(Alliance News) - I prezzi delle azioni a Londra erano inferiori a mezzogiorno di giovedì, con la sessione di Wall Street di mercoledì che non ha brillato in Europa.

Tra i singoli titoli, BT è salita dopo aver aumentato il suo dividendo. A tirare giù l'indice FTSE 100 sono stati Sage Group e easyJet.

L'indice FTSE 100 era in calo di 23,84 punti, 0,3%, a 8.421,96. Il FTSE 250 è sceso di 13,91 punti, 0,1%, a 20.761,72, mentre l'AIM All-Share è salito di 0,98 punti, 0,1%, a 792,59.

Il Cboe UK 100 è sceso dello 0,2% a 841,60, il Cboe UK 250 è salito leggermente a 18.110,83, e il Cboe Small Companies è salito dello 0,3% a 16.249,49.

Nell'azionario europeo giovedì, il CAC 40 a Parigi è sceso dello 0,5%, mentre il DAX 40 a Francoforte è sceso dello 0,2%.

"Dopo una sessione frizzante a Wall Street ieri sera, tra le speranze che gli ultimi dati sull'inflazione aumentino le possibilità di un taglio dei tassi d'interesse negli Stati Uniti, i mercati europei non hanno condiviso la gioia", ha detto Russ Mould di AJ Bell.

Le azioni di Wall Street hanno ricevuto una spinta grazie ai dati sull'inflazione.

Il tasso di inflazione dei prezzi al consumo degli Stati Uniti su base annua si è ridotto al 3,4% ad aprile, dal 3,5% di marzo, come previsto, secondo i dati del Bureau of Labor Statistics di mercoledì.

Le azioni a New York sono state chiamate in rialzo giovedì. L'indice Dow Jones Industrial Average e l'indice S&P 500 sono entrambi saliti dello 0,1%, mentre il Nasdaq Composite è salito dello 0,2%.

Mercoledì, tutti e tre gli indici hanno registrato dei massimi di chiusura. Il Dow e lo S&P 500 hanno superato i massimi precedenti registrati il 28 marzo, mentre il Nasdaq ha superato il record precedente di martedì.

La sterlina era quotata a USD1,2670 a mezzogiorno di giovedì a Londra, in leggero aumento rispetto a USD1,2668 alla chiusura delle azioni di mercoledì. L'euro si è attestato a USD1,0869, in calo rispetto a USD1,0872. Contro lo yen, il dollaro è stato scambiato a JPY154,74, in calo rispetto a JPY154,85.

Nel FTSE 100, BT è salita dell'11%.

Il fornitore di telecomunicazioni ha aumentato il suo dividendo, in quanto prevede un flusso di cassa significativamente migliore nei prossimi anni, ora che il picco di investimenti nel suo roll-out della fibra integrale è passato.

Commentando la presentazione dei risultati di BT per l'esercizio finanziario conclusosi a marzo, l'Amministratore Delegato Allison Kirkby, insediatosi di recente, ha dichiarato: "Avendo superato il picco di investimenti per il rollout della banda larga full-fibre e avendo realizzato il nostro programma di trasformazione dei costi e dei servizi da 3 miliardi di sterline con un anno di anticipo, abbiamo raggiunto il punto di inflessione della nostra strategia a lungo termine".

D'altro canto, Sage Group ha perso il 10%.

Il fornitore di software per la contabilità con sede a Newcastle upon Tyne è sceso dopo aver previsto una crescita dei ricavi per l'intero anno leggermente più lenta del previsto, nonostante i progressi compiuti nella prima metà dell'anno finanziario.

Nel semestre conclusosi a marzo, Sage ha dichiarato che l'utile ante imposte è salito del 47% a GBP203 milioni da GBP139 milioni dell'anno precedente. Il fatturato è salito del 5,5% a GBP1,15 miliardi da GBP1,09 miliardi.

easyJet ha perso il 5,7%.

easyJet ha dichiarato che promuoverà il suo direttore finanziario a direttore esecutivo l'anno prossimo, mentre la compagnia aerea economica con sede all'aeroporto di Luton ha riportato risultati semestrali in linea con le sue indicazioni precedenti.

easyJet ha dichiarato che Kenton Jarvis, che ricopre il ruolo di CFO dal 2021, sostituirà Johan Lundgren come CEO all'inizio del 2025. Lundgren è stato in carica dalla fine del 2017, guidando la compagnia aerea durante la pandemia di Covid-19, che ha quasi bloccato i viaggi.

Separatamente, easyJet ha dichiarato che la sua perdita ante imposte si è ridotta a 347 milioni di sterline nei sei mesi terminati il 31 marzo, rispetto ai 415 milioni di sterline dell'anno precedente, mentre i ricavi sono aumentati del 21% a 3,27 miliardi di sterline da 2,69 miliardi di sterline.

Nel FTSE 250, Auction Technology è salita del 12%.

Nei sei mesi conclusi il 31 marzo, il fatturato è salito a 86,0 milioni di dollari USA da 80,8 milioni di dollari USA dell'anno precedente. L'utile ante imposte è salito a 3,1 milioni di sterline da 600.000 sterline.

Auction Technology ha osservato che il trading nelle prime sei settimane del secondo semestre è stato in linea con le indicazioni.

Tra le small cap di Londra, Secure Trust Bank è salita del 6,0%.

Il fornitore di conti di risparmio e servizi di prestito ha dichiarato che nel primo trimestre del 2024, il portafoglio prestiti netto è cresciuto dell'1,7% rispetto al trimestre precedente e dell'11,9% rispetto al primo trimestre del 2023.

Il CEO David McCreadie ha dichiarato: "Il Gruppo ha continuato a incrementare i prestiti netti nel trimestre e sta operando in linea con le aspettative del management. Sono lieto che lo slancio positivo dello scorso anno sia continuato e che abbiamo fatto un altro passo avanti verso la nostra ambizione di 4 miliardi di sterline di prestiti netti".

Il petrolio Brent era quotato a USD82,28 al barile a mezzogiorno a Londra giovedì, in calo rispetto a USD82,42 di mercoledì. L'oro era quotato a USD2.381,70 l'oncia, in rialzo rispetto a USD2.381,08.

Il calendario economico di giovedì prevede l'ultima lettura delle richieste iniziali di disoccupazione negli Stati Uniti alle 1330 BST, prima dei dati sulla produzione industriale alle 1415 BST.

Di Sophie Rose, giornalista senior di Alliance News

Commenti e domande a newsroom@alliancenews.com

Copyright 2024 Alliance News Ltd. Tutti i diritti riservati.