FRANCOFORTE (awp/ats/ans) - Le Borse europee confermano l'andamento positivo con il mercato che scommette, dopo la stretta, su un piano di tagli dei tassi da parte delle banche centrali. Per capirne le intenzioni lo sguardo è alla prossima settimana con il consiglio direttivo della Bce il 14 dicembre, preceduto il giorno prima dal meeting della Fed.

Secondo Martins Kazaks, membro del Consiglio direttivo di Francoforte, "non sono necessarie" sforbiciate "nella prima metà del 2024", tuttavia se le prospettive cambiano la banca centrale è pronta a rivedere le proprie decisioni. Milano resta la migliore (Ftse Mib +0,6% a 30.250 punti) con l'indice d'area del Vecchio Continente, lo stoxx 600, che sale dello 0,3% con finanza, tech e industriali che guidano gli acquisti. A Zurigo l'SMI sale dello 0,18%.

Sul fronte delle commodity, il petrolio cede con il wti a 71,6 dollari (-0,9%) e il brent a 76,5 dollari (-0,8%). Il prezzo del gas, complici le temperature instabili, sale del 3,5% a 39,4 euro dopo aver sfiorato i 40 euro al megawattora. Per i cambi l'euro è sempre debole sul dollaro con cui scambia a 1,0778.