La compagnia petrolifera nazionale del Gabon ha accettato di acquisire Assala Energy di Carlyle, dopo aver esercitato il diritto di prelazione sulla vendita dell'attività per 1,3 miliardi di dollari alla francese Maurel & Prom, hanno dichiarato venerdì le aziende.

In agosto, Maurel & Prom aveva accettato di acquisire Assala Energy per 730 milioni di dollari, un accordo che comprendeva anche il rinnovo di una linea di credito di 600 milioni di dollari.

Ma a seguito di un colpo di stato militare nel Paese dell'Africa occidentale alla fine di agosto, la compagnia petrolifera nazionale gabonese ha cercato di esercitare il suo diritto di prelazione sull'acquisizione a novembre.

L'azienda energetica francese Maurel & Prom ha dichiarato che il nuovo accordo di acquisto con Gabon Oil Company "sostituisce" l'accordo stipulato con il gigante del private equity.

Carlyle ha affermato che i termini del nuovo accordo sono "sostanzialmente gli stessi".

Le azioni di Maurel & Prom erano poco variate alle 0910 GMT.

Il braccio energetico non statunitense di Carlyle, CIEP, ha investito per la prima volta in Assala nel 2017, quando ha acquisito le attività obsolete di Shell in Gabon per 628 milioni di dollari.

Il Gabon produce circa 200.000 barili al giorno (bpd) di petrolio grezzo, il che lo rende il secondo più piccolo produttore OPEC.

Assala ha aumentato la sua produzione nel Paese africano del 30% dall'acquisizione del 2017, raggiungendo 45.000 bpd, e ha anche aumentato le dimensioni delle sue riserve di petrolio e di gas del 160% attraverso l'esplorazione, ha dichiarato Carlyle lo scorso agosto. (Relazioni di Gaëlle Sheehan e Ron Bousso; Redazione di Himani Sarkar e Jan Harvey)