L'azienda statale nigeriana NNPC ha firmato un accordo con Golar LNG per l'impiego di una nave galleggiante per il gas naturale liquefatto (LNG) al largo della costa del Delta del Niger, ricca di petrolio, ha dichiarato martedì NNPC.

La Nigeria, il primo produttore di petrolio dell'Africa, detiene le maggiori riserve di gas del continente, pari a oltre 200 milioni di trilioni di piedi cubi, e sta cercando di investire per aumentare la produzione.

Il portavoce della NNPC, Olufemi Soneye, ha detto che il Contratto di Sviluppo del Progetto (PDA) utilizzerà circa 500 milioni di piedi cubi standard di gas al giorno, producendo LNG, propano e condensato.

"L'accordo mira a monetizzare le vaste riserve di gas comprovate dalle risorse di acque poco profonde al largo della Nigeria", ha dichiarato Soneye in un comunicato.

Soneye ha detto che NNPC e Golar LNG hanno concordato di raggiungere una Decisione Finale di Investimento (FID) sul progetto entro la fine dell'anno, con una produzione che dovrebbe iniziare nel 2027.

L'accordo è il secondo accordo di GNL galleggiante che la NNPC ha firmato con dei partner nell'ultimo anno e segue altri due accordi di GNL con investitori per aumentare le forniture e le esportazioni nazionali.

La Nigeria, che continua a bruciare il gas in eccesso prodotto a causa dell'inadeguatezza delle infrastrutture di trattamento, ha lanciato un programma nazionale di espansione del gas nel 2020 per porre fine al flaring aumentando l'uso locale del gas.