Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietÓIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori 

Greggio vicino a 90 $ a barile su crollo riserve greggio Usa

23-11-2022 | 12:09
Una pompa petrolifera a Midland, Texas

Alle 11,20 i futures del Brent sono in rialzo dello 0,45 %, a 88,76 dollari al barile, mentre i futures del greggio statunitense West Texas Intermediate (WTI) avanzano di 0,51%, a 81,35 dollari al barile.

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio sono in rialzo, supportati dai dati che mostrano un calo più ampio dl previsto delle scorte statunitensi di greggio, superando i timori legati ad una minore domanda da parte della Cina.

I dati dell'American petroleum institute hanno mostrato che le scorte di greggio degli Stati Uniti sono calate di circa 4,8 milioni di barili la scorsa settimana, secondo fonti di mercato.

Gli analisti intervistati da Reuters si aspettavano in media un calo delle scorte di greggio di 1,1 milioni di barili.

I dati sulle scorte statunitensi dell'Energy Information Administration (EIA) sono previsti per le 16,30 di oggi.

I prezzi del greggio hanno continuato a ricevere sostegno dalle dichiarazioni dei principali produttori petroliferi, come l'Arabia Saudita,  secondo cui i membri dell'Opec+ non starebbero prendendo in considerazione un aumento della produzione di petrolio. La prossima riunione del gruppo di produttori petroliferi si terrà il 4 dicembre.

Ulteriore sostegno al mercato arriva dall'incertezza legata alla risposta di Mosca ai piani del G7 per un tetto ai prezzi del petrolio russo.

Nella giornata di ieri, un alto funzionario del Tesoro statunitense ha detto che il tetto massimo ai prezzi sarà annunciato a breve, aggiungendo che probabilmente sarà soggetto ad alcuni aggiustamenti ogni anno.

Questi fattori ribassisti hanno compensato i timori per la domanda in Cina, primo importatore globale di greggio, alle prese con una nuova impennata di casi di coronavirus.

Nella tarda serata di ieri, Shanghai, il maggiore centro finanziario cinese, ha inasprito le regole per l'ingresso in città, mentre Pechino ha chiuso parchi e musei.

Ad aggiungere pressione è arrivato anche l'outlook economico dell'Ocse, che prevede un rallentamento della crescita dell'economia globale nel 2023.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Stefano Bernabei)


ę Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
BRENT OIL -0.31%76.11 Prezzo in differita.2.29%
DL HOLDINGS CO., LTD. -0.75%66200 Prezzo di chiusura.8.70%
S&P GSCI CRUDE OIL INDEX 0.14%395.4509 Prezzo in tempo reale.-0.68%
S&P GSCI PETROLEUM INDEX 0.73%277.0493 Prezzo in tempo reale.4.45%
WTI -0.23%71.779 Prezzo in differita.-1.19%
Ultime notizie "Economia"
13:12Hunt, Regno Unito: le riforme finanziarie non ripeteranno gli errori precedenti al 2008
MR
13:08La Francia ha definitivamente abbandonato il piano di ristrutturazione 'Hercules' di EDF - Le Maire
MR
13:07I fondi azionari globali registrano i maggiori deflussi settimanali in tre mesi
MR
13:06Gas : Giani, obiettivo resta rigassificatore Piombino entro aprile 2023
DJ
13:03Diversi potenziali acquirenti sono in trattative per la raffineria di proprietà di Lukoil, dice l'Italia
MR
13:01Gas : Giani, a Snam più tempo per trovare piattaforma alternativa
DJ
13:00Gas : Giani, dopo 3 anni ipotesi rigassificatore fuori da Toscana
DJ
13:00Spiegazione: perché la Francia a energia nucleare rischia di subire interruzioni di corrente
MR
12:54Germania : Corte costituzionale respinge ricorso contro ratifica Mes (milanofinanza.it)
DJ
12:43Il Ghana stabilisce delle misure di sgravio per le banche che partecipano alla borsa del debito locale
MR
Ultime notizie "Economia"