Login
E-mail
Password
Mostra password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaAgendaSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

L'oro guadagna su un dollaro debole; posti di lavoro negli Stati Uniti a fuoco

03-09-2021 | 05:52

I prezzi dell'oro sono saliti venerdì dopo che il dollaro si è indebolito, con gli investitori che attendono i dati sul lavoro negli Stati Uniti per valutare i piani della Federal Reserve di iniziare a ridurre gli acquisti di beni, anche se per la settimana, il metallo era diretto al suo primo calo in quattro.

L'oro a pronti è salito dello 0,2% a 1.813,15 dollari per oncia alle 0327 GMT, ed è sceso dello 0,2% su base settimanale.

I futures sull'oro degli Stati Uniti erano in rialzo dello 0,2% a 1.815,50 dollari.

L'indice del dollaro è sceso ai minimi di un mese, rafforzando l'attrattiva dell'oro per chi possiede altre valute. Il biglietto verde era diretto verso il secondo calo settimanale diretto.

"Stiamo vedendo un piccolo pre-posizionamento per le persone che potrebbero voler fare una puntata sui salari non agricoli", ha detto Stephen Innes, managing partner di SPI Asset Management.

Un numero più debole "sarebbe abbastanza positivo per l'oro, perché rafforza le prospettive più caute del presidente della Fed Jerome Powell per l'economia statunitense... Potremmo vedere una rottura sotto la soglia dei 1.800 dollari se avremo una stampa forte", ha aggiunto Innes.

In vista del rapporto del Dipartimento del Lavoro sui libri paga non agricoli, previsto per le 1230 GMT, i dati hanno mostrato che il numero di americani che hanno presentato nuove richieste di sussidi di disoccupazione è sceso la scorsa settimana, mentre i licenziamenti sono scesi al loro livello più basso in più di 24 anni nel mese di agosto.

Powell ha detto la scorsa settimana che se la crescita del lavoro continua, la banca centrale potrebbe iniziare a tagliare i suoi acquisti di beni quest'anno, ma rimarrebbe cauto nella decisione di aumentare i tassi di interesse.

Mentre l'oro è considerato una copertura contro l'inflazione e lo svilimento della valuta, causato dalle massicce misure di stimolo, i tassi di interesse più bassi riducono anche il costo opportunità di detenere lingotti non remunerativi.

SPDR Gold Trust, il più grande fondo scambiato con oro al mondo, ha detto che le sue partecipazioni sono scese dello 0,2% a 998,52 tonnellate giovedì, il più basso da aprile 2020.

L'argento è salito dello 0,2% a 23,92 dollari per oncia.

Il platino è salito dello 0,2% a 1.001,36 dollari. Il palladio è salito dello 0,3% a 2.406,65 dollari.

(Relazione di Eileen Soreng a Bengaluru; modifica di Uttaresh.V)


ę MarketScreener con Reuters 2021
Ultime notizie "Economia & Forex"
16:46Usa inseriscono Italia e altri 11 Paesi in "Monitoring list" pratiche valutarie
RE
16:44Usa, a novembre nuovi occupati sotto attese, tasso disoccupazione scende a 4,2%
RE
16:40Forex, indice dollaro annulla rialzo, occupati mensili Usa sotto attese
RE
16:34FISCO: Confartigianato, modifica taglio Irpef penalizza chi produce
DJ
16:28EURO: Bce, i tassi di riferimento odierni
DJ
16:24USA: ferrovie dovranno segnalare incidenti informatici al Governo
DJ
16:15SAVE: presidente Marchi incontra ministro Giovannini
DJ
16:14COVID: Rezza, per adesso Omicron non circola in Italia
DJ
16:06CAMBI: Bce, euro/dollaro a 1,1291 (1,1339)
DJ
16:04USA: +0,5% m/m consenso ordini imprese ottobre
DJ
Ultime notizie "Economia & Forex"