Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
  1. Home
  2. Azioni
  3. Svizzera
  4. Swiss Exchange
  5. Credit Suisse Group AG
  6. Notizie
  7. Riassunto
    CSGN   CH0012138530

CREDIT SUISSE GROUP AG

(CSGN)
  Rapporto
Tempo differito Swiss Exchange  -  17:30 02/12/2022
2.950 CHF   +9.30%
02/12Le azioni europee si muovono al ribasso per concludere un mese forte, con una settimana al ribasso
MT
02/12Aggiornamento settoriale: I titoli finanziari scivolano prima del mercato di venerdì
MT
02/12Aggiornamento del settore: Finanziario
MT
RiassuntoQuotazioniGraficiNotizieRatingCalendarioSocietÓFinanzaConsensusRevisioniDerivatiFondi 
RiassuntoTutte le notizieRaccomandazione analistiAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settoreAnalisi MarketScreener

Il Q4 inizia in modo incerto, con le azioni che vacillano, ma il petrolio fa un balzo in avanti.

03-10-2022 | 11:18

L'ultimo trimestre dell'anno ha avuto un inizio traballante lunedì, con le scorte mondiali che languono ai livelli più bassi dalla fine del 2020 - quando l'economia globale era ancora in preda alla pandemia COVID-19.

I prezzi del petrolio sono balzati di oltre il 4% quando l'Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio e i suoi alleati, un gruppo noto come OPEC+, hanno detto che avrebbero preso in considerazione la riduzione della produzione, mentre la sterlina si è impennata dopo che il governo britannico ha detto che avrebbe invertito un controverso taglio delle tasse che aveva scosso i mercati britannici.

Ma il sentimento dei mercati è rimasto fragile, a causa delle preoccupazioni che i rialzi aggressivi dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve degli Stati Uniti aumentino i rischi di recessione globale.

I mercati azionari europei erano un mare di rosso, con l'indice STOXX 600 in calo dell'1,4%. Le azioni dell'assediata banca svizzera Credit Suisse sono scese di circa il 10% nelle prime contrattazioni, riflettendo la preoccupazione del mercato per il gruppo che sta ultimando un programma di ristrutturazione che sarà annunciato il 27 ottobre.

I titoli asiatici sono per lo più scesi in un periodo di scambi poco festivo, anche se i mercati giapponesi hanno trovato sostegno grazie alle forti azioni del settore energetico e dei semiconduttori.

I futures sulle azioni statunitensi sono stati misti e l'indice azionario mondiale MSCI è sceso al livello più basso dalla fine del 2020.

Anche la notizia della svolta fiscale del governo britannico non sembra aver sollevato il sentimento generale.

Stephen Innes, managing partner di SPI Asset Management, ha detto che il crollo dei mercati britannici della scorsa settimana, a seguito del "mini budget" della Gran Bretagna del 23 settembre, ha suggerito che il mercato orso delle azioni è entrato in una nuova fase.

"La fragilità del mercato verso il quarto trimestre significa che è giunto il momento di sentirsi a disagio", ha detto.

"Uscire da oltre un decennio di denaro a buon mercato e di iniezioni di liquidità è sempre stato difficile. Ma la Fed non ha battuto ciglio di fronte alla flessione dei mercati azionari, al contrario".

L'indice MSCI delle azioni mondiali di 47 Paesi ha registrato un rally del 10% tra luglio e metà agosto. Ma i rialzi aggressivi dei tassi della Fed sono presto rientrati, e da allora l'indice è crollato del 15%, con un calo del 25% e 18.000 miliardi di dollari per quest'anno.

Le banche centrali dell'Australia e della Nuova Zelanda si riuniscono questa settimana e si prevede un ulteriore aumento dei tassi.

I prezzi del petrolio sono aumentati in seguito alle notizie che l'OPEC+ prenderà in considerazione questa settimana di tagliare la produzione di oltre 1 milione di barili al giorno, per la più grande riduzione dai tempi della pandemia, nel tentativo di sostenere il mercato. I futures del Brent sono saliti di oltre il 4% a quasi 89 dollari al barile e il West Texas Intermediate statunitense è salito del 4,5%, a 83 dollari al barile.

REGNO UNITO: RESPIRAZIONE

La martoriata sterlina britannica è salita di circa lo 0,5% a 1,1200 dollari e i rendimenti dei suoi titoli di Stato sono scesi, spingendo il loro prezzo verso l'alto, in seguito all'inversione della politica britannica.

"Da una prospettiva di mercato, è un buon passo nella giusta direzione. Ci vorrà del tempo prima che i mercati recepiscano il messaggio, ma dovrebbe allentare la pressione", ha dichiarato Jan Von Gerich, analista capo di Nordea. "Rimangono ancora delle domande e la sterlina probabilmente rimarrà sotto pressione".

L'indice azionario FTSE-100 di Londra è sceso dell'1%, in linea con gli altri mercati.

Nel frattempo, lo yen giapponese è sceso brevemente fino a 145,4 contro il dollaro, anche se il Ministro delle Finanze giapponese, Shunichi Suzuki, ha dichiarato che il Governo avrebbe adottato "misure decisive" per evitare bruschi movimenti della valuta.

