A Piazza Affari rimbalza Tim e termina a +4,1%

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 03 giu - Chiudono positive le Borse europee la prima seduta della settimana, anche se sul finale dimezzano i guadagni in scia al pesante calo del prezzo del petrolio. Tutti gli sguardi sono puntati sulla riunione della Bce, prevista per giovedì, dalla quale il mercato si aspetta un taglio al costo del denaro. Più incerte le mosse successive della Banca centrale europea, ma alcune indicazioni potrebbero arrivare dalla conferenza stampa della presidente Lagarde. Milano termina così a +0,52% grazie allo strappo di Tim che mette a segno un rialzo del 4,1%.

Sull'azionario a Piazza Affari, come detto, rimbalza Tim (+4,1%) dopo alcune sedute in ribasso e dopo il via libera dell'antitrust europeo alla cessione di Netco a Kkr con il mercato che ora guarda a una futura combinazione della telco con Open Fiber. Buona performance anche di Leonardo (+2,4%), nonostante lo stop di quattro mesi alla produzione nello stabilimento di Grottaglie. Sul fronte opposto, giù i petroliferi con i prezzi del greggio in pesante ribasso e il Brent sotto gli 80 dollari per la prima volta da febbraio: Eni chiude a -0,5, Tenaris a -1% e Saipem a -2,3%. In coda Amplifon con una flessione del 2,7%. Fuori dal paniere principale, buona performance di Brembo (+1,8%) con Banca Akros che alza valutazione e target di prezzo sulla convinzione che i maxi-investimenti introdotti dalla società cominceranno a dare i propri frutti a partire dal 2025. In rally Alkemy (+19,8%) dopo l'annuncio di un'opa volontaria totalitaria, per un corrispettivo pari a 12 euro per azione da parte di Retex, volta al delisting.

Sul valutario l'euro si rafforza e scambia a 1,088 dollari (da 1,084 della chiusura di venerdì). La moneta unica vale anche 169,8 yen (da 170,5), mentre il cross dollaro/yen è a 156 (da 157). In pesante calo il petrolio, con il Wti agosto a 74,11 dollari al barile (-3,4%), e il Brent di pari scadenza a 78,44 dollari (-3,29%). In rialzo il prezzo del gas naturale scambiato ad Amsterdam a 35,85 euro al MWh (+4,7%), dopo aver toccato un rialzo di oltre il 13% a 38,70 euro al MWh, il livello più alto dell'anno.

Mar-

(RADIOCOR) 03-06-24 17:40:53 (0511)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN


(END) Dow Jones Newswires

June 03, 2024 11:41 ET (15:41 GMT)