Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrazione
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaProfessionisti della FinanzaCalendarioSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

Analisi - Distrutte da un crollo delle valutazioni, le societÓ di pagamenti si preparano all'M&A

12-08-2022 | 16:20
FILE PHOTO: The logo of Italian payments group Nexi is pictured outside their headquarters in Milan

Colpita da un crollo di quasi il 50% delle sue azioni negli ultimi 12 mesi, Nexi, il pi¨ grande processore di pagamenti in Europa, non Ŕ passata inosservata.

All'inizio di quest'anno, l'azienda italiana ha ricevuto diversi approcci non richiesti da parte di società di private equity, tra cui Silver Lake, che desideravano acquisire l'attività privata, hanno dichiarato a Reuters due fonti familiari con la questione.

I colloqui tra la società di buyout statunitense e l'amministratore delegato di Nexi, Paolo Bertoluzzo, si sono interrotti prima della fine di marzo a causa di divergenze sul prezzo per l'azienda quotata a Milano da 11 miliardi di euro, hanno detto le fonti.

Nexi e Silver Lake hanno rifiutato di commentare.

Le azioni di Nexi sono balzate del 7,4% in seguito al rapporto di Reuters e sono state temporaneamente sospese dalle contrattazioni. Erano in rialzo del 6% alle 1344 GMT.

Anche se non è chiaro se i potenziali acquirenti di Nexi torneranno a bussare, le discussioni tra le società di pagamenti europee e nordamericane e i potenziali acquirenti si stanno riscaldando di nuovo, hanno detto banchieri ed esperti del settore.

Il divario tra le aspettative sul prezzo si sta riducendo, in quanto i dirigenti delle aziende si stanno adattando all'idea che le valutazioni, colpite dal crollo dei titoli tecnologici in forte crescita, non torneranno presto ai picchi precedenti.

"Molte aziende che si sono quotate in borsa negli ultimi anni si stanno rendendo conto che essere quotate in borsa non è sempre una buona cosa, soprattutto se si tratta di aziende di dimensioni inferiori o che non hanno ancora raggiunto la redditività", ha detto Peter Christodoulo, partner di Francisco Partners.

Sebbene le attuali perturbazioni nei mercati dei capitali di debito possano limitare alcune transazioni, l'atteggiamento più proattivo dei venditori dovrebbe portare ad un aumento del volume delle transazioni entro la fine dell'anno e nel 2023, hanno detto le fonti.

L'operazione da 4 miliardi di dollari di Global Payments Inc sulla società più piccola EVO Payments Inc, avvenuta il 1° agosto, potrebbe innescare una reazione a catena, in quanto le aziende si contendono le quote di mercato, hanno detto le fonti.

Fiserv Inc e FIS potrebbero seguire Global Payments nell'effettuare operazioni simili, mentre le fusioni e acquisizioni su larga scala restano difficili.

Il responsabile della strategia e della crescita di Fiserv, Byron Vielehr, ha dichiarato che la strategia dell'azienda si concentra sulla guida dell'innovazione per i suoi clienti, ma ha rifiutato di commentare acquisizioni specifiche.

FIS non ha risposto ad una richiesta di commento.

BTRS Holdings Inc fa parte della dozzina di società di pagamenti che si sono quotate in borsa negli Stati Uniti tra ottobre 2020 e novembre 2021. Il proprietario del fornitore di pagamenti aziendali Billtrust sta esplorando le opzioni, tra cui una potenziale vendita, hanno detto le fonti a Reuters il mese scorso.

Anche Paya Holdings Inc, in precedenza braccio di pagamento statunitense della britannica Sage Group, sta cercando di vendere dopo il suo debutto al Nasdaq nel 2020, hanno detto le fonti.

Paya non ha risposto a una richiesta di commento.

Le azioni di BTRS e Paya hanno perso circa il 38% e il 28%, rispettivamente, negli ultimi 12 mesi, anche se entrambe hanno recuperato terreno in seguito alle notizie che stanno esaminando le opzioni.

Sebbene anche i fornitori di pagamenti che si sono quotati prima del 2020 abbiano sofferto, la tendenza è accentuata tra quelli che hanno raggiunto i mercati pubblici durante la pandemia - attraverso una tradizionale offerta pubblica iniziale (IPO) o una fusione con un'azienda in bianco.

Il sentimento degli investitori si è trasformato a seguito di una ritirata dagli asset tecnologici a forte crescita a causa dell'aumento dei tassi di interesse.

"Le società di pagamento sono fondamentalmente difensive e ben posizionate per un ambiente inflazionistico, quindi se gli investitori pubblici non riconosceranno il vero valore di alcuni di questi nomi, ci saranno investitori privati che lo faranno", ha detto Jeff Paduch, managing partner di Advent International.

Paduch è un membro del consiglio di amministrazione di Nexi, ma ha rifiutato di commentare qualsiasi aspetto delle operazioni dell'azienda italiana.

Le aziende private non sono state immuni dalla carneficina: sia il processore di pagamenti Stripe Inc che la fintech Klarna Bank AB hanno dovuto subire tagli significativi alla valutazione.

