Il Canada ha accettato di valutare se gli acidi naftenici trovati nei bacini di decantazione delle sabbie petrolifere dell'Alberta settentrionale debbano essere classificati come tossici ai sensi della legge federale, una mossa che potrebbe aprire la strada a regolamenti più severi, ha dichiarato giovedì il gruppo ambientalista Ecojustice.

Gli sterili - una miscela di acqua, argilla, sabbia e tracce di metalli - sono un sottoprodotto dell'estrazione del bitume dalle sabbie bituminose e vengono immagazzinati in enormi bacini ingegnerizzati, alcuni dei quali accumulano acqua dagli anni '60.

I bacini sono stati oggetto di maggiore attenzione dall'anno scorso, quando è emerso che le acque reflue sono fuoriuscite per mesi da un bacino di sterili della miniera di Kearl della Imperial Oil.

Ecojustice ha scritto al Ministro dell'Ambiente canadese Steven Guilbeault a marzo, chiedendo formalmente che il Governo studi il rischio che gli acidi naftenici degli sterili delle sabbie bituminose rappresentano per la salute umana e l'ambiente.

"Sia la richiesta che le informazioni raccolte e generate dal Governo e da altri forniscono prove scientifiche sulla potenziale tossicità degli OSPW NA (acidi naftenici delle acque interessate dal processo delle sabbie bituminose) che meritano ulteriori indagini", ha risposto Guilbeault in una lettera datata 28 maggio e condivisa da Ecojustice.

Imperial e le altre due società minerarie canadesi di sabbie petrolifere, Suncor Energy e Canadian Natural Resources Ltd , non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

Il composto chimico sarà aggiunto ad un piano che stabilisce le priorità delle sostanze da valutare ai sensi della Legge canadese sulla protezione ambientale, ha aggiunto Guilbeault. Tale piano sarà finalizzato entro giugno 2025.

La richiesta è stata presentata da Ecojustice per conto della Prima Nazione Athabasca Chipewyan, che si trova a valle delle sabbie bituminose, e di gruppi ambientalisti. Anche la vicina Prima Nazione Mikisew Cree ha presentato una richiesta simile, ha detto Ecojustice.

Gli acidi naftenici provenienti dai bacini di decantazione sono stati trovati nelle acque superficiali e sotterranee della regione, ha detto l'avvocato di Ecojustice Bronwyn Roe.

"I danni che queste sostanze chimiche causano alle persone e all'ambiente devono essere meglio compresi, e gli NA devono essere regolamentati per evitare un'esposizione dannosa", ha dichiarato Roe in un comunicato stampa.

Gli studi scientifici hanno dimostrato che gli acidi naftenici provenienti dagli sterili delle sabbie bituminose sono tossici, ma il Governo canadese non li ha mai formalmente classificati come tali, ha detto Alienor Rougeot, responsabile del programma clima ed energia presso Environmental Defence.

"Se si scoprisse che sono tossici, si aprirebbero molti strumenti normativi", ha aggiunto Rougeot.