'estate prima di prendere in considerazione un altro taglio dei tassi, poiché l'inflazione è tutt'altro che sconfitta e le pressioni sui prezzi potrebbero riemergere.

Tra i singoli titoli, la compagnia di assicurazione britannica Aviva cede l'1,7% dopo che JPMorgan ha declassato il titolo a 'neutral' da 'overweight'.

La società chimica finlandese Kemira guadagna il 4% dopo aver alzato le previsioni sugli utili per l'intero anno, indicando una continua ripresa nei mercati finali.

(Tradotto da Camilla Borri, editing Sabina Suzzi)