(Reuters) - I mercati europei faticano a trovare una direzione dopo le perdite subite nella seduta precedente a causa delle incertezze politiche in Francia, mentre l'attenzione degli investitori si rivolge alla riunione della Federal Reserve statunitense.

L'indice paneuropeo STOXX 600 scambia in calo dello 0,16% intorno alle 11,20.

L'indice francese CAC 40 scambia piatto, in seguito al calo di oltre l'1% di ieri, dopo che il presidente Emmanuel Macron ha indetto elezioni anticipate a causa della pesante sconfitta alle elezioni del parlamento europeo.

L'indice delle materie prime subisce il peggior calo settoriale, a -1,6% a causa dell'indebolimento dello yuan che ha colpito i prezzi dei metalli di base. [MET/L]

Aggravando le perdite del settore, Rio Tinto perde il 2,4% dopo che il gigante minerario ha detto di voler acquistare la partecipazione dell'11,65% di Mitsubishi Corp in Boyne Smelters (BSL) per una somma non resa nota.

L'attenzione si concentrerà ora sulla decisione di politica monetaria della Fed di domani, che aiuterà i mercati a valutare la tempistica dei tagli dei tassi di interesse nella prima economia del mondo.

Tra gli altri titoli, Atos crolla dell'11,5% in quanto il gruppo tech francese ha accettato un'offerta di ristrutturazione del debito guidata dall'anchor investor David Layani, che diluirà in modo massiccio la partecipazione degli attuali azionisti.

Ucb guadagna il 3% dopo che J.P.Morgan ha aggiornato la raccomandazione sui titoli del gruppo biofarmaceutico belga a 'neutral' da 'underweight'.

Naturgy scivola del 12% dopo che la holding Criteria ha abbandonato il piano di acquisizione dell'azienda spagnola del gas con Taqa di Abu Dhabi.

(Tradotto da Camilla Borri, editing Stefano Bernabei)