ZURIGO (awp/ats) - La borsa svizzera apre in rialzo la seconda seduta della settimana: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 12'167,34 punti, in progressione dello 0,24% rispetto a ieri.

Gli investitori prendono atto della chiusura positiva di Wall Street (Dow Jones +0,18% a 38'868,04 punti, Nasdaq +0,35% a 17'192,53 punti) e guardano anche all'andamento delle piazze asiatiche, Tokyo in primis (Nikkei +0,25% a 39'134,79 punti).

Stando agli operatori l'esito delle elezioni europee e il prossimo rinnovo del parlamento francese continuano a creare una certa insicurezza e favoriscono la volatilità. Gli occhi degli investitori sono però già rivolti alla cruciale giornata di domani, quando negli Stati Uniti verranno dapprima diffusi gli ultimi dati sull'inflazione e poi - in serata in Svizzera - saranno rese note le ultime decisioni della Federal Reserve in materia di tassi, che dovrebbero rimanere invariati. La concomitanza dei due importanti eventi è rara.

Sul fronte interno si mette in luce Partners Group (+0,39%), che ha completato il suo programma di raccolta di denaro per investimenti diretti con impegni per un totale superiore ai 15 miliardi di dollari. In relazione a UBS (+0,07%) vanno segnalate le dichiarazioni della numero uno della componente svizzera Sabine Keller-Busse, che ha fatto sapere come la fusione delle attività elvetiche con quelle di Credit Suisse potrebbe avvenire già il primo luglio. Fra gli altri valori SMI il più ispirato è Sonova (+1,04%), mentre il meno convincente appare Kühne+Nagel (-1,12%).

Nel mercato allargato i riflettori sono puntati su Avolta (+0,39%), che attraverso un'affiliata ha sottoscritto un nuovo contratto delle durata di 15 anni con l'aeroporto californiano di Sacramento. Sulzer (+0,24%) è sostenuta dai commenti positivi degli analisti dopo la giornata degli investitori.