(Alliance News) - I prezzi delle azioni a Londra hanno aperto in rialzo lunedì, spinti dai guadagni di Wall Street alla fine della scorsa settimana.

L'indice FTSE 100 ha aperto in rialzo di 31,36 punti, 0,4%, a 7.493,29 punti. Il FTSE 250 era in rialzo di 138,44 punti, 0,7%, a 19.009,85, e l'AIM All-Share era in rialzo di 1,87 punti, 0,3%, a 737,70.

Il Cboe UK 100 è salito dello 0,5% a 749,15, il Cboe UK 250 è salito dello 0,9% a 16.445,67 e il Cboe Small Companies è salito dello 0,1% a 14.913,59.

Nell'azionario europeo, il CAC 40 a Parigi è salito dello 0,9%, mentre il DAX 40 a Francoforte è salito dello 0,7%.

Negli Stati Uniti, venerdì, le azioni di Wall Street hanno registrato un'impennata, con il Dow Jones Industrial Average in rialzo dell'1,1%, lo S&P 500 in rialzo dell'1,2% - raggiungendo un massimo storico - e il Nasdaq Composite in rialzo dell'1,7%.

"Sostenuti in parte da un rally all'inizio della scorsa settimana delle azioni di Taiwan Semiconductor Manufacturing, titoli come Nvidia e Advanced Micro Devices hanno registrato guadagni. Il ritorno dell'attenzione sui titoli tecnologici in generale è stato facilitato dall'accettazione del fatto che i tassi d'interesse hanno raggiunto il loro picco, anche se la tempistica e il livello di eventuali tagli dei tassi restano ancora oggetto di grande dibattito", ha dichiarato Richard Hunter di interactive investor.

Il dollaro si è ritirato rispetto alle principali valute durante il fine settimana. La Federal Reserve statunitense è entrata nel suo periodo di 'blackout' in vista della decisione di politica monetaria di mercoledì prossimo.

"Quando la Fed tace in vista della riunione politica di gennaio, il mercato non vola necessariamente alla cieca; al contrario, crea un ambiente in cui i partecipanti al mercato si concentrano sui dati economici in arrivo", ha dichiarato Stephen Innes di SPI Asset Management.

I dati chiave degli Stati Uniti per la settimana includono le cifre del prodotto interno lordo del quarto trimestre giovedì, nonché la spesa per consumi personali core venerdì. Ci saranno anche gli utili delle aziende statunitensi da prendere in considerazione, tra cui Netflix martedì e Tesla mercoledì.

Mentre si prevede quasi all'unanimità che la Fed lascerà i tassi d'interesse in sospeso questo mese, gli investitori si concentreranno su qualsiasi indicatore di quando inizieranno i tagli dei tassi. Secondo lo strumento FedWatch di CME, la probabilità di un taglio dei tassi di 25 punti base a marzo, un tempo quasi assicurata, è ora considerata solo al 44%, con una probabilità del 55% di lasciare i tassi invariati.

La sterlina era quotata a USD1,2706 all'inizio di lunedì, più alta di USD1,2669 alla chiusura delle azioni di Londra di venerdì. L'euro è stato scambiato a USD1,0898, superiore a USD1,0884. Contro lo yen, il dollaro è stato quotato a 148,08 JPY, in calo rispetto a 148,18 JPY.

Altri eventi chiave di questa settimana saranno la decisione di politica monetaria della Banca del Giappone, martedì, e la riunione sui tassi della Banca Centrale Europea, giovedì.

Nell'indice FTSE 100 di Londra, l'investitore immobiliare Segro è balzato del 3,5%, dopo che Citigroup ha alzato il titolo a 'buy' da 'neutral'. All'altra estremità dell'indice, l'azienda di software aziendale Sage Group è scesa del 2,5% dopo che Barclays ha tagliato il titolo a 'underweight' da 'equal weight'.

Endeavour Mining è scesa dello 0,1%, dopo aver aggiornato la produzione del quarto trimestre e dell'intero anno.

Il minatore d'oro, con attività in Costa d'Avorio, Senegal e Burkina Faso, prevede una produzione totale di 1,1 milioni di once per l'intero anno 2023, in calo dell'8% rispetto al 2022. La produzione del quarto trimestre è stata di 280.000 once, piatta rispetto al terzo trimestre ma in calo rispetto alle 294.000 once dell'anno precedente.

Endeavour prevede un aumento della produzione fino al 18% nel 2024, grazie a diversi avviamenti di progetti che inizieranno nel secondo trimestre.

