1. Home
  2. Azioni
  3. Italia
  4. Borsa Italiana
  5. Atlantia SpA
  6. Notizie
  7. Riassunto
    ATL   IT0003506190

ATLANTIA SPA

(ATL)
  Rapporto
Tempo differito Borsa Italiana  -  17:35 05/08/2022
22.72 EUR   -0.26%
05/08TOP STORIES ITALIA: risalita tassi sosterrá settore bancario (Lemanik)
DJ
04/08ATLANTIA: CdA approva risoluzione consensuale del contratto dell'AD. Il CEO Carlo Bertazzo guiderà la Società fino al 31 dicembre 2022
PU
04/08L'italiana Atlantia registra una crescita dei ricavi del 18% e alza la sua guidance
MR
RiassuntoQuotazioniGraficiNotizieRatingCalendarioSocietàFinanzaConsensusRevisioniDerivati 
RiassuntoTutte le notizieAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settoreAnalisi MarketScreener

Analisi: L'assalto del private equity alle aziende europee quotate in borsa si scontra con i crescenti rischi di esecuzione

28-06-2022 | 08:12
FILE PHOTO: The Euromoney Saudi Arabia Conference 2017 in Riyadh

Le società europee quotate in borsa non erano così a buon mercato da oltre un decennio, ma per le società di private equity che cercano di mettere a frutto le loro riserve di liquidità, i finanziamenti più costosi e la maggiore resistenza da parte delle aziende stanno complicando le trattative.

Il forte calo del valore dell'euro e della sterlina, unito agli sconti di negoziazione più elevati dei titoli europei rispetto ai colleghi globali registrati dal marzo 2009, hanno alimentato un'impennata di interesse per le acquisizioni private da parte di società di buyout ricche di liquidità.

Le offerte di private equity per le società quotate in Europa hanno raggiunto la cifra record di 73 miliardi di dollari nei primi sei mesi dell'anno in corso, più del doppio dei volumi di 35 miliardi di dollari nello stesso periodo dell'anno scorso e rappresentando il 37% delle acquisizioni complessive di private equity nella regione, secondo i dati di Dealogic.

Ciò contrasta con un forte rallentamento dell'attività complessiva di M&A in tutto il mondo. Ma dato che le aziende target del take-private e i loro azionisti sono sempre più contrari a scommesse a basso costo che, secondo loro, non riflettono il valore equo delle loro attività sottostanti nel 2022, le prospettive per le operazioni nella seconda metà dell'anno sembrano meno promettenti.


GRAFICO: Offerta take-private

A guidare la bonanza del primo semestre è stata un'offerta take-private da 58 miliardi di euro (61,38 miliardi di dollari) da parte della famiglia Benetton e del fondo di buyout statunitense Blackstone per il gruppo infrastrutturale italiano Atlantia.

I dealmaker, tuttavia, affermano che la maggior parte delle iniziative di take-private non si riflette nei dati ufficiali, in quanto molti tentativi di private equity di acquistare società quotate in borsa sono passati inosservati, con i consigli di amministrazione che hanno respinto gli approcci di acquisizione prima ancora che venisse lanciata un'offerta concreta.

"In teoria è il momento giusto per guardare alle acquisizioni private, dato che le valutazioni sono in calo. Ma il rischio di esecuzione è elevato, soprattutto nei casi in cui l'azionista principale detiene meno del 10%", ha dichiarato Chris Mogge, partner del fondo europeo di buyout BC Partners.

Tra le altre recenti operazioni di private equity, ricordiamo l'offerta di 1,6 miliardi di sterline (1,97 miliardi di dollari) da parte di un consorzio di Astorg Asset Management ed Epiris per Euromoney, che ha valutato l'editore finanziario quotato nel FTSE 250 con un premio del 34%, dopo che quattro offerte precedenti erano state respinte dal suo consiglio di amministrazione.

Nelle ultime settimane hanno catturato l'attenzione del private equity anche l'azienda di generazione di energia ContourGlobal, l'azienda britannica specializzata nella gestione dei rifiuti Biffa e l'operatore di autobus e treni FirstGroup, con quest'ultimo che ha rifiutato l'approccio di acquisizione.

