(Alliance News) - I prezzi delle azioni a Londra hanno aperto in rosso venerdì, con il FTSE 250 in tendenza al ribasso dopo la notizia che l'Amministratore delegato di C&C Group, Patrick McMahon, si è dimesso con effetto immediato a causa di problemi verificatisi quando era Direttore finanziario.

L'indice FTSE 100 era in calo di 8,13 punti, o dello 0,1%, a 8.276,96. Il FTSE 250 era in calo di 51,50 punti, pari allo 0,3%, a 20.664,47, mentre l'AIM All-Share era in calo di 1,69 punti, pari allo 0,2%, a 794,99.

Il Cboe UK 100 era in calo dello 0,1% a 824,99, il Cboe UK 250 era in calo dello 0,3% a 18.089,26, e il Cboe Small Companies era piatto a 16.848,63.

Per quanto riguarda le notizie economiche, il prezzo medio delle case nel Regno Unito è sceso dello 0,1% mese su mese o di circa GBP170 in termini di contanti a maggio, secondo un indice. Il valore tipico della proprietà è stato di 288.688 sterline, pari all'1,5% in più rispetto ad un anno prima, ha dichiarato Halifax.

Amanda Bryden, responsabile dei mutui di Halifax, ha dichiarato: "L'attività del mercato è rimasta resistente durante i mesi primaverili, sostenuta da una forte crescita dei salari nominali e da alcune prove di un miglioramento della fiducia nelle prospettive economiche".

In un comunicato separato, la CBI ha dichiarato che l'economia britannica registrerà una crescita più rapida del previsto quest'anno e il prossimo, con un miglioramento delle prospettive dopo un difficile 2023.

Il gruppo imprenditoriale ha alzato le sue previsioni di crescita del Regno Unito all'1% nel 2024 e all'1,9% nel 2025, grazie all'attesa ripresa della spesa per i consumi, mentre l'inflazione si riduce e i salari rimangono solidi. Si tratta di un aggiornamento rispetto alle previsioni di dicembre del CBI per un'espansione dello 0,8% nel 2024 e dell'1,6% nel 2025 e arriva dopo che il Regno Unito ha ottenuto una misera crescita dello 0,1% nel 2023, dopo essere scivolato in una recessione tecnica alla fine dello scorso anno.

Il rapporto segue un aggiornamento di questa settimana da parte del gruppo imprenditoriale collega, le Camere di Commercio britanniche, che ora prevedono una crescita dello 0,8% nel 2024 e dell'1% nel 2025.

Nell'azionario europeo di venerdì, il CAC 40 di Parigi e il DAX 40 di Francoforte sono saliti entrambi dello 0,4%.

La sterlina era quotata a USD1,2786 nelle prime ore di venerdì a Londra, in rialzo rispetto a USD1,2783 alla chiusura delle azioni di giovedì. L'euro si è attestato a USD1,0889, in rialzo rispetto a USD1,0882. Rispetto allo yen, il dollaro è stato scambiato a 155,24 JPY, in calo rispetto a 156,03 JPY.

Nel FTSE 250, C&C Group ha perso il 9,6%.

La società con sede a Dublino, proprietaria dei marchi di birra e sidro Tennent's, Magners e Bulmers Ireland, ha dichiarato che l'Amministratore Delegato Patrick McMahon si è dimesso con effetto immediato a causa di problemi verificatisi quando era Direttore Finanziario. Resterà nell'azienda fino a settembre e il Presidente Ralph Findlay assumerà il ruolo di CEO per i prossimi 12-18 mesi.

Secondo il consiglio di amministrazione e il comitato di revisione, durante il precedente incarico di McMahon come CFO, si sono verificate delle carenze nel quadro di rendicontazione del gruppo e alcuni comportamenti dell'organizzazione "non sono stati all'altezza dei livelli di trasparenza richiesti".

Sempre venerdì, C&C ha dichiarato che la pubblicazione dei suoi conti finanziari per il 2024 sarà ritardata fino alla fine di giugno.

Prevede una perdita al lordo delle imposte di 111 milioni di euro, in calo rispetto all'utile di 52 milioni di euro dell'anno precedente, e attribuisce questo calo a una svalutazione dell'avviamento di 125 milioni di euro. Il fatturato dovrebbe essere di 1,65 miliardi di euro, in calo rispetto a 1,69 miliardi di euro. L'azienda ha anche annunciato piani per un nuovo riacquisto di azioni per 15 milioni di euro e ha proposto un dividendo finale di 3,97 centesimi di euro.

