Il principale indice azionario canadese e sceso a un minimo di quasi quattro settimane mercoledi, quando la Bank of Montreal ha riportato risultati deludenti e gli investitori hanno temuto che i costi di prestito sarebbero rimasti elevati piu a lungo di quanto previsto, rallentando la crescita economica.

L'indice composito S&P/TSX della Borsa di Toronto ha chiuso in ribasso di 367,07 punti, pari all'1,65%, a 21.897,98, il livello di chiusura piu basso dal 2 maggio e il calo maggiore dal 13 febbraio.

Anche le azioni statunitensi sono scese, mentre i rendimenti del Tesoro sono aumentati a causa delle preoccupazioni sulla tempistica e sull'entita dei possibili tagli dei tassi d'interesse da parte della Federal Reserve.

"Se i tassi rimangono piu alti, cio comporta la possibilita di un rallentamento dell'economia", ha dichiarato Michael Sprung, presidente di Sprung Investment Management. "Potremmo trovarci in una situazione difficile nei prossimi mesi".

Tutti e dieci i principali settori del mercato di Toronto hanno perso terreno, compreso un calo del 2,39% per i titoli finanziari fortemente ponderati.

Bank of Montreal ha riportato un utile trimestrale piu debole del previsto, danneggiato da maggiori accantonamenti per perdite su prestiti. Le sue azioni sono scese dell'8,86%.

"Sembra che le banche stiano facendo accantonamenti maggiori del previsto per i prestiti inesigibili", ha detto Sprung. "Dal loro punto di vista, sono prudenti, mentre dal punto di vista degli investitori, sembra che le banche pensino che le cose andranno peggio di quanto sperato".

Il settore dei materiali, che comprende i minatori e le societa di fertilizzanti, ha perso il 2,15% a causa del calo dei prezzi dell'oro e del rame.

Anche il prezzo del petrolio e diminuito, attestandosi in ribasso dello 0,8% a 79,23 dollari al barile. Questo ha pesato sull'energia, con il settore che ha chiuso in ribasso di quasi il 2%.

Il gruppo dei servizi di pubblica utilita, che comprende molti titoli ad alto dividendo che potrebbero beneficiare in modo particolare dei tagli dei tassi di interesse, e sceso del 2,34%.

La National Bank of Canada e stata un punto luminoso. Le sue azioni hanno guadagnato il 2,55% dopo che l'istituto di credito ha registrato un aumento dell'utile netto del secondo trimestre, aiutato dalla forte performance delle sue unita di gestione patrimoniale e dei mercati finanziari. (Relazioni di Fergal Smith a Toronto e di Khushi Singh a Bengaluru; Redazione di Daniel Wallis)