I titoli finanziari si sono comportati bene nelle prime contrattazioni, con Barclays in rialzo del 2,8%, Lloyds del 2,0% e Prudential dell'1,9%.

Tra le small-cap di Londra, Trifast è scesa del 23%.

L'azienda di chiusure industriali ha dichiarato che il terzo trimestre ha visto volumi significativamente inferiori alle previsioni nelle sue attività in Asia e nel suo canale di vendita di distribuzione globale. Ha detto che le tendenze di "bassa visibilità e volatilità della domanda" in diversi mercati finali e segmenti geografici sono continuate durante il periodo. Di conseguenza, prevede che i risultati annuali per l'anno che si concluderà il 31 marzo saranno "significativamente" inferiori alle sue precedenti aspettative. Si prevede un fatturato di circa 230 milioni di sterline, con un margine Ebit rettificato di circa il 5%. Le previsioni di consenso prevedevano un fatturato di 254 milioni di sterline, con un Ebit rettificato di 15,5 milioni di sterline. Nel 2022, Trifas ha registrato un fatturato di 238,5 milioni di sterline.

S4 Capital è salita dell'8,3%

L'agenzia pubblicitaria londinese ha dichiarato che il suo quarto trimestre di trading è stato in linea con le sue aspettative delineate a novembre. Di conseguenza, prevede un calo like-for-like del fatturato netto di circa il 4% nell'intero 2023, e un margine Ebitda operativo nell'ordine del 10-11% - il margine è stato migliorato nel secondo semestre grazie a riduzioni "significative" dei costi.

"Pur essendo all'inizio dell'anno, non ci aspettiamo che il 2024 mostri un miglioramento macroeconomico, e la cautela dei clienti sulla spesa di marketing probabilmente persisterà, anche se non ai livelli dello scorso anno", ha dichiarato il Presidente esecutivo Martin Sorrell.

Sull'AIM, SmartSpace Software è balzata del 25% a 81,25 pence.

L'azienda che progetta e costruisce soluzioni software intelligenti ha dichiarato di aver ricevuto una proposta indicativa non vincolante per una possibile offerta in contanti da parte di Sign In Solutions, un'azienda a maggioranza posseduta e controllata da fondi gestiti o consigliati da PSG Equity.

Il prezzo di 90 pence per azione è un prezzo che il consiglio di amministrazione di SmartSpace sarebbe "propenso a raccomandare all'unanimità agli azionisti di accettare". Rappresenta un premio del 32% rispetto al prezzo di chiusura di venerdì di 67,98p.

In Cina, lo Shanghai Composite ha chiuso in calo del 2,7%, mentre l'indice Hang Seng di Hong Kong è sceso del 2,3%.

La banca centrale cinese ha lasciato invariati i suoi tassi di interesse chiave lunedì, come previsto dal mercato.

La People's Bank of China ha mantenuto il tasso di riferimento per i prestiti a un anno al 3,45%. Era stato tagliato dal 3,55% ad agosto, nel tentativo di contrastare il rallentamento della crescita post-Covida nella seconda economia mondiale.

Anche il tasso di riferimento per i prestiti a cinque anni, che viene utilizzato per il prezzo dei mutui, è stato mantenuto al 4,2%, dopo essere stato tagliato di 10 punti base a giugno.

In Giappone, l'indice Nikkei 225 di Tokyo ha chiuso in rialzo dell'1,6%.

Sony ha chiuso in rialzo dell'1,9%, dopo aver confermato di essersi ritirata dalla fusione da 10 miliardi di dollari delle sue attività indiane con la rivale locale Zee Entertainment Enterprises.

L'unione aveva l'obiettivo di aiutare entrambe le aziende a competere con i rivali dello streaming come Walt Disney, Amazon e Netflix nel vasto mercato dell'intrattenimento in forte espansione, che conta 1,4 miliardi di persone. Sony ha citato il mancato rispetto delle condizioni dell'accordo di fusione come motivo della decisione.

L'S&P/ASX 200 a Sydney ha chiuso in rialzo dello 0,8%.

L'oro era quotato a USD2.021,64 l'oncia all'inizio di lunedì, in calo rispetto a USD2.035,35 di venerdì. Il petrolio Brent era quotato a USD78,32 al barile, inferiore a USD79,06.

Nel calendario economico di lunedì, non sono previsti comunicati importanti.

Di Elizabeth Winter, vicedirettore di Alliance News

Commenti e domande a newsroom@alliancenews.com

Copyright 2024 Alliance News Ltd. Tutti i diritti riservati.