Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     

LVMH MO╦T HENNESSY LOUIS VUITTON SE

(MC)
  Rapporto
Tempo reale Euronext Paris  -  13:22:07 06/02/2023
812.20 EUR   -2.07%
11:53Borse Europa in ribasso trascinate da calo Aurusbis, rimangono timori rialzi tassi
RE
08:46LVMH: RBC ancora positivo
MD
03/02LVMH: Jefferies ottimista sul caso
MD
RiassuntoQuotazioniGraficiNotizieRatingCalendarioSocietÓFinanzaConsensusRevisioniDerivatiFondi 
RiassuntoTutte le notizieRaccomandazione analistiAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settoreAnalisi MarketScreener

Lusso: Italia si conferma tra leader, 23 aziende in Top 100 (Deloitte)

30-11-2022 | 11:37

MILANO (MF-DJ)--Durante l'anno fiscale 2021 le 100 più grandi aziende di beni di lusso al mondo hanno generato vendite per 305 miliardi di dollari, 53 miliardi in più rispetto all'anno precedente e superando di 24 miliardi perfino i risultati ottenuti nel 2019 (+8,5%). A tassi di cambio costanti, i primi 100 player hanno complessivamente visto una crescita del 21,5%, con un profit margin del 12,2% (+7,1 punti percentuali rispetto allo scorso anno).

È quanto emerge dalla nona edizione del Global Powers of Luxury Goods, lo studio annuale di Deloitte che esamina e classifica i 100 Top Player del settore Fashion & Luxury a livello globale, sulla base delle vendite consolidate nell'anno fiscale 2021.

"In questo periodo di cambiamento e incertezza, l'appeal delle aziende del settore lusso si è riconfermato. Il comparto è stato capace di re-inventarsi e avviare un processo di trasformazione considerevole, portando concetti quali sostenibilità, economia circolare, innovazione, al centro delle proprie strategie di crescita per i prossimi anni. Oggi più che mai le aziende di questo settore sono in grado di essere vicine ai consumatori in termini di servizio, produzione, ascolto e condivisione dei medesimi valori", commenta in una nota Giovanni Faccioli, Deloitte Global Fashion & Luxury Practice Leader.

Quasi l'85% del risultato netto della classifica delle Top 100 di Deloitte proviene dalle aziende della Top 10, che si confermano leader anche in termini contributo alle vendite totali delle aziende (56,2%, + 4,8 punti percentuali rispetto al 2020). Il podio della Top 10 dei big del lusso è oramai consolidato, rimanendo invariato per il quinto anno consecutivo e vede i colossi Lvmh Moet Hennessy Louis Vuitton, Kering e The Estee Lauder Companies in testa alla classifica.

L'Italia si conferma uno dei Paesi leader nel settore, posizionando 23 aziende tra le 100 che costituiscono la graduatoria. Quasi tutte le 21 società con chiusura dell'esercizio al 31 dicembre hanno registrato una crescita a due cifre delle vendite di beni di lusso, compresa tra il 17,3% e il 49,3%, con una crescita composita anno su anno superiore alla media del 27,2%. Quasi tutte le aziende hanno registrato profitti, con Moncler, Max Mara, Valentino e Marcolin che hanno registrato margini di utile netto a due cifre.

Golden Goose, Moncler ed Euroitalia rientrano tra le aziende a crescita più rapida, rispettivamente al terzo, decimo e sedicesimo posto, grazie ai Cagr (tassi composti medi annui di crescita) a doppia cifra per il periodo 2018-2021 (rispettivamente 27,2%, 12,9% e 10,9%). Il gruppo Prada, Moncler e Giorgio Armani sono i tre principali player italiani in classifica e, in forma aggregata, rappresentano il 35% delle vendite di beni di lusso realizzate nel 2021 dalle aziende italiane presenti nel ranking. Il gruppo Marcolin ha registrato il net profit margin più alto dell'intera classifica: 33,4%, seguito da Hermes con il 27,3%.

L'importanza dei grandi conglomerati del lusso è testimoniata dalla Francia, che con solo otto aziende in classifica, di cui quattro in top 10, è il Paese che ha conseguito complessivamente performance migliori: le vendite sono cresciute del 42,4% (risultato migliore riuscito solo alle aziende spagnole con una crescita a/a del 45,2%) e un utile netto a doppia cifra del 19,8%, il più alto tra i Paesi. Anche il Cagr per il periodo 2018-2021 è stato il migliore al 13,3%.

