Uno sguardo alla giornata in corso nei mercati statunitensi e globali da parte di Mike Dolan

Un nuovo mese e nuovi record del mercato azionario stanno già per essere raggiunti - sostenuti da un certo sollievo sull'inflazione, dalla stabilizzazione dei sondaggi economici in tutto il mondo e da banche centrali leggermente più accomodanti.

I principali indici di Wall St hanno registrato nuove chiusure record nell'ultimo giorno di febbraio e marzo è iniziato con nuovi massimi per il Nikkei giapponese e il DAX tedesco.

Con i futures statunitensi che si spingono ancora più in alto prima dell'apertura, l'indice MSCI per tutti i Paesi sembra pronto a superare il picco storico della scorsa settimana più tardi, venerdì. L'indicatore di volatilità VIX è tornato ai minimi di tre settimane.

Il Nikkei ha registrato un guadagno di quasi il 20% dall'inizio dell'anno, mentre i benchmark statunitensi e tedeschi sono saliti del 6-7% nei primi due mesi. I dati LSEG hanno mostrato che gli investitori hanno acquistato un netto di 6,98 miliardi di dollari di fondi azionari globali durante la settimana, più che invertendo il ritiro netto di 2,9 miliardi di dollari della settimana precedente.

Lo slancio del mercato azionario sembra ancora potente, anche se lo slancio di disinflazione degli Stati Uniti sembra essersi un po' arrestato.

L'indicatore dell'inflazione PCE di gennaio, molto atteso giovedì, ha mostrato che i tassi annuali dell'inflazione headline e 'core' sono diminuiti ulteriormente - ma i tassi annualizzati a 6 mesi sono schizzati fino al 2,5%, da poco meno del 2% fissato dalla Federal Reserve alla fine dello scorso anno.

Il balzo mensile dei prezzi è stato comunque in linea con le previsioni, alimentato da alcune stranezze legate al mese di gennaio e al clima. E i funzionari della Fed sono sembrati più inclini a sottolineare la loro convinzione che i tagli dei tassi di interesse siano ancora in arrivo nel corso dell'anno, piuttosto che la loro pazienza nell'eseguirli.

Giovedì, una parata di alti funzionari della Fed sembravano tutti pronti a superare qualsiasi ostacolo sulla strada della disinflazione e hanno ribadito la loro fiducia nella possibilità di allentare la politica nel 2024.

"Mi aspetto che taglieremo i tassi d'interesse nel corso dell'anno", ha detto nella notte il capo della Fed di New York, John Williams. "Ha senso che, con l'inflazione in calo e l'economia più equilibrata, i tassi di interesse tornino a livelli più normali".

Con i mercati dei futures che hanno già dimezzato le aspettative di taglio dei tassi per l'intero anno dall'inizio dell'anno, portandole a circa 80 punti base, e che hanno posticipato la tempistica di un primo taglio a giugno o luglio, gli ultimi colpi di scena sono stati accolti con un certo sollievo.

I rendimenti del Tesoro si sono calmati e sono ben lontani dai massimi di febbraio. Anche il dollaro sembra sereno.

Il balzo dello yen di giovedì è stato rapidamente invertito durante la notte, quando le speculazioni su un imminente inasprimento della politica della Banca del Giappone sono state nuovamente spente.

Il capo della BOJ, Kazuo Ueda, ha respinto i commenti più falsi di uno dei suoi vice questa settimana e ha affermato che è troppo presto per concludere che l'inflazione sta raggiungendo in modo sostenibile l'obiettivo del 2%. "Non credo che ci siamo ancora", ha detto.

I numeri dell'inflazione 'core' di febbraio della zona euro, nel frattempo, sono stati un po' più frizzanti di quanto molti avessero sperato. Sebbene i tassi principali siano scesi di nuovo, proprio come le letture degli Stati Uniti, gli aumenti dei prezzi sottostanti che escludono la volatilità di cibo e carburante sono scesi solo al 3,1% dal 3,3% - mancando la previsione del 2,9%.

Non ci sono state reazioni nei mercati del debito pubblico dell'euro o della zona euro, dove lo spread tra i rendimenti decennali italiani e i benchmark tedeschi è sceso brevemente ai minimi degli ultimi due anni.

Anche la timida ripresa del mercato azionario cinese è proseguita venerdì. Anche se l'attività manifatturiera cinese a febbraio si è contratta per il quinto mese consecutivo, gli investitori attendono il Congresso Nazionale del Popolo della prossima settimana per vedere se ci saranno segnali di un pacchetto di spesa per aiutare il settore immobiliare e manifatturiero o di aiuti alle famiglie per stimolare i consumi.

Le posizioni corte nelle azioni cinesi si sono ridotte di un terzo il mese scorso, raggiungendo il minimo in più di tre anni, a seguito delle misure adottate dalle autorità di regolamentazione per frenare la speculazione. Il mese scorso, l'autorità di vigilanza cinese sui titoli ha sospeso le agenzie di intermediazione dal prendere in prestito azioni per prestarle ai venditori allo scoperto e agli investitori è stato vietato di vendere allo scoperto azioni acquistate nello stesso giorno.

Ma gli Stati Uniti hanno detto che stanno aprendo un'indagine per verificare se le importazioni di veicoli cinesi pongono rischi per la sicurezza nazionale e potrebbero imporre restrizioni a causa delle preoccupazioni sulla tecnologia delle auto "connesse", ha detto giovedì la Casa Bianca.

Tra le notizie aziendali, il crollo del 18% del prezzo delle azioni della società di cloud Snowflake giovedì è stato compensato dalle migliori notizie sugli utili di Dell e NetApp durante la notte - ed entrambi i prezzi delle azioni sono saliti di circa il 20% prima dell'apertura di venerdì.

Altrove, la Banca Nazionale Svizzera ha dichiarato che il suo Presidente Thomas Jordan si dimetterà alla fine di settembre, lasciando con tre anni di anticipo dopo oltre un decennio alla guida segnato da crisi come il crollo di Credit Suisse e un franco sovralimentato.

I punti chiave dell'agenda che potrebbero fornire una direzione ai mercati statunitensi nel corso della giornata di venerdì: * Indagini manifatturiere statunitensi di febbraio da parte di ISM e S&P Global, lettura finale di febbraio dell'Università del Michigan sul sentimento dei consumatori * Parlano i Governatori del Consiglio della Federal Reserve Christopher Waller e Adriana Kugler, il Presidente della Fed di Dallas Lorie Logan, il Presidente della Fed di Richmond Thomas Barkin, il Capo della Fed di Atlanta Raphael Bostic, il Capo della Fed di San Francisco Mary Daly e il Capo della Fed di Kansas City Jeffrey Schmid; parla il Capo Economista della Bank of England Huw Pill * Il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden incontra il Primo Ministro italiano Giorgia Meloni a Washington. Il Cancelliere tedesco Olaf Scholz incontra il Presidente italiano Sergio Mattarella a Roma. Il Segretario del Tesoro statunitense Janet Yellen visita il Cile * Guadagni delle aziende statunitensi: EchoStar, RadNet, ecc.