Login
E-mail
Password
Mostra password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaAgendaSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

Pil : Confcommercio, quadro incoraggiante

30-07-2021 | 14:16

ROMA (MF-DJ)--"Il quadro che ci restituisce la lettura dei dati diffusi oggi dall'Istat e dall'Eurostat, i più importanti per valutare lo stato di salute dell'economia, è indubbiamente incoraggiante. Il nostro Paese sembra aver agganciato la ripresa in modo più dinamico rispetto ad altri grandi partner europei quali Francia e Germania. A questo dato si accompagna anche una ripresa dell'inflazione meno accentuata, in Germania si è ormai superato il 3%".

E' il commento dell'Ufficio Studi Confcommercio ai dati Istat di oggi.

"La crescita del Pil del 2,7% congiunturale registrata nel secondo trimestre, -continua la nota - lievemente migliore rispetto alle nostre stime di un +2,6%, consolida le attese di un recupero nel 2021 prossimo, se non superiore, al 5%. Andamento positivo a cui hanno finalmente contribuito anche i servizi e la domanda per consumi, che si confermano, ancora una volte, un motore indispensabile per la crescita".

"Al di là di questi elementi - conclude la nota - permangono, comunque, molti fattori che spingono alla prudenza nel valutare le prospettive per i prossimi mesi. La ripresa necessita di un reale consolidamento, che vada al di là dei rimbalzi statistici. In quest'ottica un ruolo cruciale è rappresentato, oltre che dall'efficacia del Pnrr e del programma di riforme, dalla domanda per consumi che, seppure in ripresa, è ben lontana dai livelli pre-crisi. Sul fronte del lavoro la crisi di quello autonomo, il più penalizzato, è un elemento che potrebbe limitare pesantemente la domanda di lavoro. Si aggiunga che divergenze di rilievo nelle dinamiche inflazionistiche dei diversi paesi europei potrebbero creare qualche tensione nella gestione della politica monetaria da parte della Bce. Un rientro prematuro, per il nostro Paese, di una politica accomodante non agevolerebbe né la ripresa né il processo di rientro del debito".

liv

(END) Dow Jones Newswires

July 30, 2021 08:15 ET (12:15 GMT)

Ultime notizie "Economia & Forex"
15:49Uber si aspetta di registrare il pareggio dell'EBITDA rettificato nel trimestre in corso
MR
15:45ITALO: al via nuovo programma fedelta'
DJ
15:43ALCHIMIA SPA: entra in Stardust con il 34%
DJ
15:41WINDTRE: serie tv e super fibra protagoniste nuovo spot
DJ
15:37ONU: Guterres, a rischio cooperazione internazionale per divisioni geopolitiche
DJ
15:35FINANZA: round di investimento da 1,1 mln per Cesarine.com
DJ
15:31ONU: Guterres; è allarme su clima, dobbiamo agire seriamente e velocemente
DJ
15:29MUTUI: in Italia tassi tra i più bassi al mondo
DJ
15:29ODDO BHF A.M.: rileva 100% di Metropole Gestion
DJ
15:27LIBANO: Borrell; bene fiducia a Governo, è tempo di attuare riforme urgenti
DJ
Ultime notizie "Economia & Forex"