I futures sugli indici azionari statunitensi sono saliti venerdì, mentre i rendimenti del Tesoro hanno esteso i ribassi della sessione precedente e i deboli dati economici recenti hanno rafforzato le speranze che la Federal Reserve abbia finito di aumentare i tassi di interesse.

L'S&P 500 e il Nasdaq hanno ottenuto guadagni marginali giovedì, grazie al calo dei rendimenti del Tesoro, dopo che le richieste di disoccupazione più alte del previsto hanno sostenuto alcune azioni megacap, mentre il rendimento del Treasury a 10 anni si è ulteriormente ridotto venerdì, attestandosi al 4,3849%.

Alcuni titoli della megacap sono saliti nelle contrattazioni pre-mercato, con Amazon.com e Nvidia in rialzo rispettivamente dello 0,6% e dello 0,5%.

I tre indici principali di Wall Street erano pronti a guadagnare circa il 2% per la settimana, in linea con la terza settimana consecutiva di guadagni, in quanto diversi dati, tra cui l'indice dei prezzi al consumo e alla produzione, indicavano un allentamento delle pressioni inflazionistiche.

Anche il rapporto settimanale del Dipartimento del Lavoro sulle richieste di disoccupazione di giovedì ha favorito il sentimento, sottolineando le aspettative del mercato che i tassi di interesse abbiano raggiunto il loro picco.

"Attualmente, le cattive notizie sono buone notizie, in quanto il mercato si concentra sul fatto che le banche centrali diventino più accomodanti", ha dichiarato in una nota Mohit Kumar, capo economista per l'Europa di Jefferies.

Mentre i mercati monetari hanno pienamente prezzato che la Fed manterrà i tassi fermi all'attuale livello del 5,25%-5,50% nella riunione di dicembre, vedono anche una probabilità vicina al 69% di un taglio dei tassi di 25 punti base nel maggio 2024, secondo lo strumento FedWatch del CME Group.

Gli investitori attenderanno ora i commenti dei funzionari della Fed, tra cui il membro votante della politica, il Presidente della Fed di Chicago Austan Goolsbee, previsto nel corso della giornata, per avere indicazioni sulla traiettoria della politica monetaria.

Sul fronte dei dati economici, i mercati monitoreranno i dati sugli avvii di abitazioni per il mese di ottobre, il cui rilascio è previsto per le 8.30 ET.

Alle 5:44 a.m. ET, il Dow e-minis era in rialzo di 100 punti, pari allo 0,29%, lo S&P 500 e-minis era in rialzo di 12 punti, pari allo 0,27%, e il Nasdaq 100 e-minis era in rialzo di 13,75 punti, pari allo 0,09%.

Tra i principali operatori, Gap ha registrato un'impennata del 17,4% prima della campana, in quanto il rivenditore di abbigliamento ha registrato un utile del terzo trimestre migliore del previsto, grazie all'alleggerimento delle spese di fornitura e alle misure di controllo dei costi.

ChargePoint Holdings ha subito un crollo del 24,0%, in quanto il fornitore di reti di ricarica per veicoli elettrici ha abbassato le stime per le entrate del terzo trimestre nei suoi risultati preliminari e ha nominato Rick Wilmer come CEO, con effetto immediato. (Relazioni di Shristi Achar A a Bengaluru; Redazione di Maju Samuel)