Il prolifico sviluppatore di petrolio e gas Double Eagle sta esplorando una vendita del suo ultimo produttore basato nel Bacino Permiano, in un accordo che potrebbe valere piu di 6,5 miliardi di dollari, compreso il debito, secondo persone che hanno familiarita con la questione.

Il team di Double Eagle dovrebbe avviare un processo di vendita del produttore nella seconda meta di quest'anno, hanno detto le fonti, che hanno richiesto l'anonimato in quanto la questione e riservata.

I produttori di petrolio e gas quotati in borsa, compresi quelli che gia operano nella porzione di Midland del Permiano, dove si trova Double Eagle Energy Holdings IV, dovrebbero essere potenziali acquirenti, hanno aggiunto le fonti, avvertendo che un accordo non e garantito.

Se le trattative andranno a buon fine, la vendita di Double Eagle IV segnerebbe una delle piu grandi transazioni che hanno coinvolto un produttore energetico privato statunitense nell'ultimo anno.

Tra le recenti operazioni di rilievo che hanno coinvolto produttori privati, ricordiamo l'accordo da 26 miliardi di dollari di Diamondback Energy con Endeavor Energy e l'accordo da 12 miliardi di dollari in contanti e azioni di Occidental Petroleum per CrownRock.

Un accordo genererebbe un altro enorme guadagno per il team guidato dagli imprenditori petroliferi Cody Campbell e John Sellers, che hanno venduto la loro terza iterazione di Double Eagle a Pioneer Natural Resources per 6,4 miliardi di dollari nel 2021.

Double Eagle IV, che conta EnCap Investments come il suo principale investitore, ha raccolto 2,3 miliardi di dollari in finanziamenti totali dal suo lancio da investitori come Apollo Global Management, Elda River Capital e membri del suo team di gestione.

Double Eagle, EnCap ed Elda River hanno rifiutato un commento. Apollo non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Il quarto Double Eagle copre circa 55.000 acri netti in Texas e si prevede che generera piu di 90.000 barili di petrolio equivalente di produzione netta entro la fine di quest'anno, hanno detto le fonti.

L'attivita di fusione e acquisizione nel settore dello shale statunitense ha raggiunto livelli record nell'ultimo anno a causa di una raffica di megadeals, in quanto le societa di esplorazione e produzione stanno cercando di aumentare la scala e di aggiungere posizioni di perforazione premium come parte di un'ondata di consolidamento che si ripete da una generazione.

Le operazioni piu importanti includono l'acquisizione di Pioneer da parte di Exxon Mobil, per un valore di 60 miliardi di dollari; l'acquisizione di Hess da parte di Chevron, per un valore di 53 miliardi di dollari; e l'affare di Marathon Oil da 22,5 miliardi di dollari di ConocoPhillips, annunciato mercoledi scorso. (Servizio di David French a New York; Redazione di Anirban Sen e David Gregorio)