Le azioni australiane sono scese di quasi l'1% in un'ampia vendita giovedi, con i pesi massimi minerari e bancari in testa alle perdite, dopo che i dati sull'inflazione al consumo, piu forti del previsto, hanno smorzato le aspettative di un taglio dei tassi di interesse nel breve termine.

L'indice S&P/ASX 200 e sceso dello 0,8% a un minimo di quasi quattro settimane di 7.613 punti, alle 0043 GMT. Il benchmark ha chiuso in ribasso dell'1,3% mercoledi.

I dati dell'Ufficio australiano di statistica hanno mostrato mercoledi che l'indice mensile dei prezzi al consumo (CPI) e aumentato ad un ritmo annuale del 3,6% ad aprile, rispetto al 3,5% di marzo, sollevando le preoccupazioni di un ritardo nei tagli dei tassi.

C'e stata forza nell'inflazione e la banca centrale si e concentrata sulla necessita di mantenere l'inflazione fuori dalla banda di oscillazione, ha dichiarato Sarah Hunter, capo-economista della Reserve Bank of Australia (RBA).

La RBA si aspetta che l'inflazione complessiva salga al 3,8% entro giugno.

Gli investitori attendono ora i dati chiave sull'inflazione degli Stati Uniti, previsti per venerdi, per avere ulteriori indicazioni sulla traiettoria dei tassi di interesse della Federal Reserve.

A Sydney, i titoli finanziari sensibili ai tassi sono scesi dello 0,4%, mentre le banche "Big Four" sono scese tra lo 0,5% e l'1,2%.

I minatori sono crollati dell'1,5%, con BHP, il piu grande minatore quotato al mondo, che ha perso circa l'1,3% dopo aver abbandonato un accordo da 49 miliardi di dollari per rilevare la rivale Anglo American, quotata a Londra.

Seguendo le perdite di Wall Street, il sottoindice tecnologico ha perso lo 0,4% nei primi scambi.

I titoli dell'oro e dell'energia sono stati entrambi scambiati in ribasso dell'1,3% dopo che i prezzi delle materie prime sono scesi sui timori che la Fed statunitense possa mantenere gli interessi piu alti piu a lungo.

Dall'altra parte del Mar di Tasman, l'indice di riferimento neozelandese S&P/NZX 50 era in calo dello 0,6% a 11.604,74, registrando la quinta sessione consecutiva di perdite, in vista del bilancio governativo previsto per le 0200 GMT.