La Cina dovrebbe aumentare i dazi sulle importazioni di auto di grandi dimensioni alimentate a benzina fino al 25%, ha dichiarato un esperto dell'ente di ricerca automobilistico affiliato al governo al quotidiano cinese Global Times, mentre il Paese si trova ad affrontare un forte aumento dei dazi sulle importazioni di auto dagli Stati Uniti e forse ulteriori dazi per entrare nell'Unione Europea.

Liu Bin, esperto capo del China Automotive Technology & Research Center (CATARC) e vicedirettore del China Automotive Strategy and Policy Research Center, ha affermato che un tasso tariffario del 25% è in linea con le regole dell'OMC.

L'attuale tariffa di importazione della Cina per le automobili è del 15%.

Le azioni di BMW e Mercedes sono state tra i maggiori traini dello STOXX 600 nelle prime ore di mercoledì, con un calo di oltre il 2% per entrambe.

"L'adeguamento tariffario suggerito per le berline a benzina e i veicoli utilitari sportivi importati con motori superiori a 2,5 litri non è solo in linea con le regole dell'OMC", ha dichiarato Liu del CATARC, affiliato al Governo, al quotidiano controllato dallo Stato.

Ha detto che aiuterebbe anche a bilanciare i mercati nazionali e internazionali e a sostenere una politica di spinta verso uno sviluppo verde e a basse emissioni di carbonio.

Un dazio più alto per le auto con motori più grandi colpirebbe soprattutto le case automobilistiche tedesche che esportano SUV e berline in Cina.

"Abbiamo anche notato che alcuni Paesi e regioni hanno adottato misure restrittive nel settore dei veicoli a nuova energia, che vanno contro il concetto di sviluppo verde e violano i principi dell'economia di mercato e le regole dell'OMC", ha dichiarato Liu.

Gli Stati Uniti hanno presentato nuovi dazi su una serie di importazioni cinesi, tra cui i veicoli elettrici. La Commissione Europea sta indagando sui veicoli elettrici prodotti in Cina, il che dovrebbe portare a ulteriori dazi.

Ha detto che l'aumento delle tariffe raccomandato accelererebbe la transizione verde e sarebbe fondamentalmente diverso dalle misure protezionistiche adottate altrove. (Servizio di Philip Blenkinsop, servizi aggiuntivi di Sarah Wu e Zoey Zhang a Pechino; Redazione di Elaine Hardcastle)