Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietÓIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori 

Analisi: il principe saudita cerca la leadership e l'indipendenza del Medio Oriente con la visita di Xi

04-12-2022 | 16:25
FILE PHOTO: APEC summit 2022 in Bangkok

Il Principe ereditario Mohammed bin Salman ospita il leader cinese questa settimana in un momento delicato dei legami tra Stati Uniti e Arabia Saudita, segnalando la volontÓ di Riyadh di navigare in un ordine globale polarizzato, indipendentemente dai desideri dei suoi alleati occidentali, hanno detto gli analisti.

Il sovrano del gigante petrolifero è tornato sulla scena mondiale dopo l'omicidio di Jamal Khashoggi, avvenuto nel 2018, che ha gettato un'ombra sui legami tra Arabia Saudita e Stati Uniti, ed è stato sfidante di fronte all'ira degli Stati Uniti per la politica energetica del regno e alle pressioni di Washington per aiutare a isolare la Russia.

In una dimostrazione di forza come aspirante leader del mondo arabo, il Principe Mohammed riunirà anche i governanti di tutto il Medio Oriente e del Nord Africa per un vertice arabo-cinese durante la visita del Presidente Xi Jinping che dovrebbe iniziare martedì.

"Riyadh sta lavorando in base a calcoli strategici secondo i quali deve accogliere Pechino, in quanto ora è un partner economico indispensabile", ha detto Ayham Kamel, responsabile del Medio Oriente e del Nord Africa presso Eurasia Group.

Sebbene gli Stati Uniti rimangano il partner d'elezione per gli Stati del Golfo che dipendono da loro per la loro sicurezza, Riyadh sta tracciando una politica estera che serve alla sua trasformazione economica nazionale, mentre il mondo si allontana dagli idrocarburi, la linfa vitale saudita, hanno detto gli analisti.

"C'è certamente il rischio che l'espansione delle relazioni con la Cina si ritorca contro e porti a una (ulteriore) frattura nelle relazioni tra Stati Uniti e Arabia Saudita... ma MBS non sta certamente perseguendo questo obiettivo per dispetto", ha detto Kamel.

La visita di Xi arriva in un momento in cui i legami tra Stati Uniti e Arabia Saudita sono al nadir, l'incertezza pesa sui mercati energetici globali con l'imposizione da parte dell'Occidente di un tetto ai prezzi del petrolio russo e mentre Washington guarda con cautela alla crescente influenza della Cina in Medio Oriente.

Il governo saudita non ha risposto alle richieste di commento sulla visita di Xi e sul suo programma.

In un segno di irritazione per le critiche degli Stati Uniti sul record di Riyadh in materia di diritti umani, il Principe Mohammed ha dichiarato a marzo alla rivista The Atlantic che non gli interessa se il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha frainteso le cose che lo riguardano, dicendo che Biden dovrebbe concentrarsi sugli interessi dell'America.

Lo stesso mese ha anche suggerito, nelle osservazioni riportate dall'agenzia di stampa statale saudita SPA, che mentre Riyadh mirava a rafforzare i suoi legami con Washington, poteva anche scegliere di ridurre "i nostri interessi" - gli investimenti sauditi - negli Stati Uniti.

L'Arabia Saudita sta approfondendo i legami economici con la Cina. È il primo fornitore di petrolio della Cina, anche se il collega produttore OPEC+, la Russia, ha aumentato la sua quota di mercato cinese con carburante a prezzi più bassi.

Pechino ha anche esercitato pressioni per l'utilizzo della sua valuta yuan negli scambi commerciali al posto del dollaro americano. In precedenza, Riyadh aveva minacciato di abbandonare alcuni scambi di petrolio in dollari per affrontare una possibile legislazione statunitense che avrebbe esposto i membri dell'OPEC a cause legali antitrust.

I legami tra Stati Uniti e Arabia Saudita sotto l'amministrazione di Biden, già tesi a causa dei diritti umani e della guerra nello Yemen, in cui Riyadh guida una coalizione militare, si sono ulteriormente logorati a causa della guerra in Ucraina e della politica petrolifera dell'OPEC+.

FANFARE E ACCORDI

I diplomatici della regione hanno detto che Xi avrà un'accoglienza sontuosa, simile a quella mostrata dall'allora Presidente Donald Trump quando visitò il regno nel 2017, e in contrasto con la visita imbarazzante di Biden a luglio, che aveva l'obiettivo di ricucire i legami con Riyadh.

Trump è stato accolto da Re Salman all'aeroporto in pompa magna, mentre si aggiudicava oltre 100 miliardi di dollari in contratti per l'industria militare statunitense. Biden, che in passato aveva giurato di rendere Riyadh "un paria" per l'uccisione di Khashoggi, aveva minimizzato i suoi incontri con il Principe Mohammed, al quale ha dato un pugno di mani piuttosto che una stretta di mano.

Si prevede che la delegazione cinese firmerà decine di accordi con l'Arabia Saudita e altri Stati arabi che riguardano l'energia, la sicurezza e gli investimenti, hanno detto i diplomatici a Reuters.

Il Principe Mohammed è concentrato sulla realizzazione del suo piano di diversificazione Vision 2030, volto a liberare l'economia dal petrolio attraverso la creazione di nuove industrie, tra cui la produzione di automobili e di armi e la logistica, anche se gli investimenti diretti esteri sono stati lenti.

