Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
  1. Home
  2. Azioni
  3. Italia
  4. Borsa Italiana
  5. Davide Campari-Milano N.V.
  6. Notizie
  7. Riassunto
    CPR   NL0015435975

DAVIDE CAMPARI-MILANO N.V.

(CPR)
  Rapporto
Tempo differito Borsa Italiana  -  17:35:49 02/02/2023
9.948 EUR   +0.59%
31/01Mib fa meglio di tutti; UniCredit guida dopo conti
AN
31/01Mib flette dopo dati PIL Italia e disoccupazione
AN
31/01Milano migliore d'Europa, bene UniCredit dopo conti
AN
RiassuntoQuotazioniGraficiNotizieRatingCalendarioSocietÓFinanzaConsensusRevisioniDerivatiFondi 
RiassuntoTutte le notizieAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settoreAnalisi MarketScreener

MILAN MARKET MIDDAY: Mib vira al ribasso; sale inflazione Eurozona

17-11-2022 | 12:06

(Alliance News) - Il Mib vira al ribasso nella metà giornata di giovedì dopo un'apertura positiva, seguendo la stessa traiettoria di Parigi, mentre Francoforte rimane l'unico indice europeo ancora in rialzo, con Londra che si conferma in territorio negativo a pochi minuti dalla presentazione dell'atteso piano fiscale da parte del ministro delle finanze Jeremy Hunt. Nel pacchetto, è atteso un insieme di misure record, che vanno da un consistente taglio alla spesa pubblica a un altrettanto congruo innalzamento delle tasse.

Il FTSE Mib, quindi, è in rosso dello 0,3% a 24.453,14.

In Europa il FTSE 100 di Londra cede lo 0,4% a 7.322,41 il CAC 40 di Parigi è in ribasso dello 0,5% a 6.577,59, mentre il DAX 40 di Francoforte è su dello 0,3% a 14.275,27.

Per quanto riguarda l'Italia, l'Istat ha fatto sapere che le esportazioni sono cresciute dell'1,6% su base mensile a settembre dopo essere calate del 3,6% il mese prima mentre, su base annua, sono aumentate del 22% dopo essere cresciute del 25% ad agosto.

Le importazinoi sono invece diminuite dell'1,7% su base mensile dopo l'aumento del 4,2% di agosto e sono cresciute del 40% su base annua dopo l'aumento del 59% del mese precedente.

Come risultato, l'Italia ha registrato un deficit commerciale di EUR6,45 miliardi a settembre, in riduzione dal deficit di EUR9,57 miliardi di agosto e contro il surplus di EUR1,44 miliardi di settembre del 2021.

Tra gli altri macro di giornata, l'inflazione dell'Eurozona supera la doppia cifra a ottobre dopo averla solo sfiorata il mese precedente, come reso noto dall'Eurostat giovedì.

I prezzi al consumo dell'area dell'euro sono aumentati del 10,6% a ottobre dopo essere saliti del 9,9% a settembre, lievemente inferiore rispetto alle stime di un incremento del 10,7%.

A ottobre, il contributo più elevato al tasso di inflazione annuale dell'area dell'euro è arrivato dall'energia, su di 4,4 punti percentuali, seguita da cibo, alcol e tabacco, con un aumento del 2,7%m dau servizi, su dell'1,8%, e dai beni industriali non energetici, in aumento dell'1,6%.

L'inflazione mensile si è attestata all'1,5% a ottobre dall'1,2% di settembre e in linea con le stime.

Tra i listini minori italiani, il Mid-Cap è verde dello 0,2% a 39.622,62, come lo Small-Cap è su dello 0,4% a 27.810,47 mentre l'Italia Growth cede lo 0,1% a 9.312,90.

Sul listino principale, Atlantia è in verde dello 0,2%. Schema Alfa Spa - il veicolo utilizzato da Edizione e Blackstone per lanciare l'OPA su Atlantia - ha comunicato di aver raggiunto l'87% della holding infrastrutturale al termine del periodo di offerta.

Per raggiungere una quota più alta e necessaria per il delisting, il veicolo dei Benetton ha prorogato l'OPA tra il 21 e il 25 novembre.

Qualora, all'esito della riapertura dei termini, non si verificassero i presupposti per procedere al delisting attraverso l'adempimento dell'obbligo di acquisto, Schema Alfa si riserva di proporre di conseguire il delisting mediante la fusione per incorporazione di Atlantia in Schema Alfa.

Nei quartieri alti si confermano Saipem, su del 2,4%, Campari in attivo dell'1,5%, e Interpump Group, in verde dell'1,2%.

