1. Home
  2. Azioni
  3. Regno Unito
  4. London Stock Exchange
  5. BP plc
  6. Notizie
  7. Riassunto
    BP.   GB0007980591

BP PLC

(BP.)
  Rapporto
Tempo reale stimato Cboe Europe  -  26/05 16:00:33
434.15 GBX   +1.47%
13:51Esclusivo-Shell è in trattative con un consorzio indiano per vendere una quota dell'impianto di GNL russo - fonti
MR
11:56Gli investitori petroliferi statunitensi sostengono i piani di transizione energetica nelle assemblee degli azionisti
MR
09:51BP: da JP Morgan è Buy
MD
RiassuntoQuotazioniGraficiNotizieRatingCalendarioSocietÓFinanzaConsensusRevisioniDerivati 
RiassuntoTutte le notizieRaccomandazione analistiAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settoreAnalisi MarketScreener

Restringersi per adattarsi: l'anno in cui Big Oil comincia a diventare Small Oil

10-01-2022 | 08:13
FILE PHOTO: A section of the BP Eastern Trough Area Project oil platform is seen in the North Sea, around 100 miles east of Aberdeen

Le grandi compagnie petrolifere europee stanno pianificando di spendere il loro guadagno dagli alti prezzi dell'energia per diventare piccolo petrolio.

L'impennata dei prezzi del petrolio e del gas nel 2021 ha consegnato miliardi di dollari di profitti alle principali compagnie petrolifere, in netto contrasto con l'anno precedente, quando i prezzi dell'energia sono crollati a causa della pandemia di coronavirus che ha colpito i viaggi e l'attività economica.

In genere, le compagnie investirebbero la parte del leone di quel denaro in progetti a lungo termine per aumentare la produzione e le riserve di petrolio e gas dopo i profondi tagli dell'anno precedente.

Ma a differenza di qualsiasi altro momento della loro storia, BP https://www.reuters.com/article/bp-results-idAFL1N2RT0CF , Royal Dutch Shell https://www.reuters.com/business/energy/shell-continue-7-bln-buyback-programme-at-pace-2022-01-07 , TotalEnergies, Equinor e l'italiana Eni si stanno concentrando sul ritorno di quanto più contante possibile agli azionisti per mantenerli dolci mentre iniziano un passaggio rischioso verso le energie rinnovabili e a basse emissioni di carbonio.

"Tutte le grandi compagnie petrolifere stanno gestendo il declino in una certa misura", passando a campi che forniscono maggiori ritorni di investimento per gli azionisti e lasciandosi alle spalle attività più mature, ha detto Ben Cook, gestore di portafoglio con BP Capital Fund Advisors.

La crescente pressione da parte di investitori, attivisti e governi per affrontare il cambiamento climatico significa che i giganti petroliferi europei stanno chiudendo i rubinetti della spesa per il petrolio anche se le prospettive per i prezzi e la domanda rimangono solide.

La duplice strategia di ridurre la produzione di petrolio e di aumentare i rendimenti per gli azionisti è stata sottolineata quando Shell ha venduto https://www.reuters.com/business/shell-nears-deal-sell-texas-shale-assets-conocophillips-95-bln-wsj-2021-09-20 il suo business del petrolio di scisto di Permian negli Stati Uniti per 9,5 miliardi di dollari a settembre, promettendo di restituire 7 miliardi di dollari agli investitori.

Gli investitori nelle compagnie statunitensi possono anche aspettarsi che i loro payout salgano a importi record, ma Exxon Mobil e Chevron, le principali compagnie petrolifere e del gas degli Stati Uniti, prevedono di continuare a investire denaro in nuovi progetti petroliferi, incoraggiati dagli appelli della Casa Bianca per una maggiore produzione di petrolio per affrontare gli alti prezzi dell'energia e l'inflazione.

Nel 2022, le aziende europee dovrebbero restituire agli investitori un record di 54 miliardi di dollari in dividendi e riacquisti di azioni, secondo l'analisi di Bernstein, mentre Exxon e Chevron dovrebbero pagare più di 30 miliardi di dollari insieme.