Il regno sta investendo molto in nuove infrastrutture e megaprogetti nel turismo e in iniziative come la zona NEOM da 500 miliardi di dollari, una manna per le imprese edili cinesi.

L'Arabia Saudita e i suoi alleati del Golfo hanno dichiarato di voler continuare a diversificare le partnership per servire gli interessi economici e di sicurezza, nonostante le riserve degli Stati Uniti sui loro legami con la Russia e la Cina.

Il Principe Mohammed vuole dimostrare al proprio elettorato che il Regno è importante per molte potenze globali, ha detto Jonathan Fulton, senior fellow non residente presso l'Atlantic Council.

"Forse sta lanciando un segnale anche agli Stati Uniti, ma... è più preoccupato di ciò che pensa la gente all'interno del regno".

RELAZIONE COMPLESSA

Biden ha promesso "conseguenze" per Riyadh dopo la mossa di produzione dell'OPEC+, ma da allora Washington ha ribadito il suo sostegno alla sicurezza del Regno, con funzionari statunitensi che hanno sottolineato il "vantaggio comparativo" degli Stati Uniti nella costruzione di strutture di difesa integrate nel Golfo.

Il portavoce della Casa Bianca per la sicurezza nazionale, John Kirby, ha detto ai giornalisti mercoledì che Washington vuole assicurarsi che il suo rapporto "strategico" con Riyadh funzioni "nel nostro migliore interesse".

I funzionari statunitensi hanno rifiutato di commentare quando è stato chiesto loro di parlare delle relazioni bilaterali tra Arabia Saudita e Cina in vista della visita di Xi.

Washington ha espresso preoccupazione per l'uso da parte dei Paesi del Golfo della tecnologia cinese 5G e per gli investimenti cinesi in infrastrutture sensibili come i porti, anche negli Emirati Arabi Uniti, che hanno bloccato un progetto portuale cinese a causa delle preoccupazioni degli Stati Uniti.

Riyadh e Abu Dhabi stanno acquistando attrezzature militari cinesi e un'azienda saudita ha firmato un accordo con una società cinese per produrre droni armati nel regno.

L'analista saudita Abdulaziz Sager, presidente del Gulf Research Center con sede a Riyad, ha dichiarato alla TV saudita Asharq News che gli Stati arabi vogliono dire agli alleati occidentali che hanno alternative e che le loro relazioni si basano principalmente su interessi economici.

Anche se i legami sauditi con la Cina sembrano crescere "molto più rapidamente" rispetto a quelli con gli Stati Uniti, le relazioni effettive non sono paragonabili, ha affermato Jon Alterman, direttore del programma Medio Oriente presso il Center for Strategic and International Studies di Washington.

"Le relazioni con la Cina impallidiscono rispetto a quelle con gli Stati Uniti, sia in termini di complessità che di intimità", ha affermato.


ę MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
AUSTRALIAN DOLLAR / US DOLLAR (AUD/USD) -0.04%0.7111 Prezzo in differita.4.30%
BRENT OIL 0.88%88.19 Prezzo in differita.0.27%
BRITISH POUND / US DOLLAR (GBP/USD) -0.33%1.2377 Prezzo in differita.2.60%
CANADIAN DOLLAR / US DOLLAR (CAD/USD) -0.02%0.75087 Prezzo in differita.1.24%
DOW JONES AFRICA TITANS 50 INDEX -0.35%495.39 Prezzo in tempo reale.8.54%
EURO / US DOLLAR (EUR/USD) -0.06%1.08893 Prezzo in differita.2.04%
INDIAN RUPEE / US DOLLAR (INR/USD) -0.10%0.012273 Prezzo in differita.1.50%
NEW ZEALAND DOLLAR / US DOLLAR (NZD/USD) -0.01%0.64935 Prezzo in differita.2.06%
S&P AFRICA 40 INDEX -0.07%166.35 Prezzo in tempo reale.8.91%
UNITED STATES DOLLAR (B) / CHINESE YUAN IN HONG KONG (USD/CNH) 0.25%6.7518 Prezzo in differita.-2.68%
US DOLLAR / RUSSIAN ROUBLE (USD/RUB) -0.19%69.3642 Prezzo in differita.-3.88%
WTI 1.20%82.047 Prezzo in differita.0.09%
Ultime notizie "Economia"
11:48Il proprietario di Costcutter, Bestway, acquista una partecipazione in Sainsbury's
MR
11:47CiviBank : prima banca locale italiana certificata B Corp
DJ
11:45Famiglie : +6,6% valore attività finanziarie 2021, rilevante crescita depositi (Bankitalia)
DJ
11:45Famiglie : nel 2021 ricchezza netta aumenta del 3% a 10.422 mld (Bankitalia)
DJ
11:39La crescita dei prestiti della zona euro crolla a causa dei tassi più alti
MR
11:38Esclusivo - Gli zuccherifici indiani chiuderanno in anticipo a causa delle condizioni meteorologiche, che compromettono la fornitura di canna da zucchero - funzionario del governo
MR
11:38Lavoro : bonus edilizi spingono costruzioni, nuove opportunità da Pnrr (Bankitalia)
DJ
11:37I viaggi dei cinesi sono più che raddoppiati nei primi sei giorni del Capodanno lunare rispetto all'anno scorso
MR
11:36Lavoro : in autunno si è accentuato aumento disoccupati (Bankitalia)
DJ
11:36TITOLI DI STATO : Italia colloca 5 mld euro Bot 6 mesi al 2,822%
DJ
Ultime notizie "Economia"