Il principale indice azionario canadese è sceso ai minimi di tre mesi venerdì, estendendo la recente sottoperformance rispetto ai mercati statunitensi, in quanto gli investitori hanno evitato le azioni finanziarie ed energetiche, che hanno un peso elevato nell'indice, a favore delle azioni tecnologiche.

L'indice composito S&P/TSX della Borsa di Toronto ha chiuso in calo di 59,01 punti, pari allo 0,3%, a 21.639,10, il livello di chiusura più basso dal 6 marzo.

Per la settimana, l'indice è sceso dell'1,7%, il maggior calo settimanale da ottobre. Si è trattato del quarto calo settimanale consecutivo per il TSX, il periodo più lungo dal maggio 2023.

"Sembra che stia davvero divergendo dall'S&P 500, che sta chiudendo una settimana molto forte", ha detto Brian Madden, responsabile degli investimenti presso First Avenue Investment Counsel Inc.

"I soldi sono gestiti in modo professionale e molti soldi inseguono la performance e la performance è molto forte negli Stati Uniti e non in Canada".

Il TSX è in rialzo del 3,3% dall'inizio dell'anno, ben al di sotto del guadagno del 13,9% dell'S&P 500, che ha un peso maggiore nelle azioni tecnologiche ad alto rendimento.

Il benchmark statunitense ha chiuso leggermente in ribasso venerdì, ma si è mantenuto vicino al record di chiusura registrato giovedì.

C'è una "buona leadership del gruppo tecnologico negli Stati Uniti". Il Canada, nonostante i migliori sforzi di Shopify oggi, non è sufficiente a sostenere l'intero mercato".

Il settore tecnologico del mercato di Toronto è salito dello 0,9%, con la società di e-commerce Shopify Inc in rialzo del 4,6%.

Ma la maggior parte dei settori principali ha chiuso in ribasso, con i finanziari, che rappresentano il 29% della ponderazione dell'indice, in calo dello 0,5% e l'energia, che ha una ponderazione del 20%, in calo dello 0,7%.

Il prezzo del petrolio è sceso dello 0,2% a 78,45 dollari al barile, cedendo parte del suo progresso settimanale.

Anche i settori difensivi hanno perso terreno, con i beni di consumo in calo dell'1,6% e i servizi di comunicazione in ribasso dell'1,2%. (Relazioni di Fergal Smith a Toronto e di Shristi Achar A e Nikhil Sharma a Bengaluru; Redazione di Shreya Biswas e Alistair Bell)