Login
E-mail
Password
Mostra password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
  1. Home
  2. Azioni
  3. Italia
  4. Borsa Italiana
  5. Mediaset NV
  6. Notizie
  7. Riassunto
    MS   NL0015000H23

MEDIASET NV

(MS)
RiassuntoQuotazioniGraficiNotizieRatingAgendaSocietÓFinanzaConsensusRevisioniDerivati 
RiassuntoTutte le notizieAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settoreAnalisi MarketScreener

Mediaset: sta giocando su tre fronti (Mi.Fi.)

26-04-2021 | 08:06

MILANO (MF-DJ)--Il futuro e il destino di Mediaset si giocano su tre fronti: Italia, Francia e Germania. Su quest'ultimo mercato è stata puntata una fiche da oltre mezzo miliardo per assumere il ruolo di primo azionista (24,9%) di ProsiebenSat.7, anche se ancora non è stata presa alcuna decisione strategica, visto che nessun rappresentante del gruppo tv della famiglia Berlusconi siede in cda.

Oltralpe invece la tv guidata da Pier Silvio Berlusconi è in corsa per il 48,3% dell'emittente M6 messo in vendita da Bertelsmann attraverso Rtl. L'asta vale un miliardo e vede in pole position Tf1 (gruppo Bouygues) grazie alla benedizione del presidente Emmanuel Macron, attento agli equilibri geopolitici interni a un anno dalle elezioni. A sfidare Tf1 c'è Vivendi, secondo socio del Biscione con il 28,8% e ipotesi non gradita a Macron (Vincent Bolloré è vicino all'ex presidente Nicolas Sarkozy), oltre ad Altice, agli editori de Le Monde Xavier Niel e Matthieu Pigasse assieme a Pierre Antoine Capton, supportati da Bernard Arnault (Lvmh) e infine a Daniel Kretinsky. La sfida è ostica ma Mediaset se la vuole giocare anche grazie al coinvolgimento di un lobbista transalpino di peso. Per superare la concorrenza di Tf1 gli italiani potrebbero optare per una alleanza. Magari con quel Kretinsky che era presente nel capitale di ProsiebenSat. O con Altice. La sfida non è semplice perché in tale scenario avrebbe pur sempre un ruolo Vivendi. Ma il fronte più caldo, strategico e decisivo per Cologno Monzese e resta l'Italia. Lo scontro con Vivendi va avanti da metà 2016 e sembra non finire mai. Una delicata partita, giocata in mezza Europa - sono stati coinvolti i tribunali di Milano, Madrid e Amsterdam - che riserva colpi di scena ben poco salutari al cammino industriale del Biscione.

In questa sfida che inizialmente, con le decisioni del Tribunale di Milano sulla creazione della olandese MediaForEurope, aveva visto prevalere il network fondato da Silvio Berlusconi, sono poi arrivate le sentenze dei giudici di Madrid e Amsterdam che rispettivamente hanno bloccato la fusione tra Mediaset e la controllata iberica Mediaset España e congelato la nascita di Mfe. Un doppio assist a Vivendi che ha pure incassato il parere positivo della Corte di Giustizia Ue sulla legittimità della partecipazione del 28,8% bloccata alcuni anni fa dall'Agcom: il 19,9% venne conferito al trust SimonFid. Parere che ha portato il Tar del Lazio a scongelare i diritti di voto in capo ai francesi. Questi ultimi, nella settimana tra il 19 e il 23 aprile, hanno ottenuto altri due risultati importanti dal Tribunale Civile di Milano. I giudici in primo grado hanno dichiarato «non illegittima» la scalata di Vivendi (salita dal 3% al 28,8% di Mediaset nel dicembre 2016), colpevole però di non aver dato esecuzione al contratto d'acquisto dell'ex pay tv Premium: ma invece dei 3 miliardi di danni chiesti dal Biscione e Fininvest i francesi dovranno pagare 1,7 milioni. I giudici poi hanno dato ragione a SimonFid, non ammessa a partecipare all'assemblea del 27 giugno 2018, annullando tutti i provvedimenti presi dal gruppo tv a partire da quella data: sentenza applicata con efficacia retroattiva. «Tale disapplicazione travolge pertanto tutti gli atti compiuti nel periodo della sua vigenza, tra cui l'esclusione dal voto di Simon Fiduciaria», si legge nella nota Mediaset. Gli effetti immediati più rilevanti sono lo stop alla fusione (e quindi alla nascita di Mfe) e soprattutto al voto maggiorato che blinda Fininvest introdotto appunto da quell'assemblea: temi sui quali pendono le cause di Vivendi che potrebbero andare a sentenza in autunno.

