Il Nasdaq è salito oltre il livello di 17.000 martedì per la prima volta in assoluto, grazie alla spinta del leader dell'AI Nvidia, che ha raggiunto un livello record, mentre gli investitori attendono i dati sull'inflazione degli Stati Uniti questa settimana, che potrebbero influenzare le aspettative di taglio dei tassi della Federal Reserve.

Il Dow e l'S&P 500 sono scivolati, con l'S&P 500 pressato da cali nel settore sanitario, industriale e finanziario.

Il rapporto sull'indice dei prezzi delle spese di consumo personale core degli Stati Uniti per il mese di aprile è previsto per la fine della settimana. Il barometro dell'inflazione preferito dalla Fed dovrebbe rimanere stabile su base mensile.

Le azioni di Nvidia hanno guadagnato più del 6% e hanno sollevato altri titoli di chip, con l'Indice dei Semiconduttori di Philadelphia in rialzo dell'1,7% al ritorno dei trader da un weekend di vacanza.

"In termini di azione dei prezzi di oggi, si tratta di tecnologia e i vincitori continuano ad essere i vincitori, in particolare Nvidia. Il nastro di oggi è una funzione delle storie positive che hanno un impatto specifico sui titoli, ma nel complesso, come si può vedere dal Dow in calo di circa 200 punti, è una sessione di mercato complessivamente poco brillante", ha dichiarato Michael James, direttore generale del trading azionario presso Wedbush Securities a Los Angeles.

Il Dow Jones Industrial Average è sceso di 278,04 punti, o 0,71%, a 38.791,55, lo S&P 500 ha perso 4,37 punti, o 0,08%, a 5.300,35 e il Nasdaq Composite ha guadagnato 81,68 punti, o 0,48%, a 17.002,47.

Wall Street ha toccato dei record negli ultimi tempi, in quanto gli investitori scommettono che la banca centrale degli Stati Uniti potrebbe dare il via ai tagli dei tassi d'interesse quest'anno.

Le aspettative sulla tempistica dei tagli dei tassi sono state altalenanti, con i responsabili politici cauti, dato che i dati riflettono ancora un'inflazione appiccicosa.

Le probabilità di una riduzione dei tassi di almeno 25 punti base sono superiori al 50% solo per i mesi di novembre e dicembre di quest'anno, secondo il CME FedWatch Tool. Le probabilità di un taglio dei tassi a settembre sono scese a circa il 46% da oltre il 50% di una settimana fa.

Anche il settore della vendita al dettaglio sarà al centro dell'attenzione questa settimana, con diversi rivenditori come Dollar General, Advance Auto Parts e Best Buy che presenteranno gli utili.

Le contrattazioni statunitensi passano a un regolamento più breve martedì, che i regolatori sperano possa ridurre il rischio e migliorare l'efficienza, ma si prevede che aumenti temporaneamente i fallimenti delle transazioni per gli investitori.

Gli azionisti di Hess

hanno approvato

la fusione da 53 miliardi di dollari con Chevron. Le azioni di Hess sono scese dello 0,9%, mentre quelle di Chevron sono salite dello 0,5% e quelle di Exxon Mobil dello 0,8%.

Le azioni di Apple sono aumentate dello 0,2% dopo che le vendite di iPhone in Cina sono aumentate del 52% ad aprile rispetto ad un anno prima, secondo i calcoli di Reuters basati sui dati del settore.

GameStop è salita del 21,5%. Nella tarda serata di venerdì, il rivenditore di videogiochi ha dichiarato di aver raccolto 933 milioni di dollari vendendo 45 milioni di azioni nell'ambito di un'offerta "at-the-market".

Le emissioni in calo hanno superato quelle in attivo con un rapporto di 1,6 a 1 sul NYSE e di 1,38 a 1 sul Nasdaq.

L'S&P 500 ha registrato 23 nuovi massimi di 52 settimane e nove nuovi minimi, mentre il Nasdaq Composite ha registrato 82 nuovi massimi e 87 nuovi minimi. (Servizio di Abigail Summerville a New York; Redazione di Pooja Desai e David Gregorio)