PETROLIO PIÙ PICCOLO

Mentre gli investimenti in nuovi progetti petroliferi diminuiscono, la produzione di petrolio da parte delle cinque principali compagnie energetiche europee è destinata a scendere di oltre il 15% a meno di 6 milioni di barili al giorno (bpd) entro il 2030, dopo aver raggiunto un picco di circa 7 milioni di bpd nel 2025, secondo i dati di Bernstein Research.

La britannica BP ha detto che taglierà la sua produzione di petrolio del 40%, o circa 1 milione di barili al giorno, entro il 2030 dai livelli del 2019. La Shell ha detto che la sua produzione di petrolio ha raggiunto il picco nel 2019, mentre l'Eni ha detto che la sua produzione si stabilizzerà nel 2025.

Con la transizione energetica che entra in pieno svolgimento, gli investitori hanno accolto con favore la rinnovata attenzione sui loro rendimenti. Avendo aperto la strada all'estrazione di petrolio e gas per oltre un secolo, dalla perforazione in Medio Oriente alla produzione pionieristica in acque profonde, le major petrolifere hanno una storia di versamento di miliardi di dollari in progetti enormi e complessi che hanno sforato il budget e sono rimasti indietro, portando a un decennio di scarsi rendimenti dopo il 2010.

"Le strategie per la transizione energetica stanno diventando più definite, ma gli investitori non compreranno una storia, visti i fallimenti del passato, quindi le compagnie dovranno dimostrare di poter realizzare queste strategie in modo efficace e redditizio", ha detto Alasdair McKinnon dello Scottish Investment Fund.

TEMPO DI RACCOLTO

La produzione di petrolio rimarrà un combustibile chiave nella transizione energetica e la produzione di gas naturale è destinata ad aumentare mentre paesi come l'India e la Cina cercano di sostituire il gas al combustibile fossile più inquinante, il carbone.

Allo stesso tempo, le major petrolifere europee stanno dirottando la spesa verso le energie rinnovabili come l'eolico e il solare, promettendo che i rendimenti delle loro attività a basse emissioni di carbonio saranno pari o addirittura superiori a quelli del petrolio e del gas nel lungo periodo.

Questo è in contrasto con le compagnie statunitensi, dove Exxon e Chevron sono rimaste ampiamente lontane dalle rinnovabili. L'amministratore delegato della Chevron, Mike Worth, ha detto che le rinnovabili "non generano i rendimenti a due cifre che gli investitori vogliono".

Il forte calo già visto negli investimenti in nuovi sviluppi petroliferi da parte delle aziende europee negli ultimi anni ha contribuito a spingere i prezzi del petrolio a lungo termine più in alto sull'aspettativa che l'offerta sia inferiore alla domanda.

"Tale cautela potrebbe sostenere i prezzi degli idrocarburi, dal momento che la domanda di energia sembra destinata a continuare a crescere ... e l'offerta potrebbe essere limitata, soprattutto perché le fonti rinnovabili e alternative di energia non sembrano ancora pronte a prendere il carico di base", ha detto Russ Mould, direttore degli investimenti presso la piattaforma online AJ Bell.

La domanda di petrolio dovrebbe raggiungere il picco intorno al 2030, secondo la U.S. Energy Information Administration.

"I dirigenti petroliferi sono consapevoli della pressione pubblica, delle loro responsabilità ambientali e dell'obbrobrio che qualsiasi nuovo lavoro importante potrebbe portare", ha detto Mould, aggiungendo che le aziende resisteranno alla tentazione di aumentare la produzione.

L'amministratore delegato della Shell, Ben van Beurden, ha detto che la compagnia sta guardando più a lungo termine e mentre vuole godersi i forti prezzi del petrolio, "non abbiamo intenzione di investire in modo massiccio in un mercato in crescita perché crediamo che quando potremo iniziare a raccogliere, saremo di nuovo oltre quel picco".

La strategia dell'Europa sarà un banco di prova, ha detto Cook di BP Capital Fund.

È difficile dire chi ha ragione nel ritmo della transizione. Il tempo dirà se l'Europa è andata troppo veloce.


