I benchmark indiani hanno chiuso venerdì a livelli record, cancellando le perdite legate alle elezioni, grazie agli afflussi interni, alla continuità politica e alla proiezione di una crescita economica più rapida.

Il NSE Nifty 50 ha chiuso in rialzo del 2,05% a 23.290,15 punti, mentre lo S&P BSE Sensex ha chiuso in rialzo del 2,16% a 76.693,36 punti.

Il Nifty ha guadagnato il 3,4% questa settimana, mentre il Sensex è salito del 3,7%, recuperando tutte le perdite subite martedì dopo che l'alleanza del Primo Ministro Narendra Modi ha vinto le elezioni generali con una maggioranza sorprendentemente sottile.

Il Nifty ha registrato la sua migliore settimana dall'inizio di dicembre, mentre il Sensex ha registrato la sua migliore settimana in quasi 2 anni.

Il rally di recupero è avvenuto grazie al fatto che gli acquisti interni hanno superato le vendite estere e che nel fine settimana è emersa la chiarezza sulla formazione del governo da parte di Modi e dei suoi alleati.

Nel frattempo, la Reserve Bank of India ha alzato le aspettative di crescita del prodotto interno lordo (PIL) a regime al 7,2% dal 7% di venerdì, e ha mantenuto invariato il tasso di prestito chiave, come previsto.

"Il comitato di politica monetaria è stato ottimista sulla crescita e ha aumentato le previsioni del PIL, pur essendo consapevole e cauto nel raggiungere l'ultimo miglio della disinflazione", ha detto Niraj Kumar, chief investment officer di Future Generali India Life Insurance Company, aggiungendo che il rialzo dei numeri di crescita ha confortato i mercati azionari.

Tutti i 13 principali sottoindici hanno chiuso in rialzo nella giornata, guidati dai titoli della tecnologia dell'informazione, sensibili ai tassi statunitensi, che hanno guadagnato il 3,4%.

L'indice IT ha registrato la sua migliore settimana dall'inizio di maggio 2020, dopo che le principali banche centrali hanno dato il via al loro ciclo di riduzione dei tassi, aumentando le aspettative che la Federal Reserve possa seguire il suo esempio.

Il rapporto sui salari non agricoli degli Stati Uniti, previsto dopo la campanella, potrebbe fornire ulteriori indicazioni sulla traiettoria dei tassi di interesse in una geografia che è un mercato chiave per le aziende IT indiane.

Wipro, l'azienda IT numero 4 in India, ha registrato un progresso del 5,1%, il più alto nell'indice IT, dopo aver ottenuto un ordine del valore di 500 milioni di dollari da un cliente con sede negli Stati Uniti.

Bajaj Finance è salita del 3,8% dopo che la sua unità di finanziamento immobiliare ha approvato un'offerta pubblica iniziale.