È stata la prima volta che lo yen ha superato la barriera di 145 dal 22 settembre, quando il Giappone è intervenuto per sostenere la sua valuta per la prima volta dal 1998.

Il commercio in tutta l'Asia è stato in generale contenuto. La Corea del Sud ha avuto una festa nazionale e la Cina è entrata nella pausa della "Settimana d'oro" lunedì. Hong Kong è chiusa per una festività martedì.

L'oro è salito dello 0,3% a 1.664 dollari l'oncia.


ę MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
AUSTRALIAN DOLLAR / JAPANESE YEN (AUD/JPY) -0.87%91.244 Prezzo in differita.10.14%
AUSTRALIAN DOLLAR / US DOLLAR (AUD/USD) -0.28%0.67914 Prezzo in differita.-6.20%
BRENT OIL -1.49%85.9 Prezzo in differita.11.13%
BRITISH POUND / JAPANESE YEN (GBP/JPY) -0.38%165.041 Prezzo in differita.6.37%
BRITISH POUND / US DOLLAR (GBP/USD) 0.23%1.22858 Prezzo in differita.-9.40%
CANADIAN DOLLAR / JAPANESE YEN (CAD/JPY) -0.90%99.684 Prezzo in differita.10.45%
CANADIAN DOLLAR / US DOLLAR (CAD/USD) -0.31%0.7419 Prezzo in differita.-5.91%
CREDIT SUISSE GROUP AG 9.30%2.95 Prezzo in differita.-64.87%
EURO / JAPANESE YEN (EUR/JPY) 0.02%141.52 Prezzo in differita.8.73%
EURO / US DOLLAR (EUR/USD) 0.05%1.05325 Prezzo in differita.-7.41%
FTSE 100 -0.03%7556.23 Prezzo in differita.2.36%
INDIAN RUPEE / JAPANESE YEN (INR/JPY) -1.04%1.650655 Prezzo in differita.7.95%
INDIAN RUPEE / US DOLLAR (INR/USD) 0.11%0.012297 Prezzo in differita.-8.26%
JAPANESE YEN / SWISS FRANC (JPY/CHF) -0.10%0.6965 Prezzo in differita.-12.57%
NEW ZEALAND DOLLAR / JAPANESE YEN (NZD/JPY) 0.07%86.126 Prezzo in differita.9.32%
NEW ZEALAND DOLLAR / US DOLLAR (NZD/USD) 0.63%0.64084 Prezzo in differita.-6.84%
NORDEA BANK ABP -0.29%109.5 Prezzo in differita.-0.91%
S&P GSCI BRENT CRUDE INDEX -1.51%728.2562 Prezzo in tempo reale.11.82%
US DOLLAR / JAPANESE YEN (USD/JPY) -0.65%134.271 Prezzo in differita.17.45%
WTI -1.34%80.208 Prezzo in differita.6.89%
Tutte le notizie su CREDIT SUISSE GROUP AG
02/12Le azioni europee si muovono al ribasso per concludere un mese forte, con una settimana..
MT
02/12Aggiornamento settoriale: I titoli finanziari scivolano prima d..
MT
02/12Aggiornamento del settore: Finanziario
MT
02/12Credit Suisse: interrotta perdita di valore titolo
AW
02/12Cronache di Borsa - Venerdì 2 dicembre
MS
02/12La cautela in vista della relazione sul lavoro di novembre pesa sugli Exchange-Traded F..
MT
02/12Il Credit Suisse ricomincia ad aumentare i livelli di liquidità
MT
02/12Il presidente del Credit Suisse, Axel Lehmann, afferma che i deflussi si sono 'sostanzi..
MT
02/12Marketmind: Perché le buste paga potrebbero non essere importanti per i merca..
MR
02/12Credit Suisse: per presidente Lehmann, fine deflussi di capitale
AW
Altre news
Raccomandazioni degli analisti su CREDIT SUISSE GROUP AG
Altre raccomandazioni
Dati finanziari
Fatturato 2022 15 608 M 16 614 M 15 845 M
Risultato netto 2022 -3 990 M -4 247 M -4 050 M
Indebitamento netto 2022 - - -
P/E ratio 2022 -1,68x
Rendimento 2022 1,27%
Capitalizzazione 9 082 M 9 668 M 9 220 M
Capi. / Fatturato 2022 0,58x
Capi. / Fatturato 2023 0,52x
N. di dipendenti 51 680
Flottante 99,0%
Grafico CREDIT SUISSE GROUP AG
Durata : Periodo :
Credit Suisse Group AG: grafico analisi tecnica Credit Suisse Group AG | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Trend analisi tecnica CREDIT SUISSE GROUP AG
Breve TermineMedio TermineLungo Termine
TrendRibassistaRibassistaRibassista
Evoluzione del Conto dei Risultati
Consensus
Vendita
Buy
Raccomandazione media HOLD
Numero di analisti 15
Ultimo prezzo di chiusura 2,95 CHF
Prezzo obiettivo medio 5,09 CHF
Differenza / Target Medio 72,6%
Revisioni EPS
Dirigenti e Amministratori
Ulrich K÷rner Group Chief Executive Officer
Dixit Joshi Chief Financial Officer
Axel P. Lehmann Chairman
Joanne Hannaford Chief Technology Officer
Francesca Jane McDonagh Chief Operating Officer
Settore e Concorrenza