Sulla scia della pandemia e dei cambiamenti nei valori e nelle abitudini di acquisto, le aziende di beni di lusso si trovano ora di fronte a nuove opportunità derivanti da transizione ecologica ed economia circolare. Insieme alla rivoluzione digitale portata dal metaverso e dal Web3, si tratta dei due grandi trend che stanno guidando l'innovazione nell'industria del lusso.

"Dopo anni di critiche ai propri modelli di business, le aziende del lusso stanno portando avanti le istanze della sostenibilità e si avviano sempre più verso l'adozione di un sistema di economia circolare per ridurre concretamente il proprio impatto ambientale, modificando i processi di produzione e promuovendo nuove pratiche di consumo", afferma Faccioli. "La sostenibilità e i principi ESG sono sempre più incorporati nelle strategie delle aziende, che si avvalgono del prezioso supporto delle nuove tecnologie per sviluppare nuovi materiali rispettosi dell'ambiente e per migliorare il design, la produzione, la distribuzione e la comunicazione dei loro prodotti".

com/pl


(END) Dow Jones Newswires

November 30, 2022 05:36 ET (10:36 GMT)

Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
CHRISTIAN DIOR SE -1.96%801.5 Prezzo in tempo reale.20.04%
KERING -3.06%579.7 Prezzo in tempo reale.25.89%
LVMH MOËT HENNESSY LOUIS VUITTON SE -2.00%812.2 Prezzo in tempo reale.21.99%
MONCLER S.P.A. -4.05%56.4 Prezzo in differita.18.71%
PRADA S.P.A. 2.79%53.5 Prezzo in differita.18.03%
S&P GSCI GOLD INDEX 0.50%1097.81 Prezzo in tempo reale.2.76%
Tutte le notizie su LVMH MO╦T HENNESSY LOUIS VUITTON SE
11:53Borse Europa in ribasso trascinate da calo Aurusbis, rimangono timori rialzi tass..
RE
08:46LVMH: RBC ancora positivo
MD
03/02LVMH: Jefferies ottimista sul caso
MD
01/02Gautam Adani, uno degli uomini più potenti dell'India, subisce una rara sconfitta
MR
31/01Kevin Germanier, uno stilista vallesano a Parigi
AW
31/01I titoli del lusso in Europa hanno spazio per salire, ma stanno diventando costosi
MR
31/01LVMH, L’Oréal sarebbero tra i pretendenti per la partecipazione in Aesop
CI
30/01Il nuovo designer di Gucci raccoglie un'eredità impegnativa
RE
30/01LVMH: UBS conferma il rating Buy
MD
30/01LVMH: Deutsche Bank Neutral sul caso
MD
Altre news
Raccomandazioni degli analisti su LVMH MO╦T HENNESSY LOUIS VUITTON SE
Altre raccomandazioni
Dati finanziari
Fatturato 2022 78 791 M 85 503 M -
Risultato netto 2022 14 716 M 15 969 M -
Indebitamento netto 2022 21 283 M 23 096 M -
P/E ratio 2022 28,6x
Rendimento 2022 1,48%
Capitalizzazione 416 Mld 451 Mld -
VS / Fatturato 2022 5,54x
VS / Fatturato 2023 5,09x
N. di dipendenti 157 953
Flottante 51,0%
Grafico LVMH MO╦T HENNESSY LOUIS VUITTON SE
Durata : Periodo :
LVMH MoŰt Hennessy Louis Vuitton SE: grafico analisi tecnica LVMH MoŰt Hennessy Louis Vuitton SE | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Trend analisi tecnica LVMH MO╦T HENNESSY LOUIS VUITTON SE
Breve TermineMedio TermineLungo Termine
TrendRialzistaRialzistaRialzista
Evoluzione del Conto dei Risultati
Consensus
Vendita
Buy
Raccomandazione media Buy
Numero di analisti 31
Ultimo prezzo di chiusura 829,40 €
Prezzo obiettivo medio 843,74 €
Differenza / Target Medio 1,73%
Revisioni EPS
Dirigenti e Amministratori
Bernard Arnault Chairman & Chief Executive Officer
Jean-Jacques Guiony Chief Financial Officer
Charles de Croisset Lead Independent Director
Yves-Thibault de Silguy Independent Director
Hubert VÚdrine Independent Director
Settore e Concorrenza
Var. 1genCapi. (M$)
LVMH MOËT HENNESSY LOUIS VUITTON SE21.99%450 996
LULULEMON ATHLETICA INC.-0.30%40 731
LI NING COMPANY LIMITED13.28%25 746
MONCLER S.P.A.18.71%17 202
VF CORPORATION10.90%11 896
RALPH LAUREN CORPORATION19.14%8 305