Interpump mercoledì ha comunicato che Fabio Marasi - membro del consiglio di amministrazione - ha acquistato 30.000 azioni della società.

Il prezzo medio è stato pari a EUR28,49 per azione, per un controvalore pari a EUR855.000.

Bene anche Telecom, su dello 0,6% dopo una chiusura ribassista seguita al declassamento dell'agenzia di rating Fitch, che ha modificato il giudizio di rating da livello BB outlook negative a livello BB- outlook negative.

Inoltre, mercoledì, TIM ha comunicato che il consigliere Frank Cadoret ha rassegnato le dimissioni dall'incarico. Frank Cadoret risulta possedere 13.000 azioni ordinarie di TIM.

Tra i ribassisti, ci sono Leonardo, giù del 3,6%, Iveco Group in rosso dell'1,4% e Tenaris, che cede l'1,3%.

Sul Mid, Saras scende dalla vetta e si ritrova in calo dello 0,2% mentre Enav è la migliroe, su del 3,2%. Il consiglio di amministrazione di martedì ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 30 settembre, chiuso con un utile netto consolidato che si attesta a EUR91,8 milioni, in aumento rispetto allo stesso periodo del 2021 quando era pari a EUR41,7 milioni.

I ricavi totali consolidati, nei primi nove mesi del 2022, si attestano a EUR714,4 milioni, in aumento del 22% rispetto a EUR587,5 milioni nel corrispondente periodo dello scorso anno soprattutto per la decisa ripresa dei voli specialmente nel periodo estivo. I ricavi da attività operativa, infatti, si attestano a EUR705,8 milioni, in aumento del 107%.

Bene anche Banca Monte Paschi di Siena, che raccoglie il 2,3%, e Caltagirone editore, su dell'1,8%.

Le azioni A di MFE recuperano dopo il rosso dell'apertura e la chiusura ribassista di ieri, raggiungendo un più 0,6; le B continuano a essere in verde, su dello 0,7%. Nei primi nove mesi dell'anno, i ricavi netti consolidati sono scesi dagli EUR1,99 miliardi dell'anno scorso a quota EUR1,90 miliardi. In Spagna si attestano a EUR590,5 milioni, rispetto agli EUR603,8 milioni del 2021.

I ricavi pubblicitari lordi in Italia, importante indice di salute del gruppo, raggiungono EUR1,30 miliardi con una flessione del 2,5%. Da tenere presente, che nello stesso periodo, il mercato pubblicitario italiano ha ceduto l'8,6%, come da dati Nielsen.

Sempre nei primi nove mesi dell'anno, il risultato netto consolidato di MFE è positivo per EUR78,5 milioni rispetto agli EUR273,8 milioni del 2021, che però beneficiavano della plusvalenza di EUR86,7 milioni generata dalla cessione di Towertel (EI Towers).

Sullo Small, Caleffi - flat a EUR1,03 - mercoledì ha reso noto che il consiglio di amministrazione ha esaminato l'andamento del gruppo nei primi nove mesi dell'esercizio al 30 settembre

I ricavi consolidati di gruppo si attestano a circa EUR39,9 milioni, con un decremento del 10% rispetto al 30 settembre 2021 di EUR44,4 milioni.

Bialetti cede l'1,3%. Mercoledì ha comunicato che Egidio Cozzi - amministratore delegato - ha ceduto 300.000 azioni ordinarie della società. Il prezzo medio unitario è stato pari a EUR0,27, per un totale pari a EUR81.000 circa.

TXT e-solutions sale dello 0,5%. La società ha comunicato lunedì di aver siglato un accordo per rilevare l'intero capitale di PGMD, i cui risultati verranno consolidati da TXT dal 15 novembre.

TXT pagherà EUR3,5 milioni per rilevare PGMD, società con sede a Milano e un organico di oltre 25 risorse, che offre competenze consulenziali specializzate in ambito digital advisory e transformation e soluzioni applicative proprietarie per la digitalizzazione di processi core nel settore della sanità pubblica e privata.

Tra le PMI, Farmacosmo continua a seguire un buon trend rialzista e raccoglie il 4,9%. La società ha comunicato mercoledì che l'amministratore delegato, Fabio de Concilio, ha acquistato, in diverse operazioni, 29.880 azioni ordinarie della società per un controvalore complessivo di EUR47.653,13.

Digital360 non scambia ancora. La società ha comunicato giovedì di aver concluso due acquisizioni, entrambe per una quota pari al 51%, delle società Impacto Tic Sas in Colombia e Netmedia SA in Messico, giungendo così a quattro acquisizioni nell'area LATAM.

