I rendimenti dei titoli di Stato indiani dovrebbero salire all'inizio della settimana, seguendo i movimenti simili dei rendimenti dei Treasury statunitensi, mentre i verbali dell'ultima riunione della banca centrale nazionale potrebbero aggiungere ulteriore cautela.

Il rendimento dell'obbligazione di riferimento a 10 anni dovrebbe oscillare in una fascia compresa tra il 7,21% e il 7,25% lunedì, dopo la chiusura precedente al 7,2278%, ha detto un trader di una società primaria.

"I rendimenti del Tesoro si sono spostati ulteriormente verso l'alto e questo dovrebbe riflettersi in un marginale rialzo del rendimento locale oggi, mentre i verbali non hanno aggiunto alcuna riluttanza", ha detto il trader.

I rendimenti dei Treasury statunitensi continuano a rimanere elevati, con il rendimento a 10 anni vicino al 4,65% nelle ore asiatiche di lunedì, dato che i funzionari della Federal Reserve hanno recentemente affermato di non sentire l'urgenza di tagliare i tassi, data la forza dell'economia.

Gli investitori hanno ulteriormente ridimensionato le aspettative sulla tempistica e sul volume dei tagli dei tassi statunitensi nel 2024 e i futures stanno ora valutando la possibilità di meno di 40 punti base (bps) di tagli entro la fine di quest'anno, contro gli oltre 150 bps all'inizio del 2024, secondo lo strumento FedWatch del CME.

Il successo nel processo di disinflazione dell'India non deve distrarre il comitato di politica monetaria della banca centrale dalla vulnerabilità della traiettoria dell'inflazione ai frequenti shock sul lato dell'offerta, ha dichiarato il Governatore Shaktikanta Das nel verbale della riunione di aprile.

All'inizio di questo mese, il comitato per la determinazione dei tassi, composto da sei membri, ha mantenuto il tasso invariato al 6,50%, per la settima volta consecutiva.

"In futuro, mentre la politica monetaria sembra essere sulla strada giusta, è troppo presto per allentare la guardia contro l'inflazione", ha detto Rajiv Ranjan, direttore esecutivo della banca centrale e membro del MPC.

IDFC First Bank si aspetta che la Reserve Bank of India rimanga in pausa nel periodo aprile-settembre, visti i fattori di rischio globali, come la politica della Fed e i prezzi del petrolio.

Nel frattempo, i prezzi del petrolio sono scesi dai loro recenti massimi, mentre Israele e l'Iran hanno minimizzato i rischi di un'escalation delle ostilità in Medio Oriente. INDICATORI CHIAVE: ** I futures del greggio Brent sono scesi dello 0,8% a 86,65 dollari al barile, dopo essere saliti dello 0,2% nella sessione precedente ** Il rendimento del Tesoro americano a dieci anni è al 4,6557%, quello a due anni al 5,0030% (Segnalazione di Dharamraj Dhutia Redazione di Sonia Cheema)