Trevor Green, responsabile delle azioni del Regno Unito presso Aviva Investors, ha dichiarato che il suo team stava intensificando l'impegno con i dirigenti delle aziende per contrastare le offerte al ribasso, con approcci indesiderati da parte del private equity resi più probabili dalla volatilità della valuta.

La guerra in Europa, l'impennata dei prezzi dell'energia e le preoccupazioni per la stagflazione hanno colpito duramente l'euro e la sterlina britannica, con un calo del 7% circa per il primo e del 10% per la seconda rispetto al dollaro statunitense quest'anno.

"Sappiamo che questo tipo di movimento valutario incoraggia l'attività e, laddove c'è la possibilità di un accordo, gli azionisti spingeranno giustamente per ottenere premi più alti che riflettano questo", ha detto Green.

SPESA CONTENUTA

A livello globale, l'attività di private equity si è attenuata dopo un anno record nel 2021, colpito da un'inflazione impetuosa, dai timori di recessione e dall'aumento del costo del capitale. I volumi complessivi sono scesi del 19% a 674 miliardi di dollari nella prima metà dell'anno, secondo i dati di Dealogic.


GRAFICO: Dealmaking globale Q2 2022 https://graphics.reuters.com/GLOBALQ2-REVIEW/dwpkrmjlnvm/Q2DEALS1.1.gif

Il

dealmaking globale, comprese le operazioni di private equity, è calato del 25,5% nel secondo trimestre di quest'anno rispetto all'anno precedente, attestandosi a 1.000 miliardi di dollari, secondo i dati di Dealogic.

I fondi di buyout hanno svolto un ruolo importante nel sostenere l'attività di M&A globale quest'anno, generando transazioni per 405 miliardi di dollari nel secondo trimestre.

Ma con l'intensificarsi delle controversie sulla valutazione, le preoccupazioni suscitate dall'aumento dei costi del debito hanno impedito alle aziende di concludere accordi per i loro obiettivi quotati preferiti negli ultimi mesi.

Le società di private equity, tra cui KKR, EQT e CVC Capital Partners, hanno abbandonato i tentativi di prendere il controllo del fornitore di laboratori tedesco quotato in borsa, Stratec, a maggio, a causa delle differenze di prezzo, hanno detto tre fonti. Stratec, che ha un valore di mercato di 1,1 miliardi di euro, ha come primo azionista la famiglia Leistner con una quota del 40,5%.

EQT, KKR e CVC hanno rifiutato di commentare. Stratec non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

I rischi delle acquisizioni aziendali ad alta leva sono aumentati con l'aumento dei finanziamenti, lasciando alcuni acquirenti in difficoltà nel far quadrare i conti delle operazioni, hanno detto le fonti.

Nel frattempo, le pile di contanti che le società di private equity hanno raccolto per investire continuano a crescere, esercitando pressione sui partner affinché prendano in considerazione operazioni a più alto rischio strutturate con un debito più costoso.

"C'è un premio di rischio per il debito, che porta a costi di transazione più elevati", ha detto Marcus Brennecke, co-responsabile globale del private equity presso EQT.

Il rendimento medio delle obbligazioni high yield in euro - tipicamente utilizzate per finanziare le operazioni di leverage buyout - è salito al 6,77% dal 2,815% dell'inizio dell'anno, secondo l'indice ICE BofA, e l'aumento del costo del capitale ha rallentato bruscamente l'emissione di debito.

Di conseguenza, le società di private equity si sono affidate sempre più a fondi di prestito privato più costosi per finanziare le loro operazioni, hanno detto quattro fonti.

Ma poiché i prezzi delle azioni continuano a scendere, il divario tra il premio che gli acquirenti sono disposti ad offrire e le aspettative di prezzo dei venditori rimane troppo ampio per molti e potrebbe richiedere fino ad un anno per ridursi, hanno detto due banchieri a Reuters.