Worldwide Healthcare ha perso lo 0,5%.

L'investitore londinese nel settore sanitario globale ha registrato un valore patrimoniale netto per azione al 31 marzo di 381,1 pence, in crescita rispetto ai 343,5 pence dell'anno precedente. Il rendimento totale del valore patrimoniale netto è stato positivo del 12,0%, contro il 10,9% del suo benchmark.

I dividendi per azione sono stati di 2,8 pence, in calo rispetto ai 3,1 pence.

Il presidente Doug McCutcheon ha dichiarato: "Sebbene la volatilità del mercato azionario sia prevedibile e nel prossimo anno possa essere influenzata dalle elezioni negli Stati Uniti e nel Regno Unito, il nostro gestore di portafoglio, OrbiMed, continua a rimanere positivo sulle prospettive del settore sanitario e sulla strategia della nostra azienda per massimizzare il valore per gli azionisti nel tempo".

Helios Underwriting è scesa del 2,2%.

L'azienda ha annunciato le dimissioni dell'amministratore delegato Martin Reith, che si dimette "per perseguire altre opportunità". Michael Wade, attualmente presidente non esecutivo, diventerà presidente esecutivo con effetto immediato, mentre inizierà la ricerca del successore di Wade.

Nigel Hanbury, attualmente vicepresidente esecutivo, diventerà vicepresidente non esecutivo. Inoltre, Helios ha confermato di aver esplorato la possibilità di creare un nuovo sindacato 'follow only' ai Lloyd's, ma ha deciso di non perseguire questo concetto per concentrarsi esclusivamente sul supporto del suo portafoglio di spread.

In Asia, venerdì, l'indice Nikkei 225 di Tokyo è sceso dello 0,1%. In Cina, lo Shanghai Composite è salito dello 0,1%, mentre l'indice Hang Seng di Hong Kong è salito dello 0,6%. L'indice S&P/ASX 200 di Sydney ha chiuso in rialzo dello 0,5%.

Le esportazioni della Cina hanno accelerato molto più del previsto nel mese di maggio, ma le importazioni hanno rallentato, come hanno mostrato i dati ufficiali venerdì, secondo quanto riportato dall'AFP.

Le spedizioni all'estero sono aumentate del 7,6% su base annua in termini di dollari, ha dichiarato l'Amministrazione Generale delle Dogane, molto meglio dell'1,5% di aprile e battendo anche le previsioni del 5,7% di un sondaggio Bloomberg tra gli analisti. Gli ultimi dati rappresentano il secondo mese consecutivo di crescita, dopo un breve calo anno su anno del 7,5% a marzo.

Le importazioni totali della Cina sono cresciute dell'1,8% su base annua a maggio, secondo i dati, in calo rispetto all'impennata dell'8,4% registrata ad aprile.

Separatamente, la spesa delle famiglie giapponesi è aumentata ad aprile per la prima volta in 14 mesi, secondo i dati ufficiali di venerdì, mentre i salari sono cresciuti al ritmo più veloce in tre decenni.

La cifra è aumentata dello 0,5% rispetto all'anno precedente, con una maggiore spesa per l'istruzione, l'abbigliamento e i trasporti, comprese le automobili, secondo il Ministero degli Affari Interni.

Negli Stati Uniti, giovedì, Wall Street ha chiuso in ribasso, con il Dow Jones Industrial Average in calo dello 0,2%, lo S&P 500 marginalmente in ribasso e il Nasdaq Composite in calo dello 0,1%.

Il petrolio Brent era quotato a USD79,89 al barile all'inizio di venerdì a Londra, in rialzo rispetto a USD79,69 di giovedì.

L'oro era quotato a USD2.376,70 per oncia, in rialzo rispetto a USD2.374,90.

Nel calendario economico di venerdì, ci sono sia il PIL che la disoccupazione della zona euro. Più tardi nella giornata, ci saranno i libri paga non agricoli e le scorte all'ingrosso dagli Stati Uniti.

Di Holly Beveridge, giornalista di Alliance News

Commenti e domande a newsroom@alliancenews.com

Copyright 2024 Alliance News Ltd. Tutti i diritti riservati.