L'indice azionario di riferimento europeo ha toccato un massimo storico venerdì, in linea con il maggior guadagno settimanale dalla fine di gennaio, in quanto la propensione al rischio è stata sostenuta dalle crescenti scommesse sul taglio dei tassi d'interesse nella regione e da una forte stagione degli utili.

Lo STOXX 600 paneuropeo è salito dello 0,8%, alle 0830 GMT, e anche l'indice di riferimento tedesco ha toccato un massimo storico.

Le azioni europee hanno recuperato il loro rally da record, con lo STOXX 600 che punta a un guadagno settimanale del 3%, dopo che gli investitori avevano preso fiato ad aprile. L'euforia per l'intelligenza artificiale e l'allentamento della politica monetaria, tra le altre cose, aveva scatenato guadagni record nelle azioni della regione dalla fine del 2023.

"Il miglioramento del contesto macro dovrebbe essere di supporto al mercato azionario europeo... le valutazioni rimangono molto ragionevoli e forse c'è ancora spazio per un'espansione", ha dichiarato Thomas McGarrity, responsabile delle azioni di RBC Wealth Management nelle Isole Britanniche.

Sottolineando la divergenza dell'Europa dalla Federal Reserve statunitense e stimolando le azioni, la Banca d'Inghilterra ha accennato a tagli estivi dei tassi e la Riksbank svedese ha effettuato il suo primo taglio dal 2016 all'inizio di questa settimana. Nel frattempo, la Banca Centrale Europea, nella sua ultima riunione politica, ha segnalato un taglio dei tassi a giugno.

McGarrity di RBC prevede che sia la BCE che la BoE taglieranno i tassi tre volte quest'anno, sostenendo le rispettive economie.

I verbali dell'ultima riunione politica della BCE, previsti per venerdì, sono ora al centro dell'attenzione.

I servizi di pubblica utilità sono avanzati dell'1,8%, con l'italiana Enel che è salita del 3,6% a seguito di un aumento dell'utile core del primo trimestre. L'azienda di servizi pubblici più grande del Portogallo, EDP, è salita del 4,2% dopo un aumento dell'utile netto del primo trimestre superiore alle attese.

Le risorse di base sono aumentate dell'1,7%, seguendo i prezzi più alti dei metalli. Anglo American è avanzata dell'1,8% dopo che un rapporto ha detto che il gigante minerario Rio Tinto ha preso in considerazione un'offerta per il minatore britannico.

Iveco Group è balzato del 6,6%, dopo che il produttore italiano di autocarri e autobus ha registrato un aumento dell'utile operativo del primo trimestre, con un miglioramento del margine in tutti i segmenti di attività.

Zalando è salito del 3,3% dopo che Berenberg ha aggiornato il rivenditore online tedesco a "buy" da "hold", mentre il gruppo italiano di difesa Leonardo è salito del 4% dopo che UBS ha aggiornato il titolo a "buy" da "neutral".

Sul fronte opposto, Getinge è crollata del 7,5% dopo che la FDA statunitense ha emesso un avvertimento sulla sicurezza di due dispositivi cardiaci del produttore svedese di apparecchiature mediche.

Il portale immobiliare britannico Rightmove ha perso il 5% dopo aver tagliato le stime di crescita del fatturato medio per inserzionista (ARPA) per il 2024.

Symrise è scesa dell'1,1% dopo che Berenberg ha declassato il produttore tedesco di aromi e profumi a "hold" da "buy". (Servizio di Ankika Biswas a Bengaluru; Redazione di Rashmi Aich e Eileen Soreng)