I principali indici di Wall Street sono saliti venerdì dopo che il Presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha riconosciuto i progressi nella riduzione dell'inflazione, incoraggiando le aspettative che la banca centrale abbia terminato la sua campagna di aumento dei tassi d'interesse.

Powell ha notato che una misura chiave dell'inflazione era vicina all'obiettivo del 2% della Fed e che era chiaro che la politica monetaria degli Stati Uniti stava rallentando l'economia come previsto. Tuttavia, ha aggiunto che la banca centrale è pronta a inasprire ulteriormente la politica se necessario.

Mentre una pausa nei rialzi dei tassi è stata completamente prezzata per la prossima riunione politica di dicembre, i trader vedono una probabilità del 61% circa di un taglio dei tassi di 25 punti base già nel marzo 2024, rispetto al 56% circa prima dei suoi commenti.

"Abbiamo già raggiunto il punto in cui è sufficientemente restrittivo", ha dichiarato Robert Pavlik, senior portfolio manager di Dakota Wealth, aggiungendo che l'economia statunitense sta rallentando.

"Quanto velocemente rallenti e quanto sia necessario un taglio dei tassi, non lo sappiamo ancora perché non siamo arrivati al punto di sapere esattamente dove siamo".

Una serie di dati recenti, tra cui l'indice della spesa per i consumi personali di giovedì, ha segnalato un'inflazione in calo e ha rafforzato le speranze che la banca centrale ponga fine ai rialzi dei tassi d'interesse e possa iniziare presto a ridurli, favorendo un rally delle azioni.

L'S&P 500 e il Nasdaq hanno chiuso il mese di novembre con il maggior guadagno mensile dal luglio 2022, mentre il Dow Jones ha chiuso al livello più alto dal gennaio 2022.

Alle 11:43 a.m. ET, il Dow Jones Industrial Average era in rialzo di 138,57 punti, o 0,39%, a 36.089,46, l'S&P 500 era in rialzo di 13,61 punti, o 0,30%, a 4.581,41, e il Nasdaq Composite era in rialzo di 17,13 punti, o 0,12%, a 14.243,35.

Tesla ha sottoperformato i colleghi della megacap, con un calo dell'1,6%, in quanto il produttore di EV ha fissato il prezzo del suo Cybertruck al di sopra delle previsioni iniziali.

Tra gli altri fattori che hanno trascinato la classifica, Pfizer è scesa del 4,6%, in quanto il produttore di farmaci ha rinunciato al suo piano di far avanzare una versione due volte al giorno del farmaco orale per la perdita di peso danuglipron negli studi di fase avanzata, ritardando il suo ingresso in questo mercato lucrativo.

Le azioni di Alibaba quotate negli Stati Uniti sono scivolate del 2,2% dopo che Morgan Stanley ha declassato il gigante dell'e-commerce, citando un'inversione di tendenza più lenta nei ricavi della gestione dei clienti (CMR).

Marvell Technology ha ceduto il 5,0% dopo che le previsioni sui ricavi del quarto trimestre del produttore di chip sono state inferiori alle stime della Borsa.

Ulta Beauty è salita dell'11,0% dopo che il rivenditore di cosmetici ha alzato la parte inferiore delle sue previsioni di vendite nette annuali e ha nominato Paula Oyibo nuovo direttore finanziario.

Paramount Global è salita del 7,6% in seguito alla notizia che la società di media e Apple hanno discusso di un bundle dei loro servizi di streaming con uno sconto.

I titoli avanzati hanno superato quelli in ribasso con un rapporto di 4,24 a 1 sul NYSE e di 2,49 a 1 sul Nasdaq.

L'indice S&P ha registrato 41 nuovi massimi di 52 settimane e un nuovo minimo, mentre il Nasdaq ha registrato 58 nuovi massimi e 60 nuovi minimi.