fch

(END) Dow Jones Newswires

April 26, 2021 02:05 ET (06:05 GMT)

Valori citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
LVMH MOËT HENNESSY LOUIS VUITTON SE 1.56%656.1 Prezzo in tempo reale.26.44%
MEDIASET NV 0.88%2.516 Prezzo in differita.19.56%
VIVENDI SE -0.22%11.23 Prezzo in tempo reale.-57.34%
Tutte le notizie su MEDIASET NV
19/10TV: Mise, domani inizia transizione verso nuovi standard
DJ
15/10MEDIASET: “MEDIASET HA A CUORE IL FUTURO” DAL 16 OTTOBRE AL VIA LA NUOVA CAMP..
PU
15/10MEDIASET: da 16/10 campagna sociale contro spreco alimentare
DJ
15/10SERIE A: anche Publitalia in assemblea (MF)
DJ
14/10MEDIASET: assemblea straordinaria il 25/11
DJ
14/10MEDIASET: 14/10/2021 - Proxy Form
PU
13/10Mercato pubblicità Italia recupera in agosto livelli pre-Covid - Nielsen
RE
07/10BORSA I. EQUITY MTF: bene Diasorin
DJ
06/10SENDABOX: diventa Main Sponsor dell'AC Monza
DJ
06/10CENSIS: pandemia aumenta utilizzo tv, boom internet e social
DJ
Pi¨ notizie
Dati finanziari
Fatturato 2021 2 889 M 3 367 M -
Risultato netto 2021 325 M 379 M -
Indebitamento netto 2021 970 M 1 130 M -
P/E ratio 2021 8,85x
Rendimento 2021 2,94%
Capitalizzazione 2 862 M 3 332 M -
VS / Fatturato 2021 1,33x
VS / Fatturato 2022 1,25x
N. di dipendenti 4 877
Flottante 20,6%
Grafico MEDIASET NV
Durata : Periodo :
Mediaset NV: grafico analisi tecnica Mediaset NV | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Trend analisi tecnica MEDIASET NV
Breve TermineMedio TermineLungo Termine
TrendNeutraleRibassistaNeutrale
Evoluzione del Conto di Risultati
Consensus
Vendita
Acquisto
Raccomandazione media MANTENERE
Numero di analisti 15
Ultimo prezzo di chiusura 2,49 €
Prezzo obiettivo medio 2,64 €
Differenza / Target Medio 5,83%
Revisioni EPS
Dirigenti e Amministratori
Pier Silvio Berlusconi Deputy Chairman & Chief Executive Officer
Simone Sole Head-Finance & Administration
Marco Giordani Chief Financial Officer & Executive Director
Fedele Confalonieri Chairman
Niccol˛ Querci Executive Director, Manager-HR & Operations
Settore e Concorrenza
Var. 1genCapi. (M$)
MEDIASET NV19.56%3 301
WALT DISNEY COMPANY (THE)-5.52%311 056
COMCAST CORPORATION1.56%248 947
VIACOMCBS INC.4.86%25 369
THE LIBERTY SIRIUSXM GROUP11.17%16 085
FORMULA ONE GROUP27.68%12 499