Il 51% di Tic è stato rilevato per un corrispettivo di EUR214.000 e quello di Netmedia per EUR400.000 oltre a EUR130.000 a titolo di pro quota della PFN al closing.

In entrambi i casi è prevista una componente di earn out basata sul raggiungimento di determinati risultati di Ebitda sull'esercizio 2022.

Officina Stellare sale del 2,1%. La società ha fatto sapere giovedì di essersi aggiudicata il contratto per la fornitura di un prototipo all'Agenzia Spaziale Europea per un valore complessivo di EUR1,5 milioni.

Il contratto, con durata 24 mesi, prevede la fornitura di un sistema prototipale di ottica adattiva scalabile, che verrà installato sulla stazione ottica di terra IZN-1, a Tenerife.

IDNTT sale invece del 2,2% dopo aver reso annunciato mercoledì di aver acquisito il 60% del capitale sociale di In-Sane Srl, talent agency italiana con un portafoglio di oltre 170 influencer e content creator.

L'operazione prevede l'acquisto da parte di IDNTT di una partecipazione pari al 60% del capitale sociale di in-Sane!, il 50% dal socio Perseo Srl e il 10% dal socio Sbabam Srl, a un prezzo di EUR2,1 milioni.

In Asia, il Nikkei ha chiuso in rosso dello 0,4%, l'Hang Seng ha ceduto l'1,2% mentre lo Shanghai Composite ha terminato giù dello 0,2%.

A New York, nella notte europea, il Dow è sceso dello 0,1%, il Nasdaq ha ceduto l'1,5%, mentre l'S&P 500 ha terminato in rosso dello 0,8%.

Tra le valute, l'euro passa di mano a USD1,0347 contro USD1,0404 di mercoledì in chiusura azionaria europea. La sterlina scambia a USD1,1858 da USD1,1886 di mercoledì sera.

Tra le commodity, il Brent vale USD92,64 al barile da USD92,09 al barile di mercoledì sera. L'oro, invece, scambia a USD1.762,68 l'oncia da USD1.777,27 l'oncia di mercoledì in chiusura.

Nel calendario economico di giovedì, dagli USA, nel pomeriggio alle 1430 CET arrivano i permessi di costruzione e le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione. Attesi anche i discorsi dei membri della Fed Bowman, Tenreyro, Mester e Jefferson.

Alle 1900 CET un'asta dei TIPS con scadenza a dieci anni.

Di Chiara Bruschi; chiarabruschi@alliancenews.com

Copyright 2022 Alliance News IS Italian Service Limited. Tutti i diritti riservati.

Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
ATLANTIA SPA 0.00%22.99 Prezzo di chiusura.0.00%
AUSTRALIAN DOLLAR / EURO (AUD/EUR) -0.11%0.64762 Prezzo in differita.1.97%
AUSTRALIAN DOLLAR / US DOLLAR (AUD/USD) -0.19%0.70571 Prezzo in differita.3.48%
BIALETTI INDUSTRIE S.P.A -0.68%0.2925 Prezzo in differita.8.87%
BLACKSTONE INC. 2.90%100.03 Prezzo in differita.31.03%
BRENT OIL 0.12%82.15 Prezzo in differita.-0.55%
BRITISH POUND / EURO (GBP/EUR) 0.04%1.1205 Prezzo in differita.0.32%
BRITISH POUND / US DOLLAR (GBP/USD) -0.09%1.22088 Prezzo in differita.1.76%
CAC 40 1.26%7166.27 Prezzo in tempo reale.9.32%
CALEFFI S.P.A. 0.00%1.08 Prezzo in differita.5.88%
CALTAGIRONE EDITORE SPA -5.12%1.02 Prezzo in differita.11.28%
CANADIAN DOLLAR / EURO (CAD/EUR) 0.01%0.68871 Prezzo in differita.0.33%
CANADIAN DOLLAR / US DOLLAR (CAD/USD) -0.09%0.7497 Prezzo in differita.1.80%
DAVIDE CAMPARI-MILANO N.V. 0.59%9.948 Prezzo in differita.4.28%
DAX 2.16%15509.19 Prezzo in differita.11.39%
DIGITAL360 S.P.A. 2.28%4.48 Prezzo in differita.1.15%
ENAV S.P.A. 1.59%4.346 Prezzo in differita.8.03%
EURO / US DOLLAR (EUR/USD) -0.09%1.08943 Prezzo in differita.1.48%
FARMACOSMO S.P.A. 4.60%2 Prezzo in differita.-1.95%
FTSE 100 0.76%7820.16 Prezzo in differita.4.15%
FTSE MIB INDEX 1.49%27100.62 Prezzo in differita.12.64%
ID-ENTITY SA 0.90%3.37 Prezzo in differita.-0.30%
INDIAN RUPEE / EURO (INR/EUR) 0.05%0.011179 Prezzo in differita.-0.36%
INDIAN RUPEE / US DOLLAR (INR/USD) -0.11%0.012178 Prezzo in differita.1.10%
INTERPUMP GROUP S.P.A. 5.62%51.5 Prezzo in differita.15.65%
IVECO GROUP N.V. -0.09%7.586 Prezzo in differita.36.61%
MSCI ITALY (STRD) 0.65%300.171 Prezzo in tempo reale.12.64%
NASDAQ COLOMBIA 0.49%300.09251 Prezzo in tempo reale.2.74%
NASDAQ COMPOSITE 3.25%12200.82 Prezzo in tempo reale.12.90%
NEW ZEALAND DOLLAR / US DOLLAR (NZD/USD) -0.09%0.64669 Prezzo in differita.1.40%
NIKKEI 225 0.20%27402.05 Prezzo in tempo reale.4.80%
OFFICINA STELLARE S.P.A. -5.06%11.25 Prezzo in differita.2.60%
S&P GSCI GOLD INDEX -0.04%1123.78 Prezzo in tempo reale.6.52%
S&P/CITIC 300 INDEX -1.70%3761.21 Prezzo in tempo reale.7.33%
S&P/CITIC 50 INDEX -1.85%3627.2 Prezzo in tempo reale.7.84%
SAIPEM SPA 1.15%1.408 Prezzo di chiusura.24.88%
SARAS S.P.A. -9.67%1.495 Prezzo in differita.44.04%
STOXX ITALY 20 (EUR) 1.37%1229.45 Prezzo in differita.13.38%
STOXX ITALY 45 (EUR) 1.53%122.44 Prezzo in differita.12.69%
STOXX ITALY TMI (EUR) 1.51%124.05 Prezzo in differita.12.57%
TELECOM ITALIA S.P.A. 9.54%0.287 Prezzo in differita.21.13%
TENARIS S.A. -3.46%15.35 Prezzo in differita.-2.36%
TXT E-SOLUTIONS S.P.A. 2.37%14.7 Prezzo in differita.11.84%
US DOLLAR / EURO (USD/EUR) 0.09%0.917936 Prezzo in differita.-1.46%
WTI 0.10%75.825 Prezzo in differita.-1.72%
Tutte le notizie su DAVIDE CAMPARI-MILANO N.V.
31/01Mib fa meglio di tutti; UniCredit guida dopo conti
AN
31/01Mib flette dopo dati PIL Italia e disoccupazione
AN
31/01Milano migliore d'Europa, bene UniCredit dopo conti
AN
30/01Campari ha acquistato azioni proprie per oltre EUR5 milioni
AN
26/01Mib sui massimi da febbraio e su del 10% nel 2023
AN
26/01BORSA: Milano (+0,92%) si conferma sopra quota 26mila
DJ
23/01Milano maglia nera, pesano i petroliferi
AN
23/01Europee contrastate; Juventus in fondo sul Mid
AN
20/01Campari ha acquistato oltre 8.200 azioni ordinarie proprie
AN
18/01BORSA: commento di chiusura
DJ
Altre news
Dati finanziari
Fatturato 2022 2 687 M 2 938 M -
Risultato netto 2022 376 M 411 M -
Indebitamento netto 2022 1 066 M 1 166 M -
P/E ratio 2022 30,3x
Rendimento 2022 0,69%
Capitalizzazione 11 136 M 12 175 M -
VS / Fatturato 2022 4,54x
VS / Fatturato 2023 4,15x
N. di dipendenti 4 000
Flottante 27,2%
Grafico DAVIDE CAMPARI-MILANO N.V.
Durata : Periodo :
Davide Campari-Milano N.V.: grafico analisi tecnica Davide Campari-Milano N.V. | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Trend analisi tecnica DAVIDE CAMPARI-MILANO N.V.
Breve TermineMedio TermineLungo Termine
TrendNeutraleNeutraleNeutrale
Evoluzione del Conto dei Risultati
Consensus
Vendita
Buy
Raccomandazione media ACCUMULATE
Numero di analisti 22
Ultimo prezzo di chiusura 9,95 €
Prezzo obiettivo medio 11,36 €
Differenza / Target Medio 14,2%
Revisioni EPS
Dirigenti e Amministratori
Robert Kunze-Concewitz Group Marketing Director
Paolo Rinaldo Marchesini Group Chief Financial Officer
Luca Garavoglia Chairman
Christopher Woods Head-Information Technology
Annalisa Loustau Elia Independent Non-Executive Director