ę MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
AJ BELL PLC 7.05%273.2 Prezzo in differita.-32.74%
AJ NETWORKS CO., LTD. 3.90%7200 Prezzo di chiusura.33.09%
BP PLC 1.24%433.2 Prezzo in differita.29.46%
CHEVRON CORPORATION 0.27%176.04 Prezzo in differita.49.48%
CONOCOPHILLIPS 1.97%113.46 Prezzo in differita.54.06%
ENI SPA 0.47%14.182 Prezzo in differita.15.55%
EQUINOR ASA 4.25%353 Prezzo in tempo reale.49.64%
EXXON MOBIL CORPORATION 0.74%97.05 Prezzo in differita.57.38%
ISTOXX FP GR DEC 2.54 (EUR) 2.84%54.38 Prezzo in differita.21.93%
LONDON BRENT OIL 1.08%115.58 Prezzo in differita.45.92%
RELAIS GROUP OYJ -1.46%16.9 Prezzo in differita.-35.74%
S&P GSCI NATURAL GAS INDEX 0.16%422.137 Prezzo in tempo reale.141.10%
S&P GSCI PETROLEUM INDEX 1.79%416.9051 Prezzo in tempo reale.49.65%
SHELL PLC 1.25%28.29 Prezzo in tempo reale.44.69%
TOTALENERGIES SE 1.78%54.92 Prezzo in tempo reale.20.88%
WTI 1.59%112.551 Prezzo in differita.46.73%
Tutte le notizie su BP PLC
13:51Esclusivo-Shell è in trattative con un consorzio indiano per vendere una quota dell'imp..
MR
11:56Gli investitori petroliferi statunitensi sostengono i piani di transizione energetica n..
MR
09:51BP: da JP Morgan è Buy
MD
25/05Scotiabank elenca le società di petrolio, gas, E&P che potrebbero aumentare i dividendi
MT
24/05I titoli europei chiudono in rosso a causa della debolezza dei dati economici
MT
24/05I titoli del Regno Unito sono colpiti dal malumore globale e dalla minaccia di una tass..
MR
24/05BP si allea con la Abu Dhabi National Oil degli Emirati Arabi Uniti e con Masdar per la..
MT
23/05AGGIORNAMENTO DEL SETTORE: i titoli energetici salgono lunedì grazie all'aumento del prez..
MT
23/05AGGIORNAMENTO DEL SETTORE: i titoli dell'energia sono in rialzo con i guadagni dei prezzi..
MT
23/05Gli ADR europei salgono nettamente nelle contrattazioni del lunedì
MT
Notizie esclusive
Raccomandazioni degli analisti su BP PLC
Pi¨ raccomandazioni
Dati finanziari
Fatturato 2022 195 Mld - 182 Mld
Risultato netto 2022 -169 M - -158 M
Indebitamento netto 2022 27 806 M - 26 041 M
P/E ratio 2022 56,7x
Rendimento 2022 4,14%
Capitalizzazione 103 Mld 103 Mld 96 922 M
VS / Fatturato 2022 0,67x
VS / Fatturato 2023 0,67x
N. di dipendenti 65 900
Flottante 94,2%
Grafico BP PLC
Durata : Periodo :
BP plc: grafico analisi tecnica BP plc | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Trend analisi tecnica BP PLC
Breve TermineMedio TermineLungo Termine
TrendRialzistaRialzistaRialzista
Evoluzione del Conto dei Risultati
Consensus
Vendita
Acquisto
Raccomandazione media ACCUMULATE
Numero di analisti 22
Ultimo prezzo di chiusura 5,37 $
Prezzo obiettivo medio 6,11 $
Differenza / Target Medio 13,7%
Revisioni EPS
Dirigenti e Amministratori
Bernard Looney Chief Executive Officer & Director
Murray Auchincloss Chief Financial Officer & Director
Helge Lund Chairman
Gordon Young Birrell Executive Vice President-Production & Operations
Paula Rosput Reynolds Senior Independent Director
Settore e Concorrenza
Var. 1genCapi. (M$)
BP PLC29.46%103 494
EXXON MOBIL CORPORATION57.38%405 668
CHEVRON CORPORATION49.48%344 648
RELIANCE INDUSTRIES LTD10.30%213 927
CHINA PETROLEUM & CHEMICAL CORPORATION12.67%75 267
SUNCOR ENERGY INC.59.46%55 649