La capitale cinese Pechino ha battuto il suo record di ore di temperature sotto zero nel mese di dicembre, risalente al 1951, dopo che un'ondata di freddo ha spazzato vaste aree del Paese e ha portato con sé bufere di neve, mandando le temperature verso minimi storici.

Le zone settentrionali e nordorientali del Paese hanno sperimentato un freddo da record dalla scorsa settimana, con alcune aree del nordest che hanno toccato i meno 40 Celsius (meno 40 Fahrenheit) e oltre, grazie all'aria fredda e pungente che è scesa dall'Artico.

A partire da domenica, un osservatorio meteorologico di Pechino ha registrato più di 300 ore di temperature sotto lo zero dall'11 dicembre, il massimo per il mese da quando sono iniziate le registrazioni nel 1951, secondo il Beijing Daily, che è sostenuto dallo Stato.

La capitale ha anche sopportato nove giorni consecutivi di temperature inferiori a meno 10 C (14 F) in questo periodo, ha aggiunto il Beijing Daily.

Diverse città della provincia cinese centrale di Henan, a sud-ovest di Pechino, sono nella morsa di una crisi di approvvigionamento di riscaldamento invernale, con i fornitori di energia termica nella città di Jiaozuo sotto pressione per garantire le forniture.

Le caldaie per il riscaldamento di JiaoZuo WanFang Aluminum Manufacturing, uno dei principali fornitori della città, si sono guastate, lasciando alcune aree con un urgente bisogno di maggiori forniture di calore, hanno riferito domenica i media statali.

Il fornitore sta cercando di risolvere il malfunzionamento e prevede di riprendere le forniture il 26 dicembre, hanno riferito i media statali, senza specificare il numero di caldaie che si sono rotte.

JiaoZuo WanFang Aluminum non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento inviata via e-mail da Reuters.

La città sospenderà la fornitura di calore per la maggior parte delle aziende, ad eccezione dei fornitori di servizi essenziali come gli ospedali e i centri anziani, per dare priorità all'utilizzo del calore residenziale. Tuttavia, alcuni edifici residenziali saranno ancora interessati durante il periodo di manutenzione del dispositivo, hanno aggiunto i media.

Altre due città dello Henan - Puyang e Pingdingshan - hanno già sospeso la fornitura di calore ai dipartimenti governativi e alle istituzioni amministrative per dare priorità all'uso residenziale, hanno dichiarato i governi locali, citando il clima estremamente freddo.

Le previsioni meteo indicano che le temperature nelle tre città raggiungeranno lo zero domenica. Le temperature in molte altre aree dello Henan sarebbero scese a meno 15 C (5 F) durante il fine settimana, ha dichiarato sabato l'autorità meteorologica della provincia centrale.

Si prevede che l'aria calda fluisca dal nord al sud del Paese, alzando le temperature a partire dal fine settimana.

Alle 14.00 (0600 GMT) di domenica, le temperature in molte aree della Cina centrale e orientale erano leggermente risalite, con un aumento delle temperature in alcune zone di oltre 10 C, ha dichiarato l'autorità meteorologica cinese. (Relazioni di Ella Cao, Siyi Liu e Ryan Woo; Redazione di Muralikumar Anantharaman e Hugh Lawson)