Il principale indice azionario canadese ha chiuso in ribasso mercoledì per il terzo giorno consecutivo, mentre gli investitori soppesavano i guadagni di alcune delle maggiori banche canadesi e si preparavano ai dati economici di questa settimana che potrebbero guidare le aspettative sulla tempistica dei tagli dei tassi di interesse.

L'indice composito S&P/TSX della Borsa di Toronto ha chiuso in calo di 75,13 punti, o dello 0,4%, a 21.243,77 punti. Si è aggiunto alle perdite dall'inizio della settimana, dopo aver registrato venerdì il livello di chiusura più alto degli ultimi 22 mesi.

Anche i principali indici di Wall Steet hanno chiuso in ribasso.

"Si tratta di un calo per i mercati azionari in generale", ha detto Colin Cieszynski, chief market strategist di SIA Wealth Management. "I mercati continuano a masticare i guadagni delle banche".

National Bank of Canada e Royal Bank of Canada hanno entrambe battuto le stime degli analisti sugli utili trimestrali. National Bank è salita del 2,3%, ma RBC è scesa dello 0,2% e il settore finanziario ha perso lo 0,3%.

"L'azione dei prezzi più debole potrebbe riguardare più che altro il ribilanciamento di fine mese e gli investitori attendono i dati chiave sull'inflazione negli Stati Uniti di domani", ha detto Angelo Kourkafas, stratega degli investimenti presso Edward Jones Investments.

La pubblicazione di giovedì dell'indice dei prezzi delle spese per consumi personali negli Stati Uniti per il mese di gennaio potrebbe offrire indizi sulle prospettive di taglio dei tassi d'interesse della Federal Reserve.

Tra gli altri settori, gli industriali hanno perso lo 0,6% e la tecnologia è scesa dello 0,7%.

Il settore energetico è stato un punto luminoso. È salito dello 0,2% per registrare il livello di chiusura più alto dal 20 novembre, anche se il petrolio è sceso dello 0,4% a 78,54 dollari al barile.

"Anche nei giorni in cui il petrolio scende un po', i titoli energetici hanno lavorato tranquillamente e credo che questo sia dovuto al fatto che generalmente i prezzi del petrolio sono saliti agli alti settanta piuttosto che ai bassi settanta", ha detto Cieszynski di SIA Wealth Management. (Relazioni di Fergal Smith a Toronto e Purvi Agarwal a Bengaluru; Redazione di Vijay Kishore e David Gregorio)