La media azionaria giapponese Nikkei è salita ai massimi storici venerdì, mentre i titoli legati al settore tecnologico hanno seguito le chiusure da record dei loro colleghi statunitensi, dopo che i dati sull'inflazione e i commenti dei funzionari della Federal Reserve hanno fornito indicazioni sulla traiettoria dei tassi d'interesse.

Il Nikkei è salito dell'1,4% a 39.693,27, superando il picco record intraday di 39.426,29 stabilito all'inizio della settimana.

L'indice ha registrato un'impennata del 17% quest'anno e continua a salire verso picchi record, dopo aver superato il mese scorso il record storico stabilito durante la bolla degli asset del dicembre 1989.

Il Topix più ampio era in rialzo dello 0,85% a 2698,57.

Il sentimento dei trader è stato alto dopo che l'S&P 500 e il Nasdaq hanno chiuso ai massimi storici durante la notte, sostenuti dai titoli tecnologici legati all'AI, mentre i dati sull'inflazione degli Stati Uniti e i commenti dei funzionari della Federal Reserve hanno alimentato le scommesse su un taglio dei tassi di interesse a giugno.

Le azioni del Nikkei legate al settore tecnologico hanno registrato ottime performance nella sessione mattutina, con Tokyo Electron Ltd in rialzo di circa il 3,8% e il produttore di apparecchiature per il test dei chip Advantest, che annovera tra i suoi clienti il beniamino dell'intelligenza artificiale statunitense Nvidia, che ha guadagnato l'1,6%.

Tra i 33 settori industriali della Borsa di Tokyo, le assicurazioni e i minatori hanno guidato i guadagni, in crescita rispettivamente del 2% e del 3%.