Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     

FRESENIUS SE & CO. KGAA

(FRE)
  Rapporto
Tempo differito Xetra  -  17:35 09/12/2022
26.67 EUR   -0.74%
07/12I titoli Pharama spingono le azioni europee a un modesto rialzo nelle contrattazioni del mercoledì
MT
06/12L'amministratore delegato di Fresenius Medical Care si dimette, viene nominato il suo sostituto
MT
06/12FMC FRESENIUS MEDICAL CARE AG & CO KGAA: UBS Neutral sul caso
MD
RiassuntoQuotazioniGraficiNotizieRatingCalendarioSocietÓFinanzaConsensusRevisioniDerivatiFondi 
RiassuntoTutte le notizieRaccomandazione analistiAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settore

I produttori europei di farmaci generici dicono che potrebbero ridurre la produzione a causa delle bollette energetiche

28-09-2022 | 10:05

Le case farmaceutiche europee hanno avvertito che potrebbero smettere di produrre alcuni farmaci generici a basso costo a causa dell'aumento dei costi dell'elettricità e chiedono una revisione del modo in cui vengono prezzati, l'ultima industria a cercare aiuto mentre la crisi energetica si aggrava.

Il gruppo di pressione dell'industria dei farmaci generici Medicines for Europe, che rappresenta aziende come Teva, l'unità Sandoz di Novartis e l'attività Kabi di Fresenius SE, martedì ha inviato una lettera aperta ai ministri dell'energia e della salute degli Stati membri dell'Unione Europea.

I 27 ministri dell'energia del blocco si incontreranno venerdì per cercare un accordo sulle misure per alleviare la crisi energetica in Europa, con un prelievo sui profitti inattesi delle aziende di combustibili fossili e un tetto al prezzo del gas sul tavolo.

Un portavoce della presidenza ceca dell'UE - responsabile della preparazione e della presidenza dell'incontro - ha confermato la ricezione della lettera, ma ha detto che i colloqui di venerdì sono destinati ad approvare le proposte della Commissione europea, organo esecutivo del blocco.

Queste non hanno finora incluso soluzioni rivolte specificamente ai produttori di farmaci.

La lettera era indirizzata anche alla Commissione, che ha detto che avrebbe risposto "a tempo debito".

I prezzi dell'elettricità sono aumentati di dieci volte per alcune fabbriche di farmaci in Europa e i costi delle materie prime sono aumentati tra il 50% e il 160%, secondo la lettera.

Gli autori hanno chiesto che l'industria farmaceutica sia esentata dalle iniziative dell'UE per ridurre il consumo di elettricità e che il settore dei farmaci non brevettati sia coinvolto in regole di aiuti di Stato meno rigide, volte a sostenere l'economia.

Anche le associazioni dei generici negli Stati membri stanno presentando una petizione alle autorità sanitarie nazionali per ottenere maggiore flessibilità sui prezzi dei farmaci, ha dichiarato Medicines for Europe.

"Potremmo interrompere forse tre, forse cinque prodotti a causa dell'impatto diretto e indiretto dell'aumento dei costi energetici", ha dichiarato Elisabeth Stampa, amministratore delegato di Medichem SA, un produttore di farmaci generici e ingredienti farmaceutici con sede vicino a Barcellona, in Spagna.

Il direttore generale di Medicines for Europe, Adrian Van Den Hoven, ha dichiarato a Reuters che l'aumento dei costi energetici sta colpendo un settore che è stato costretto a consolidarsi a causa della pressione sui prezzi, rendendo il mercato più vulnerabile alle interruzioni di fornitura e alle carenze.

"I costi energetici più elevati si mangiano tutti i margini di molti produttori di farmaci essenziali nel sistema di prezzi fissi in cui operiamo in Europa", ha detto.

Il problema è incentrato sul regime dei prezzi. I farmaci non brevettati sono in genere venduti da produttori di farmaci a basso costo ai prezzi stabiliti dalle agenzie sanitarie nazionali o dalle associazioni di assicuratori, che spesso tagliano anche i prezzi.

I farmaci generici rappresentano circa il 70% di tutti i farmaci dispensati in Europa, molti dei quali per il trattamento di condizioni gravi come le infezioni o il cancro, ma rappresentano solo il 29% della spesa farmaceutica della regione, secondo il gruppo di pressione.

L'impennata dei costi energetici rischia di compromettere la recente spinta a incrementare la produzione di farmaci in Europa e a rendere la regione più autosufficiente, dopo che la pandemia COVID-19 ha messo in luce la dipendenza dai fornitori all'estero e ha portato all'interruzione di alcune rotte di approvvigionamento.

Le misure di blocco del COVID in Cina e la guerra in Ucraina hanno peggiorato la situazione delle forniture logistiche e di materie prime.

Le carenze di approvvigionamento di farmaci, che a volte interrompono l'assistenza ai pazienti quando non sono disponibili fonti alternative, hanno una storia decennale nel settore dei farmaci generici non brevettati in Europa, dove la pressione sui prezzi da parte dei sistemi sanitari con problemi di liquidità consente solo ai fornitori più efficienti dal punto di vista dei costi di sopravvivere.

Sebbene anche ai produttori di farmaci innovativi brevettati sia tipicamente vietato aumentare i prezzi dopo che è stato fissato un tasso di rimborso, i margini molto più elevati mantengono la maggior parte di questi prodotti redditizi.

