La media azionaria giapponese Nikkei è salita nel corso degli scambi mattutini di martedì, grazie agli investitori che hanno esultato per i massimi record di chiusura di Wall Street, che hanno provocato un salto nei titoli dei semiconduttori nazionali di peso elevato.

Il Nikkei era in rialzo dello 0,3% a 39.155,16 alla pausa di mezzogiorno, dopo aver toccato un massimo di tre settimane a 39.336,66 all'inizio della sessione.

Il più ampio Topix è salito dello 0,21% a 2.788,27.

Nonostante una sessione movimentata a Wall Street durante la notte, l'S&P 500 e il Nasdaq hanno entrambi registrato dei massimi di chiusura record, rafforzando il sentimento durante le contrattazioni a Tokyo.

In particolare, le azioni tecnologiche più pesanti del Giappone hanno registrato un'ottima performance, seguendo il rialzo dell'1,4% dell'Indice dei Semiconduttori di Philadelphia SE.

Il benchmark nazionale, tuttavia, ha perso alcuni guadagni nella seconda metà della sessione, poiché gli investitori hanno esercitato cautela in vista del rapporto CPI statunitense di maggio, previsto per mercoledì, e della conclusione della riunione politica di due giorni della Federal Reserve.

Si prevede che la Fed manterrà i tassi d'interesse, ponendo l'attenzione sulle indicazioni relative alla tempistica con cui i responsabili delle politiche prevedono di iniziare l'allentamento della politica dopo un rapporto sui posti di lavoro negli Stati Uniti più forte del previsto, che ha nuovamente suscitato preoccupazioni.

Ma i mercati continuano a ritenere che la prossima mossa della banca centrale sarà un taglio e non un altro rialzo, ha dichiarato Charu Chanana, stratega del mercato globale e responsabile della strategia FX di Saxo.

"Questo sta aiutando le azioni statunitensi e giapponesi, insieme allo slancio sostenuto dell'AI".

Anche lo yen debole continua a sostenere le azioni giapponesi, mentre le turbolenze politiche in Europa potrebbero portare ulteriori flussi dagli investitori a lungo termine, ha aggiunto Chanana.

Il dollaro è stato scambiato l'ultima volta intorno a 157,21 yen.

Nel frattempo, si prevede che la Banca del Giappone manterrà i tassi di interesse a breve termine in un intervallo dello 0-0,1% durante la riunione di questa settimana, anche se i responsabili politici stanno studiando un modo per rallentare gli acquisti di obbligazioni.

Tra i singoli titoli di martedì, il gigante delle apparecchiature per la produzione di chip Tokyo Electron è salito del 2,2%, mentre il produttore di apparecchiature per il test dei chip Advantest è salito dello 0,9%.

Il produttore di forniture mediche Terumo ha guadagnato l'1,1%, mentre Chugai Pharmaceutical è salita del 2,6%.

L'azienda farmaceutica Eisai ha subito un calo di circa il 3%.