Klarna, in particolare, ha subito una riduzione del valore di oltre l'85% durante il suo ultimo round di finanziamento annunciato l'11 luglio, scendendo a 6,7 miliardi di dollari da 46 miliardi di dollari.

Nexi: https://fingfx.thomsonreuters.com/gfx/mkt/lgvdwyoyqpo/NExi.PNG

A PROVA DI RECESSIONE

Le società di private equity sono acquirenti desiderosi di aziende di pagamenti, avendo già posseduto molte aziende di questo tipo su entrambe le sponde dell'Atlantico.

Le società di pagamenti forniscono piattaforme per acquisti in negozio o online, addebitando una percentuale del valore di ogni transazione.

Questo modello offre alle aziende un'immagine a prova di recessione e una prospettiva di crescita promettente: Si prevede che la spesa del portafoglio digitale aumenterà dell'83% entro il 2025, superando i 10.000 miliardi di dollari, secondo la società di consulenza Juniper Research.

Negli Stati Uniti e in Europa sono state concluse operazioni di pagamento per quasi 250 miliardi di dollari dal 2017, secondo i dati di Dealogic, di cui il 48% ha coinvolto società di buyout.

Ma le M&A nel settore dei pagamenti negli Stati Uniti e in Europa sono calate del 48% quest'anno rispetto allo stesso periodo del 2021, secondo Dealogic.

L'operazione di acquisizione privata di Bottomline Technologies da 2,6 miliardi di dollari da parte di Thoma Bravo, annunciata a dicembre, è stata l'ultima grande transazione di pagamenti guidata da una società di private equity.

I mercati di finanziamento più difficili sono stati un deterrente importante per le operazioni di private equity quest'anno, anche in settori resistenti come quello dei pagamenti.

Ma le società di buyout potrebbero, in ultima analisi, finire per facilitare il consolidamento del settore, dal momento che molte possiedono ancora delle partecipazioni dopo non essere riuscite ad uscire completamente a seguito di un'IPO o di una fusione in bianco.

Il ramo venture di Bain Capital e Accel-KKR sono, rispettivamente, i maggiori azionisti di BTRS Holding e Paymentus Holdings Inc, mentre Blackstone Inc è il secondo maggiore azionista di Paysafe Ltd, in base ai dati di Refinitiv Eikon.

Società di pagamento quotate negli Stati Uniti: https://fingfx.thomsonreuters.com/gfx/mkt/jnpwenamypw/US%20listed%20payment%20cos.PNG


ę MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
BLACKSTONE INC. 4.95%86.01 Prezzo in differita.-36.66%
BTRS HOLDINGS INC. 60.83%9.28 Prezzo in differita.-26.21%
EVO PAYMENTS, INC. 0.06%33.27 Prezzo in differita.29.96%
FISERV, INC. 1.08%96.17 Prezzo in differita.-7.34%
JUNIPER NETWORKS, INC. 2.54%26.68 Prezzo in differita.-27.14%
KKR & CO. INC. 2.48%45.02 Prezzo in differita.-39.57%
NASDAQ COMPOSITE 2.05%11051.64 Prezzo in tempo reale.-30.78%
NEXI S.P.A -2.87%8.394 Prezzo in differita.-38.23%
PAX DOLLAR (USDP/USD) 0.13%1.001 Prezzo di chiusura.0.11%
PAYA HOLDINGS INC. 7.53%6.14 Prezzo in differita.-3.15%
PAYMENTUS HOLDINGS, INC. 4.87%9.9 Prezzo in differita.-71.70%
PAYSAFE LIMITED 5.07%1.45 Prezzo in differita.-62.92%
SAGE GROUP PLC 0.49%701.2 Prezzo in differita.-17.76%
SILVER -0.36%18.755 Prezzo in differita.-20.95%
Ultime notizie "Economia & Forex"
07:10I titoli della Cina, di Hong Kong, rimbalzano grazie alla pausa dello yuan
MR
07:09Addio, TINA: l'aumento dei rendimenti offusca le prospettive dei titoli azionari statunitensi in difficoltà.
MR
07:08La giapponese Mitsubishi Heavy svilupperà un reattore nucleare di nuova generazione con 4 società di pubblica utilità
MR
07:08VEGOILS - Il palma recupera dopo cinque giorni grazie al rafforzamento del soio, all'ottimismo dei dati sulle esportazioni
MR
07:08Cambi: euro a 0,9733 dollari dopo la chiusura di Wall Street
AW
07:03Le esportazioni del settembre della Corea del Sud sono destinate a registrare la crescita più lenta degli ultimi due anni.
MR
07:02Marketmind: Festa di gilardino
MR
06:53La società polacca di e-commerce Allegro riduce le prospettive per il rischio di inflazione
MR
06:49L'uragano Ian, in fase calante, si insinua in Florida dopo aver colpito la Costa del Golfo
MR
06:45L'oro si tira indietro per la forza del dollaro, la visione da falco della Fed
MR
Ultime notizie "Economia & Forex"