L'indice di riferimento europeo si è ritirato giovedì da un recente rally, con una manciata di titoli fortemente ponderati che hanno chiuso i conti con i dividendi, mentre le azioni della banca spagnola BBVA sono crollate dopo aver annunciato un'offerta pubblica di acquisto ostile per la rivale più piccola Sabadell.

Lo STOXX 600 paneuropeo è sceso dello 0,1% alle 08.30 GMT, dopo aver fatto un balzo del 2,5% nelle ultime quattro sessioni e aver registrato un record di chiusura per due giorni consecutivi.

Il benchmark britannico FTSE 100 è rimasto piatto, in attesa della decisione politica della Banca d'Inghilterra che avverrà nel corso della giornata. Si prevede che la banca centrale manterrà i tassi fermi e probabilmente farà un altro passo verso un taglio dei tassi, ma probabilmente sarà cauta nel segnalare una mossa imminente.

Lo STOXX 600 europeo ha iniziato maggio con una nota positiva, dopo una pausa dal rally record di aprile, grazie alla tenuta degli utili, all'indicazione della Banca Centrale Europea di un probabile taglio dei tassi a giugno e al calo delle tensioni in Medio Oriente.

"I dati sull'inflazione sembrano essere più convincenti in Europa che negli Stati Uniti... Ci aspettiamo che il primo taglio dei tassi da parte della BCE sia l'inizio di un ciclo di riduzione dei tassi", ha dichiarato Kiran Ganesh, stratega multi-asset di UBS Global Wealth Management.

Il settore automobilistico è stato il più colpito, con un calo dell'1,2%, trascinato da un calo del 5,6% di Mercedes-Benz, dato che le azioni della casa automobilistica tedesca erano scambiate senza dividendi.

I massimi dirigenti di BMW e Volkswagen hanno messo in guardia contro l'imposizione di dazi all'importazione da parte dell'UE sui veicoli elettrici delle case automobilistiche cinesi, affermando che ciò potrebbe mettere in crisi il piano Green Deal del blocco e danneggiare le case automobilistiche importatrici di auto prodotte in Cina.

Altri titoli chiave che sono stati negoziati senza dividendo e che hanno pesato sullo STOXX 600 sono stati HSBC e la società tedesca di servizi finanziari Allianz SE, in calo rispettivamente del 3,7% e del 4,6%.

Per quanto riguarda i principali sviluppi di M&A, la banca spagnola Sabadell è balzata del 3,8% dopo che la rivale BBVA ha presentato un'offerta di acquisizione da 12,23 miliardi di euro direttamente agli azionisti, anche se il consiglio di amministrazione della prima ha già respinto la proposta.

Con le azioni BBVA in calo del 5,8%, l'indice di riferimento della Spagna ha perso l'1,2% e ha perso terreno rispetto ai suoi colleghi regionali.

Sul fronte degli utili, lo sviluppatore belga di farmaci argenx ha perso il 9,2% in seguito agli utili del primo trimestre.

Il gruppo italiano di pagamenti Nexi è balzato di quasi il 6% dopo un aumento superiore alle previsioni dell'utile core del primo trimestre.

BE Semiconductor Industries è salita del 4,7% dopo aver annunciato di aver ricevuto un ordine per 26 sistemi di incollaggio ibridi.

"Finora è stato relativamente buono dal punto di vista degli utili, e sembra che una parte di questo sia filtrata in una prospettiva aziendale più positiva", ha detto Ganesh di UBS Global.

Almeno il 61% delle società STOXX 600 che hanno comunicato i loro utili del primo trimestre hanno superato le stime, rispetto al tipico tasso di battitura del 54%, secondo i dati LSEG di martedì.