ENERGIA INTENSA

Le infusioni standard per gli ospedali sono tra i farmaci più intensivi da produrre, perché devono essere riscaldati e raffreddati per garantire la sterilità. Lo stesso vale per il processo di fermentazione che sta alla base degli antibiotici e degli ormoni terapeutici comunemente usati, ha detto van den Hoven.

Stampa di Medichem ha detto che gli effetti del costo dell'energia vanno dall'aumento delle tariffe di spedizione agli appaltatori dello smaltimento dei rifiuti che chiedono il 30% in più.

Non ha voluto fare i nomi dei farmaci che potrebbero essere colpiti nell'ambito della revisione annuale di quest'anno, ma ha detto che ai clienti saranno concessi da sei a 12 mesi per trovare un nuovo fornitore se un prodotto viene gradualmente eliminato.

Il gruppo privato ha realizzato 110 milioni di euro (106 milioni di dollari) di vendite l'anno scorso con prodotti non coperti da brevetto, come le flebo di antibiotici, i fluidificanti del sangue e i farmaci per la schizofrenia, venduti alle aziende di farmaci generici, tra cui Teva e Viatris.

Stampa ha detto che l'indicizzazione dei prezzi dei farmaci per tenere conto dei costi di produzione sarebbe una soluzione conveniente per gli organismi sanitari in Europa, dove alcuni colliri fuori brevetto sono rimborsati a meno del prezzo di un pacchetto di gomme.

Il presidente dell'associazione italiana dell'industria farmaceutica, Marcello Cattani, ha detto che i costi dell'energia sono sette volte più alti rispetto all'anno scorso, mentre il dollaro americano, in cui vengono tipicamente pagati gli ingredienti internazionali, è in rialzo rispetto all'euro.

"Il settore non può trasferire i costi più elevati... I rischi di impatti negativi sulla produzione e sulla disponibilità di farmaci sono molto elevati", ha detto.

(1 dollaro = 1,0394 euro) (Informazioni aggiuntive a cura di Emilio Parodi a Milano e Gabriela Baczynska a Bruxelles; Redazione di Josephine Mason e Mark Potter)


ę MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
FRESENIUS MEDICAL CARE AG & CO. KGAA 0.00%30.34 Prezzo in differita.-46.90%
FRESENIUS SE & CO. KGAA -0.74%26.67 Prezzo in differita.-24.10%
NOVARTIS AG 0.21%85.48 Prezzo in differita.6.25%
UK 10Y CASH -0.04%3.1745 Prezzo in differita.237.40%
VIATRIS INC. -1.64%10.78 Prezzo in differita.-18.99%
Tutte le notizie su FRESENIUS SE & CO. KGAA
07/12I titoli Pharama spingono le azioni europee a un modesto rialzo nelle contrattazioni de..
MT
06/12L'amministratore delegato di Fresenius Medical Care si dimette, viene nominato il suo s..
MT
06/12FMC FRESENIUS MEDICAL CARE AG & CO KGAA: UBS Neutra..
MD
06/12FMC FRESENIUS MEDICAL CARE AG & CO KGAA: Jefferies ..
MD
06/12L'amministratore delegato di Fresenius Medical Care si dimette; il capo delle finanze v..
MT
02/12Le azioni europee si muovono al ribasso per concludere un mese forte, con una settimana..
MT
29/11FRESENIUS SE: Barclays è per il Buy
MD
29/11FMC FRESENIUS MEDICAL CARE AG & CO KGAA: Berenberg ..
MD
28/11FMC FRESENIUS MEDICAL CARE AG & CO KGAA: UBS rimane..
MD
28/11FRESENIUS SE: UBS consiglia Buy
MD
Altre news
Raccomandazioni degli analisti su FRESENIUS SE & CO. KGAA
Altre raccomandazioni
Dati finanziari
Fatturato 2022 40 863 M 43 064 M -
Risultato netto 2022 1 628 M 1 716 M -
Indebitamento netto 2022 23 713 M 24 990 M -
P/E ratio 2022 9,14x
Rendimento 2022 3,02%
Capitalizzazione 15 022 M 15 830 M -
VS / Fatturato 2022 0,95x
VS / Fatturato 2023 0,86x
N. di dipendenti 319 691
Flottante 73,0%
Grafico FRESENIUS SE & CO. KGAA
Durata : Periodo :
Fresenius SE & Co. KGaA: grafico analisi tecnica Fresenius SE & Co. KGaA | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Trend analisi tecnica FRESENIUS SE & CO. KGAA
Breve TermineMedio TermineLungo Termine
TrendRialzistaNeutraleRibassista
Evoluzione del Conto dei Risultati
Consensus
Vendita
Buy
Raccomandazione media ACCUMULATE
Numero di analisti 16
Ultimo prezzo di chiusura 26,67 €
Prezzo obiettivo medio 35,82 €
Differenza / Target Medio 34,3%
Revisioni EPS
Dirigenti e Amministratori
Michael Sen Chief Executive Officer
Sara Hennicken Chief Financial Officer
Wolfgang Kirsch Chairman-Supervisory Board
Michael Albrecht Independent Member-Supervisory Board
Konrad K÷lbl Member-Supervisory Board
Settore e Concorrenza