Nuovo record per l'oro. Petrolio in calo

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 20 mag - Chiusura sugli scudi per le borse europee, che consolidano i massimi nella prima seduta della settimana. L'unica eccezione è il Ftse Mib di Milano (-1,62%) su cui pesa per l'1,42% il "dividend day". Oggi infatti hanno staccato la cedola 21 big del listino, tra le quali Mps (-0,87%), Eni (+0,42%), e A2A (+0,39%). Nella seduta di oggi non ci sono stati particolari market mover, nè indicazioni sulle prossime mosse delle banche centrali dei tassi. Gli investitori però guardano già agli appuntamenti dei prossimi giorni, mercoledì inoltre è attesa alla prova dei conti Nvidia, terza società per capitalizzazione al mondo. Il rally del colosso tecnologico, in occasione degli ultimi risultati, aveva dato fiato al comparto dell'intelligenza artificiale e ai mercati in generale. Guardando a Piazza Affari, svetta Prysmian (+1,77%), in scia a un comparto europeo brillante (sottindice +1%). Buon rialzo anche per Unipol (+1,46%), dopo l'upgrade di Berenberg, e Amplifon (+1,38%). Terminano invece in fondo al listino le banche, con Popolare di Sondrio (-6,09%), Bper (-2,14%) e Bpm (-1,79%). Sul valutario, l'euro si indebolisce lievemente sul dollaro a 1,086. La moneta unica vale anche 169,56 yen, mentre il cross dollaro/yen è a 155,12. Giù il petrolio, con il Wti a 79,36 dollari al barile (-0,24%) e il Brent a 83,63 dollari (-0,42%). Corre il gas naturale ad Amsterdam a 31,87 euro al megawattora (+3,5%). Sui massimi l'oro sulle tensioni in medio oriente, con i future a 2.429 dollari l'oncia (+1%).

Com-Cog

(RADIOCOR) 20-05-24 17:43:22 (0462)NEWS 3 NNNN


(END) Dow Jones Newswires

May 20, 2024 11:43 ET (15:43 GMT)