LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio aumentano le perdite della seduta precedente, in quanto le crescenti aspettative che il taglio dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve possa richiedere più tempo del previsto pesano sulle preoccupazioni per gli attacchi alla navigazione nel Mar Rosso.

Ieri i contratti Brent e Wti sono scesi dai massimi di tre settimane, rispettivamente dell'1,5% e dell'1,4%.

Il premium dei futures sul Brent di aprile rispetto ai contratti di settembre, noto come "backwardation" e segno di un mercato con un'offerta limitata, ha toccato lunedì il massimo dal 31 ottobre a 3,64 dollari il barile, ma da allora si è raffreddato fino a circa 3,37 dollari.

(Tradotto da Laura Contemori, editing Francesca Piscioneri)