Nel Regno Unito, dove i dati di Dealogic mostrano che quest'anno è stato concluso un quarto di tutte le operazioni di acquisizione privata in Europa, il premio medio pagato è stato del 40%, in linea con l'anno scorso, secondo i dati di Peel Hunt.

"Far passare queste operazioni è più difficile di quanto sembri. La questione sarà davvero la quantità di leva che gli acquirenti riusciranno a garantire", ha dichiarato a Reuters un banchiere europeo senior con diversi clienti di private equity di alto livello.

(1 dollaro = 0,8141 sterline)

(1 dollaro = 0,9450 euro

)


© MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
ATLANTIA SPA -0.26%22.72 Prezzo in differita.30.16%
AVIVA PLC 0.15%402 Prezzo in differita.-25.56%
BIFFA PLC -0.50%402 Prezzo in differita.12.13%
CONTOURGLOBAL PLC 0.00%257 Prezzo in differita.34.27%
EUROMONEY INSTITUTIONAL INVESTOR PLC -0.14%1452 Prezzo in differita.56.97%
FIRSTGROUP PLC 1.28%134.7 Prezzo in differita.31.80%
SCHWEIZERISCHE NATIONALBANK -0.65%6080 Prezzo in differita.16.03%
Tutte le notizie su ATLANTIA SPA
05/08TOP STORIES ITALIA: risalita tassi sosterrá settore bancario (Lemanik)
DJ
04/08ATLANTIA: CdA approva risoluzione consensuale del contratto dell'AD. Il CEO Carlo Bertazz..
PU
04/08L'italiana Atlantia registra una crescita dei ricavi del 18% e alza la sua guidance
MR
04/08ATLANTIA: Cda approva risoluzione consensuale contratto ceo
DJ
04/08ATLANTIA: migliora stime su 2022 per ricavi e margini
DJ
04/08ATLANTIA: salgono ricavi (18%) ed Ebitda (+22%), vola utile con cessione Aspi
DJ
04/08ATLANTIA: utili sfiorano 6 mld grazie a proventi cessione Aspi
DJ
04/08ATLANTIA: in fase di rilascio autorizzazioni preventive a Opa
DJ
04/08ATLANTIA: migliora outlook 2022; ricavi attesi a 6,8 mld ed Ebitda a 4,3
DJ
04/08ATLANTIA: approvata relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2022
PU
Altre news
Dati finanziari
Fatturato 2022 6 569 M 6 672 M -
Risultato netto 2022 347 M 352 M -
Indebitamento netto 2022 24 892 M 25 281 M -
P/E ratio 2022 52,5x
Rendimento 2022 3,52%
Capitalizzazione 18 604 M 18 895 M -
VS / Fatturato 2022 6,62x
VS / Fatturato 2023 5,64x
N. di dipendenti 19 289
Flottante 56,0%
Grafico ATLANTIA SPA
Durata : Periodo :
Atlantia SpA: grafico analisi tecnica Atlantia SpA | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Trend analisi tecnica ATLANTIA SPA
Breve TermineMedio TermineLungo Termine
TrendRialzistaRialzistaRialzista
Evoluzione del Conto dei Risultati
Consensus
Vendita
Buy
Raccomandazione media HOLD
Numero di analisti 10
Ultimo prezzo di chiusura 22,72 €
Prezzo obiettivo medio 22,15 €
Differenza / Target Medio -2,51%
Revisioni EPS
Dirigenti e Amministratori
Carlo Bertazzo Chief Executive Officer, Executive Director & GM
Tiziano Ceccarani Chief Financial Officer
Guglielmo Bove Executive VP, Head-Group Compliance & Security
Nicola Bruno Head-International Administration
Giuseppe Guizzi Independent Director
Settore e Concorrenza
Var. 1genCapi. (M$)
ATLANTIA SPA30.16%18 895
GETLINK SE32.25%10 576
JIANGSU EXPRESSWAY COMPANY LIMITED-14.52%5 301
ANHUI EXPRESSWAY COMPANY LIMITED-8.41%1 517
THAILAND FUTURE FUND6.80%1 003
USD PARTNERS LP-3.59%173