Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaCalendarioSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

Explainer-Il Tesoro statunitense spinge la Russia verso il default: Quale sarÓ il prossimo passo?

27-05-2022 | 18:05
FILE PHOTO: Illustration shows Russian Rouble coins are seen in front of displayed U.S. Dollar banknote

La scadenza di una licenza chiave degli Stati Uniti che consente alla Russia di effettuare i pagamenti del suo debito sovrano ai detentori statunitensi ha riportato al centro dell'attenzione la prospettiva di un default del Paese sul suo debito sovrano.

Venerdì la Russia dovrà pagare 100 milioni di dollari di interessi su due obbligazioni sovrane, mentre altri pagamenti avverranno a giugno.

Ecco alcune domande e risposte su ciò che potrebbe accadere in seguito:

COSA È CAMBIATO?

Una licenza rilasciata il 2 marzo dall'Office of Foreign Assets Control (OFAC) degli Stati Uniti aveva consentito le transazioni tra entità statunitensi e il Ministero delle Finanze, la Banca Centrale o il Fondo di ricchezza nazionale della Russia in relazione ai pagamenti del debito.

Ciò ha permesso alla Russia di mantenere i pagamenti degli interessi e delle scadenze del suo debito sovrano, nonostante le ampie restrizioni sui rapporti con le entità russe. Dal 22 febbraio, è riuscita ad effettuare i pagamenti di sette obbligazioni denominate in dollari.

Ma il Dipartimento del Tesoro ha dichiarato martedì scorso che non avrebbe esteso la licenza. Sebbene la sua azione riguardi direttamente solo gli obbligazionisti statunitensi, i detentori altrove troveranno difficile accettare i pagamenti russi a causa della dominanza degli Stati Uniti nel sistema finanziario globale.

QUANTO È INTERESSATO IL DEBITO?

La Russia ha circa 40 miliardi di dollari di obbligazioni internazionali in circolazione, con poco meno di 2 miliardi di dollari di servizio del debito esterno fino alla fine dell'anno.

Il debito può essere suddiviso a grandi linee in tre livelli: in primo luogo, le obbligazioni legacy che vengono regolate offshore nel modo consueto e, in secondo luogo, quelle emesse dopo l'annessione della Crimea da parte di Mosca nel 2014, che vengono regolate presso il depositario nazionale di regolamento (NSD) della Russia e hanno disposizioni alternative di pagamento in valuta forte.

L'ultima categoria comprende il debito venduto dopo il 2018, anch'esso regolato presso l'NSD ma con disposizioni di pagamento in rubli.

QUANDO AVVERRÀ IL DEFAULT?

Il 27 maggio sono previsti pagamenti di interessi per 71,25 milioni di dollari e 26,5 milioni di euro (28 milioni di dollari) su due obbligazioni. Per anticipare la scadenza dell'OFAC, la Russia ha avviato il processo di pagamento la scorsa settimana.

NSD della Russia - l'agente di pagamento delle due obbligazioni - ha dichiarato di aver ricevuto i fondi e ha annunciato che effettuerà i pagamenti in valuta estera il 27 maggio.

Il prospetto informativo di entrambe le obbligazioni afferma che "i pagamenti relativi al capitale e agli interessi (compresi eventuali importi aggiuntivi) di un'Obbligazione Globale registrata a nome di NSD saranno pagati a NSD in qualità di titolare registrato".

Alcuni analisti, così come il Ministero delle Finanze russo, ritengono che il pagamento sia stato effettuato.

Tuttavia, sembra improbabile che il denaro arrivi ulteriormente nei conti degli obbligazionisti. Il Ministro delle Finanze russo Anton Siluanov ha dichiarato venerdì che le restrizioni sui prelievi di capitale dalla Russia per i non residenti rimarranno in vigore fino a quando le riserve di oro e di valuta della Russia non saranno sbloccate.

Secondo molte definizioni, la mancata apparizione dei fondi nei conti dei creditori costituisce un default.

La Russia ha un periodo di grazia di 30 giorni dopo il 27 maggio per effettuare il pagamento.

QUALI SONO I PROSSIMI PAGAMENTI?

Se i creditori riceveranno i pagamenti del 27 maggio, la Russia dovrà pagare due obbligazioni il 23 giugno e un'altra il 24 giugno.

I pagamenti del 23 giugno sono - come quelli del 27 maggio - dovuti su obbligazioni che vengono regolate presso l'NSD.

Tuttavia, il secondo è di 159 milioni di dollari, dovuti a un'obbligazione emessa nel 1998. Poiché questa emissione può essere regolata solo offshore, gli analisti ritengono che la Russia non sarà in grado di effettuare questo pagamento senza la licenza del Tesoro.

Questa obbligazione prevede un periodo di grazia di 15 giorni lavorativi.

SI ATTIVERANNO I CREDIT DEFAULT SWAP?

La domanda è se un potenziale mancato pagamento innescherà un pagamento sui credit default swap (CDS) che gli investitori utilizzano per assicurare la loro esposizione a rischi specifici, in questo caso il default della Russia sul suo debito sovrano.

Un comitato di grandi banche e gestori patrimoniali ha il compito di decidere se si è verificato un "evento di credito". Questo a sua volta può innescare un pagamento.

JPMorgan prevede che le obbligazioni che possono essere regolate all'interno della Russia e che ricevono il pagamento presso l'NSD non comporteranno un pagamento per i titolari di CDS.

"Anche se questo pagamento non viene successivamente trasferito agli obbligazionisti, ciò potrebbe essere sufficiente per evitare l'attivazione di un CDS", hanno detto gli analisti di JPMorgan in una nota ai clienti.

Tuttavia, se la Russia non riesce a effettuare il pagamento previsto per il 24 giugno, i CDS potrebbero scattare una volta scaduto il periodo di grazia.

Tuttavia, l'innesco potrebbe avvenire già prima.

Un comitato per i derivati del credito si riunirà venerdì per discutere se si è verificato un "evento creditizio" dopo che la Russia ha effettuato i pagamenti del suo debito sovrano ma non ha aggiunto 1,9 milioni di dollari di interessi maturati durante il periodo di grazia del pagamento.

Attualmente ci sono 2,54 miliardi di dollari di CDS nozionali netti in circolazione in relazione alla Russia, di cui 1,68 miliardi di dollari sul Paese stesso e il resto sull'indice CDX.EM, ha calcolato JPMorgan.


ę MarketScreener con Reuters 2022
Ultime notizie "Economia & Forex"
15:19Proteste furiose contro i leader in lotta tra loro attanagliano le città libiche
MR
10:49La Nigeria ha perso 1 miliardo di dollari di entrate nel 1░ trimestre a causa del furto di greggio
MR
10:46La delegazione del FMI si sta recando in Tunisia per avviare le trattative di prestito - banca centrale
MR
10:42Il Gambia vieta le esportazioni di legname per combattere il disboscamento illegale
MR
10:40La Germania restituisce il primo dei Bronzi del Benin alla Nigeria
MR
07:29ELON MUSK: Musk rompe il silenzio su Twitter, pubblica una foto con il Papa
MR
04:08La corte suprema dell'Ohio lascia che il divieto di aborto di sei settimane rimanga in vigore
MR
04:03Factbox - Cosa c'è nelle nuove leggi sulle armi di New York dopo la sentenza della Corte Suprema?
MR
03:14I sintomi del vaiolo delle scimmie sono diversi da quelli delle epidemie precedenti - Studio del Regno Unito
MR
02:33Trump assume l'ex giudice del 9░ Circuito Kozinski per la lotta in tribunale contro Twitter
MR
Ultime notizie "Economia & Forex"