Taiwan sta lavorando per ottenere un incontro a tu per tu con il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il rappresentante dell'isola al vertice APEC di questa settimana a San Francisco, ma non è previsto alcun messaggio per la Cina, ha detto un alto funzionario taiwanese.

Taiwan, dichiarata cinese e governata democraticamente, che partecipa al forum della Cooperazione Economica Asia-Pacifico (APEC) con il nome di "Taipei cinese" e non invia il suo Presidente ai vertici, ha affrontato un aumento della pressione militare da parte di Pechino, compresi due cicli di grandi giochi di guerra nell'ultimo anno e mezzo.

Wellington Koo, capo del Consiglio di Sicurezza Nazionale di Taiwan, ha dichiarato ai giornalisti a Taipei che il Governo punta ad un incontro tra l'inviato APEC Morris Chang, il 92enne fondatore del gigante dei chip TSMC, e Biden.

"Le due parti stanno discutendo i relativi accordi", ha detto Koo quando gli è stato chiesto se Chang ha in programma un incontro a tu per tu con Biden all'APEC.

La Casa Bianca non ha risposto a una richiesta di commento.

Il Dipartimento di Stato americano ha dichiarato di non avere nulla da annunciare su "incontri bilaterali specifici" a margine del vertice, ma che Biden si augura di accogliere la partecipazione di Taiwan.

Un alto funzionario di Taiwan che ha familiarità con la questione ha detto che Taiwan ha richiesto un incontro di questo tipo con il leader statunitense negli anni precedenti all'APEC, e che l'accordo dipendeva dalla disponibilità di Biden.

Gli Stati Uniti, come la maggior parte dei Paesi, non hanno legami formali con Taiwan, ma sono il più importante sostenitore internazionale e fornitore di armi dell'isola.

Le tensioni su Taiwan saranno probabilmente presenti quando Biden incontrerà il Presidente cinese Xi Jinping al summit.

Koo ha detto che Washington e Pechino sono divisi sui temi principali, tra cui Taiwan.

"Sono fondamentalmente divisi su questioni fondamentali, quindi l'incontro potrebbe diventare un luogo in cui si parlano addosso", ha detto, aggiungendo che su Taiwan, nessuna delle due parti probabilmente farà concessioni.

Tuttavia, ha affermato che l'incontro è necessario perché rappresenta un'opportunità per Washington di "gestire i rischi" in mezzo alle tensioni sino-statunitensi.

La Presidente Tsai Ing-wen ha detto venerdì che Taiwan sottolineerà l'importanza della pace regionale al vertice, uno dei pochi organismi internazionali di cui Taiwan e la Cina sono membri e dove i loro funzionari si incontrano, anche se solo di sfuggita o per i convenevoli.

Alla domanda se Chang fosse stato incaricato di salutare Xi e di inviargli un messaggio da parte di Tsai, Koo ha risposto di no.

Tuttavia, ha aggiunto: "Tutto dovrebbe avvenire in modo naturale".

Chang ha incontrato brevemente Xi in occasione del vertice APEC dello scorso anno a Bangkok e ha discusso di semiconduttori con il Vicepresidente degli Stati Uniti Kamala Harris.

La Cina ha interrotto un meccanismo di colloqui formali con Taiwan dopo la vittoria di Tsai nel 2016, ritenendola una separatista. Tsai afferma che solo il popolo di Taiwan può decidere il futuro dell'isola e respinge con forza le rivendicazioni di sovranità della Cina. (Servizio di Yimou Lee; servizi aggiuntivi di Ben Blanchard, Michael Martina e Trevor Hunnicutt a Washington. Redazione di Gerry Doyle)